Apri il menu principale

Occhio alla perestrojka

film del 1990 diretto da Castellano e Pipolo
Occhio alla perestrojka
Occhio alla perestrojka.jpg
Titoli del trailer
Paese di produzioneItalia
Anno1990
Durata98 min
Generecommedia
RegiaCastellano e Pipolo
SoggettoJerry Calà, Stefano Sudriè
SceneggiaturaJerry Calà, Castellano e Pipolo
ProduttoreSergio Panno
MusicheBruno Zambrini
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Occhio alla perestrojka è un film del 1990 diretto da Castellano e Pipolo.

TramaModifica

Fulvio, Marco e Filippo, tre dipendenti di una ditta di trattori in trasferta a Sofia, in Bulgaria, simpatizzano con tre ragazze del posto, Olga, Monica e Tatiana. Dopo aver fatto alle ragazze varie promesse, i tre tornano a Crema tranquilli del fatto che grazie alla cortina di ferro non potranno mai essere raggiunti dalle ragazze.

Diversi mesi dopo, l'avvento della Perestrojka e la successiva spaccatura del blocco sovietico aprono le frontiere suscitando nei tre reazioni diverse: Fulvio, sposato con Angela e padre di due figli, teme che Olga possa arrivare da un momento all'altro in Italia; Marco, vicino al matrimonio con Francesca, figlia del dottor Moschini, invece ostenta tranquillità perché tanto Monica è minorenne e non potrebbe espatriare, mentre Filippo, l'unico single dei tre, è l'unico contento della cosa perché può far finalmente arrivare Tatiana da lui.

Oltre a Tatiana dalla Bulgaria arriva pure Olga, e non da sola, visto che dalla breve relazione con Fulvio è nato Yuri che complicherà ancora di più la situazione. Ma come se non bastasse alla ditta Moschini è in arrivo una delegazione bulgara per concludere un grosso affare, purtroppo per Marco della delegazione fa parte pure Sergeij, il gigantesco fratello di Monica.

Fulvio tenta in ogni modo di nascondere ad Angela e Olga la reciproca esistenza, però per uno strano scherzo del destino Olga viene assunta come collaboratrice domestica da Angela e la storia viene inevitabilmente a galla, ma paradossalmente sembra che entrambe riescano a perdonarlo accettando quella strana famiglia allargata. Marco tenta in ogni modo di non far scoprire a Sergeij che lui e Francesca sono fidanzati, ma alla fine la cosa verrà a galla e Francesca e Sergeij finiranno per mettersi insieme.

Anche per Filippo le cose andranno male, perché verrà solo usato da Tatiana per diventare nuova direttrice del personale della ditta Moschini al posto del dottor Marchini. Alla fine i tre sembrano aver chiuso con le scappatelle per evitare altri guai, ma quando si prospetta la possibilità di un nuovo viaggio di lavoro in Cina, sono tutti e tre pronti a partire nuovamente.

CuriositàModifica

Le scene girate in stazione nelle quali vedono protagonisti Filippo e Fulvio, non sono state girate all'interno della Stazione di Crema, bensì in quella di Cremona.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema