Giochi della VIII Olimpiade

8ª edizione dei Giochi olimpici moderni, tenutasi a Parigi (Francia) nel 1924
(Reindirizzamento da Olimpiadi 1924)

I Giochi della VIII Olimpiade (in francese: Jeux de la VIIIe olympiade), noti anche come Parigi 1924, si svolsero a Parigi, in Francia, dal 4 maggio al 27 luglio 1924.

Giochi della VIII Olimpiade
Méi séier, méi héich, méi staark
Città ospitanteParigi, Francia
Paesi partecipanti44 (vedi sotto)
Atleti partecipanti3.089
(2.954 Uomini - 135 Donne)
Competizioni126 in 17 sport
Cerimonia apertura5 luglio 1924
Cerimonia chiusura27 luglio 1924
Aperti daGaston Doumergue
Giuramento atletiGeorge André
Stadiostadio Yves du Manoir
Medagliere
Nazione Medaglie d'oro vinte Medaglie d'argento vinte Medaglie di bronzo vinte Medaglie complessive vinte
Stati Uniti45272799
Bandiera della Finlandia Finlandia14131037
Bandiera della Francia Francia131510 38
Cronologia dei Giochi olimpici
Giochi precedentiGiochi successivi
Anversa 1920 Amsterdam 1928

Assegnazione

modifica

I Giochi del 1924 furono gli ultimi ad essere organizzati sotto la presidenza di Pierre de Coubertin.[1] Oltre alla capitale francese, manifestarono il loro interesse per ospitare questa edizione anche Amsterdam, L'Avana, Roma, Atlantic City, Barcellona, Budapest, Halifax, Los Angeles, Boston, Chicago, Praga e Reims.[2]

Nel marzo 1921 lo stesso De Coubertin scrisse una lettera ponendo l'enfasi sul trentennale del I Congresso Olimpico che fu ospitato nei locali della Sorbona e ritenendo quindi che Parigi avesse dei meriti speciali, consigliando contestualmente Amsterdam per la successiva edizione che ritirò automaticamente la sua candidatura.[2]

Al VII Congresso Olimpico di Losanna del giugno successivo la sua richiesta venne formalizzata dal cecoslovacco Jiří Stanislav Guth-Jarkovský e da 14 membri del comitato su 19, scartando così le candidature di Roma, Amsterdam, Barcellona, Praga e Los Angeles.[2] A rafforzare la candidatura parigina arrivò la proposta di Alfred Mégroz che prevedeva la disputa a Chamonix della Semaine des Sports d'Hiver (Settimana degli sport invernali), che in futuro verrà considerata in maniera retroattiva come la prima edizione dei Giochi olimpici invernali.[2][2][3]

Parigi diventò così la prima città ad aver ospitato più di un'edizione dei Giochi.[4]

Sviluppo e preparazione

modifica

Organizzazione

modifica

Grazie anche al fondamentale intervento economico del governo francese, i Giochi del 1924 seppero cancellare la brutta immagine che Parigi aveva lasciato a causa della pessima organizzazione dell'edizione del 1900, e furono caratterizzati da un buon successo di pubblico.[5] Vennero affrontate diverse innovazioni tecniche: la distanza della maratona fu fissata a 42,195 km (26,219 miglia), dalla distanza percorsa alle Olimpiadi di Londra 1908 e questa fu la prima Olimpiade a utilizzare la piscina standard di 50 m con le corsie marcate. Per la prima volta venne utilizzato il motto "Citius, Altius, Fortius" ("Più veloce, più alto, più forte") e, al termine della cerimonia di chiusura, furono issate tre bandiere: quella olimpica, quella del paese nel quale si erano svolti i Giochi e quella del paese che li avrebbe ospitati per l'edizione successiva. Anche questa, nel corso degli anni, divenne una tradizione.

 
Johnny Weismuller e il suo avversario Kahanamoku durante una stretta di mano a Parigi 1924

Sedi di gara

modifica

Altre sedi

modifica

Diffusione

modifica

Mentre le prime riprese filmate dei Giochi si ebbero già ai Giochi di Londra 1908, a questa edizione risale il primo lungometraggio sui giochi.

I Giochi

modifica

Partecipanti

modifica
 
Nazioni partecipanti

Ai Giochi non parteciparono la Germania, in segno di protesta contro l'occupazione francese della regione della Ruhr,[6] e l'Unione Sovietica,[7] mentre l'Irlanda prese per la prima volta parte a una manifestazione sportiva come stato indipendente.[8] A Parigi giunsero molte rappresentative dell'Asia, del Sud-America e anche dell'Africa. Alla cerimonia inaugurale sfilò anche una delegazione cinese formata da quattro atleti, che però si ritirarono prima di competere.[9]

Di seguito l'elenco dei paesi con indicato tra parentesi il numero di atleti iscritti:

Discipline

modifica
Sport Disciplina Maschile Femminile Misti Totali
  Atletica leggera (dettagli) 27 27
  Calcio (dettagli) 1 1
  Canottaggio (dettagli) 7 7
  Ciclismo (dettagli)   Ciclismo su pista 4 4
  Ciclismo su strada 2 2
Totale 6 6
  Equitazione (dettagli) 5 5
  Ginnastica (dettagli) 9 9
  Lotta (dettagli)   Lotta libera 7 7
  Lotta greco-romana 6 6
Totale 13 13
  Pentathlon moderno (dettagli) 1 1
  Polo (dettagli) 1 1
  Pugilato (dettagli) 8 8
  Rugby (dettagli) 1 1
  Scherma (dettagli) 6 1 7
  Sollevamento pesi (dettagli) 5 5
  Sport acquatici   Nuoto (dettagli) 6 5 11
  Pallanuoto (dettagli) 1 1
  Tuffi (dettagli) 3 2 5
Totale 10 7 17
  Tennis (dettagli) 2 2 1 5
  Tiro (dettagli) 10 10
  Vela (dettagli) 3 3
Totale (17 sport) (21 discipline) 115 10 1 126

Calendario degli eventi

modifica
Cerimonia d'apertura Competizioni Finali Cerimonia di chiusura
Maggio Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Totale
4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
Rugby 1
Maggio Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Totale
4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
Maggio / Giugno Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Mer Totale
25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7 8 9
Calcio 1 1
Maggio / Giugno Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Mer Totale
25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7 8 9
Giugno / Luglio Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Totale
23 24 25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
Scherma 1 2 1 1 1 1 7
Tiro 3 2 1 2 1 1 10
Medaglie 3 2 1 1 2 2 1 1 1 1 1 17
Giugno / Luglio Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Totale
23 24 25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
Luglio Sab Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Totale
5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31
  Cerimonia d'apertura
Atletica leggera 2 4 3 3 4 1 3 7 27
Canottaggio 7 7
Ciclismo 2 4 6
Equitazione 3 2 5
Ginnastica 9 9
Lotta 6 7 13
Nuoto 2 1 4 4 11
Pallanuoto 1 1
Pentathlon moderno 1 1
Polo 1 1
Pugilato 8 8
Sollevamento pesi 1 1 2 1 5
Tennis 1 2 2 5
Tuffi 1 1 3 5
Vela 1 2 3
  Cerimonia di chiusura
Medaglie 2 4 3 3 10 1 4 7 7 2 10 5 1 19 3 1 2 9 5 6 1 107
Luglio Sab Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Gio Ven Sab Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Totale
5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Cerimonia d'apertura

modifica
 
Lo Stade de Colombes

La cerimonia d'apertura si tenne il 4 maggio 1924 allo Stadio Olimpico di Colombes.

Risultati

modifica

Medagliere

modifica

  Paese ospitante

Pos. Paese        
1   Stati Uniti 45 27 27 99
2   Finlandia 14 13 10 37
3   Francia 13 15 10 38
4   Gran Bretagna 9 13 12 34
5   Italia 8 3 5 16
6   Svizzera 7 8 10 25
7   Norvegia 5 2 3 10
8   Svezia 4 13 12 29
9   Paesi Bassi 4 1 5 10
10   Belgio 3 7 3 13
11   Australia 3 1 2 6
12   Danimarca 2 5 2 9
13   Ungheria 2 3 4 9
14   Jugoslavia 2 0 0 2
15   Cecoslovacchia 1 4 5 10
16   Argentina 1 3 2 6
17   Estonia 1 1 4 6
18   Sudafrica 1 1 1 3
19   Uruguay 1 0 0 1
20   Austria 0 3 1 4
  Canada 0 3 1 4
22   Polonia 0 1 1 2
23   Haiti 0 0 1 1
  Giappone 0 0 1 1
  Nuova Zelanda 0 0 1 1
  Portogallo 0 0 1 1
  Romania 0 0 1 1
Totale 126 127 125 378

Protagonisti

modifica
 
Eric Liddell
  1. ^ (EN) Robert McNamara, Biography of Pierre de Coubertin, Founder of the Modern Olympics, su ThoughtCo. URL consultato il 4 marzo 2020.
  2. ^ a b c d e f g Olimpiadi estive: Parigi 1924 in "Enciclopedia dello Sport", su treccani.it. URL consultato il 5 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2019).
  3. ^ Findling, John E. e Pelle, Kimberly D., Encyclopedia of the modern Olympic movement, Greenwood Press, 2004, ISBN 0-313-32278-3, OCLC 52418065. URL consultato il 4 marzo 2020.
  4. ^ (EN) 6 cities who hosted the Olympics twice [collegamento interrotto], su mariacomestotown.com. URL consultato il 4 marzo 2020.
  5. ^ (EN) The Evolution of the Early Olympics* | International Society of Olympic Historians – ISOH, su isoh.org. URL consultato il 5 marzo 2020.
  6. ^ (EN) Here’s a brief history of every country that’s been banned from the Olympic games, su Mic. URL consultato il 4 marzo 2020.
  7. ^ D'Agati, Philip A., The Cold War and the 1984 Olympic Games : a Soviet-American surrogate war, First edition, Palgrave Macmillan, 2013, ISBN 978-1-137-36025-0, OCLC 851972614. URL consultato il 4 marzo 2020.
  8. ^ Ireland’s footballers at the Paris Olympics, 1924, su History Ireland, 5 marzo 2013. URL consultato il 4 marzo 2020.
  9. ^ (FR) M. Avé, [=https://web.archive.org/web/20110505162957/http://www.la84foundation.org/6oic/OfficialReports/1924/1924.pdf Les Jeux de la VIIIe Olympiade Paris 1924 – Rapport Officiel] (PDF), Paris, Librairie de France. URL consultato il 16 luglio 2024 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2011).
    «39 seulement s'alignérent, ne représentant plus que 24 nations, la Chine, le Portugal et la Yougoslavie ayant déclaré forfait.»
  10. ^ (EN) When Tarzan struck gold at the Games: the legend of Johnny Weissmuller - Olympic News, su International Olympic Committee, 20 luglio 2019. URL consultato il 5 marzo 2020.
  11. ^ (EN) Johnny Weissmuller, the Olympic gold medalist who rose to..., su UPI. URL consultato il 5 marzo 2020.
  12. ^ (EN) Roger Robinson, The Mystery of the Flying Finn, su Runner's World, 10 luglio 2014. URL consultato il 5 marzo 2020.
  13. ^ (FR) Paris 1924 : Le fait, su FranceOlympique.com. URL consultato il 5 marzo 2020.
  14. ^ (EN) Harold Osborn, 75, Olympic Track Star, in The New York Times, 7 aprile 1975. URL consultato il 5 marzo 2020.
  15. ^ https://www.ilsussidiario.net/autori/matteo-fantozzi, Eric Liddel e Harold Abrahams/ Chi sono gli atleti a cui si ispira il film "Momenti di gloria", su IlSussidiario.net, 17 agosto 2017. URL consultato il 5 marzo 2020.
  16. ^ Storie olimpiche. Liddell, la gloria e il martirio, su avvenire.it, 2 novembre 2018. URL consultato il 5 marzo 2020.

Bibliografia

modifica
  • Comitato Olimpico Francese, XVIIIme Olympiade, 1924 ( versione digitalizzata (PDF) (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2012).)

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN132190208 · LCCN (ENn95119723 · GND (DE5172996-9 · WorldCat Identities (ENviaf-132190208