Origins (Imagine Dragons)

album degli Imagine Dragons del 2018
Origins
ArtistaImagine Dragons
Tipo albumStudio
Pubblicazione9 novembre 2018
Durata40:02
Dischi1
Tracce12
GenerePop rock[1][2]
Elettropop[3][4]
EtichettaInterscope Records, KIDinaKORNER
ProduttoreImagine Dragons, Mattman & Robin, Alex da Kid, John Hill, Jorgen Odegard, Tim Randolph, Jayson DeZuzio, Ido Zmishlany
Registrazione
FormatiCD, LP, MC, download digitale, streaming
Certificazioni
Dischi d'oroDanimarca Danimarca[5]
(vendite: 10 000+)
Germania Germania[6]
(vendite: 100 000+)
Regno Unito Regno Unito[7]
(vendite: 100 000+)
Dischi di platinoFinlandia Finlandia[8]
(vendite: 20 000+)
Francia Francia (2)[9]
(vendite: 200 000+)
Italia Italia[10]
(vendite: 50 000+)
Polonia Polonia[11]
(vendite: 20 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[12]
(vendite: 1 000 000+)
Imagine Dragons - cronologia
Album precedente
(2017)
Album successivo
(2021)
Logo
Logo del disco Origins
Singoli
  1. Natural
    Pubblicato: 17 luglio 2018
  2. Zero
    Pubblicato: 19 settembre 2018
  3. Machine
    Pubblicato: 31 ottobre 2018
  4. Bad Liar
    Pubblicato: 6 novembre 2018
  5. Birds
    Pubblicato: 20 giugno 2019

Origins è il quarto album in studio del gruppo musicale statunitense Imagine Dragons, pubblicato il 9 novembre 2018 dalla Interscope Records[13].

DescrizioneModifica

Il disco, considerato un "album fratello" del precedente Evolve, uscito l'anno precedente, è concepito dal cantante Dan Reynolds come un «esplorare nuovi territori ma apprezzare anche le tue origini. Quando creiamo, lo facciamo senza porci confini o regole. Troviamo eccitante creare musica che ci appaia differente e nuova»[13]. È stato anticipato in estate dai singoli Natural, di discreto successo commerciale, e Zero, realizzato per il film della Disney Ralph spacca Internet, e tra ottobre e novembre da Machine e Bad Liar.

Registrato in più sessioni tra Stati Uniti d'America ed Europa[14] lavorando con diversi produttori, Origins è l'album degli Imagine Dragons che più si avvicina alla musica pop[15], presentando comunque caratteristiche di altri generi come new wave, industrial, musica elettronica e soul[14]. Il brano Digital presenta invece sonorità prettamente drum and bass[1].

AccoglienzaModifica

L'album ha ricevuto un responso misto dalla critica. Su Metacritic il punteggio medio ammonta a 59 su 100, sulla base di 10 critiche[16]. The Independent lo ha accolto positivamente, scrivendo che «Origins è l'ennesima conferma delle capacità di cantautore pop di Reynolds e della sua ambizione»[17], mentre altri recensori come The Guardian, PopMatters e Sputnikmusic l'hanno definito ripetitivo e poco originale[1][18], ricevendo dall'ultimo dei tre un voto di 1 su 5, equivalente a "terribile" (awful)[19].

TracceModifica

  1. Natural – 3:09 (Imagine Dragons, Mattman & Robin, Justin Tranter)
  2. Boomerang – 3:07 (Imagine Dragons, Jorgen Odegard)
  3. Machine – 3:01 (Imagine Dragons, Alex da Kid)
  4. Cool Out – 3:37 (Imagine Dragons, Timothy Randolph)
  5. Bad Liar – 4:20 (Imagine Dragons, Aja Volkman, Jorgen Odegard)
  6. West Coast – 3:37 (Imagine Dragons)
  7. Zero (from the Original Motion Picture Ralph Breaks The Internet) – 3:30 (Imagine Dragons, John Hill)
  8. Bullet in a Gun – 3:24 (Imagine Dragons, Alex da Kid, Jayson DeZuzio)
  9. Digital – 3:21 (Imagine Dragons, Alex da Kid)
  10. Only – 3:00 (Imagine Dragons, Mattman & Robin, Justin Tranter)
  11. Stuck – 3:10 (Imagine Dragons, Alex da Kid, Jayson DeZuzio)
  12. Love – 2:46 (Dan Reynolds, Ben McKee, Wayne Sermon, Ido Zmishlany)
Tracce bonus nell'edizione deluxe
  1. Birds – 3:39 (Imagine Dragons, Joel Little)
  2. Burn Out – 4:33 (Imagine Dragons)
  3. Real Life – 4:07 (Imagine Dragons, Tim Randolph)
Traccia bonus nell'edizione fisica
  1. Born to Be Yours (with Kygo) – 3:13 (Imagine Dragons, Kygo)

FormazioneModifica

Imagine Dragons
Produzione
  • Alex da Kid – produzione esecutiva; produzione e ingegneria del suono (tracce 3, 8, 9 e 11)
  • Imagine Dragons – produzione (tracce 6 e 14 edizione deluxe)
  • Mattman & Robin – produzione e ingegneria del suono (tracce 1, 4 e 10)
  • Jorgen Odegard – produzione (tracce 2 e 5), ingegneria del suono (traccia 5), missaggio (traccia 2)
  • John Hill – produzione (traccia 7)
  • Jayson DeZuzio – produzione (tracce 8 e 11)
  • Tim Randolph – produzione (tracce 4 e 15 edizione deluxe), ingegneria del suono (traccia 15 edizione deluxe)
  • Ido Zmishlany – produzione e ingegneria del suono (traccia 12)
  • Joel Little – produzione e ingegneria del suono (traccia 13 edizione deluxe)
  • Kygo – produzione e ingegneria del suono (traccia 13 edizione fisica)
  • Dan Reynolds – ingegneria del suono (tracce 3, 8, 9 e 11)
  • Wayne Sermon – ingegneria del suono (tracce 4 e 5)
  • Rob Cohen – ingegneria del suono (traccia 7)
  • Sean Cook – ingegneria del suono (traccia 15 edizione deluxe)
  • David Tolomei – ingegneria del suono (traccia 15 edizione deluxe)
  • Serban Ghenea – missaggio (eccetto tracce 2, 3, 8, 9, 11 e 12)
  • Manny Marroquin – missaggio (tracce 3, 8, 9 e 11)
  • Mark Needham – missaggio (traccia 12)
  • Randy Merrill – mastering

ClassificheModifica

Classifiche di fine annoModifica

Classifica (2019) Posizione
Messico[25] 41
Portogallo[27] 40
Repubblica Ceca[28] 9
Slovacchia[29] 5
Spagna[30] 95
Classifica (2020) Posizione
Belgio (Vallonia)[31] 176
Francia[32] 125

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Imagine Dragons: Origins review – rock-pop cliches and cod profundities, su theguardian.com, The Guardian, 8 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  2. ^ (EN) Imagine Dragons - Origins (Album Review), su crypticrock.com, Cryptic Rock. URL consultato il 19 novembre 2018.
  3. ^ (EN) Album Review: Imagine Dragons releases substandard album in 'Origins', su thepostathens.com, The Post, 15 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  4. ^ (DE) Imagine Dragons - Origins (★★★★): Terug naar hun eigen origin?, su dansendeberen.be, Dansende Beren, 8 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  5. ^ (DA) Origins, su IFPI Danmark. URL consultato il 26 maggio 2020.
  6. ^ (DE) Imagine Dragons - Origins – Gold-/Platin-Datenbank, su Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 20 gennaio 2021.
  7. ^ (EN) Origins, su British Phonographic Industry. URL consultato il 28 agosto 2020.
  8. ^ (FI) IMAGINE DRAGONS JULKAISI VIIDENNEN ALBUMINSA, su universalmusic.fi, Universal Music Finland. URL consultato il 16 settembre 2021 (archiviato dall'url originale il 16 settembre 2021).
  9. ^ (FR) Imagine Dragons - Origins – Les certifications, su SNEP. URL consultato il 1º giugno 2021.
  10. ^ Origins (certificazione), su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 23 dicembre 2019.
  11. ^ (PL) bestsellery i wyróżnienia, su Związek Producentów Audio-Video. URL consultato l'8 aprile 2019.
  12. ^ (EN) Imagine Dragons - Origins – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 1º settembre 2021.
  13. ^ a b (EN) Imagine Dragons Announce New Album 'Origins', su billboard.com, Billboard, 4 ottobre 2018. URL consultato il 6 novembre 2018.
  14. ^ a b (EN) Origins - Imagine Dragons, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 9 novembre 2018.
  15. ^ (EN) Imagine Dragons’s ‘Origins’ proves unsurprisingly subpar, su michigandaily.com, Michigan Daily, 15 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  16. ^ (EN) Imagine Dragons - Origins, su metacritic.com, Metacritic. URL consultato il 21 novembre 2018.
  17. ^ (EN) Imagine Dragons, Origins album review: Dan Reynolds flexes his songwriting muscles, su independent.co.uk, The Independent, 7 novembre 2018. URL consultato il 7 novembre 2018.
  18. ^ (EN) Imagine Dragons Hope to Eliminate Solitude in Our Modern Existence on 'Origins', su popmatters.com, PopMatters, 15 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  19. ^ (EN) Review: Imagine Dragons - Origins, su sputnikmusic.com, Sputnikmusic, 9 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  20. ^ (EN) ARIA Albums Chart - Week Commening 19 November, 2018 (PDF), su cdn.aria.com.au, ARIA Charts. URL consultato il 18 novembre 2018.
  21. ^ a b c d e f g h i j k l m (NL) Imagine Dragons - Origins, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 27 novembre 2018.
  22. ^ a b c d (EN) Imagine Dragons Chart History, su Billboard. URL consultato il 20 novembre 2018.
  23. ^ (EN) Official Irish Albums Chart Top 50: 16 November 2018 - 22 November 2018, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 18 novembre 2018.
  24. ^ Database Top of the Music - Imagine Dragons, su fimi.it, FIMI. URL consultato il 18 novembre 2018.
  25. ^ a b (ES) Los Mas Vendidos - 2019, su centrodedesarrollodigital.com, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 26 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2020).
  26. ^ (EN) Imagine Dragons, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 18 novembre 2018.
  27. ^ (PT) TOP AFP/AUDIOGEST - Semanas 01 a 52 de 2019 - De 28/12/2018 a 26/12/2019 (PDF), su audiogest.pt, Associação Fonográfica Portuguesa. URL consultato il 10 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2020).
  28. ^ (CS) TISKOVÁ ZPRÁVA: VÝSLEDKY TRHU 2019 – ČESKÁ REPUBLIKA (PDF), su ifpicr.cz, ČNS IFPI. URL consultato il 3 luglio 2020 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2020).
  29. ^ (CS) TISKOVÁ ZPRÁVA: VÝSLEDKY TRHU 2019 – SLOVENSKO (PDF), su ifpicr.cz, ČNS IFPI. URL consultato il 3 luglio 2020 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2020).
  30. ^ (EN) Top 100 Albums Annual - 2019, su El portal de Música. URL consultato il 5 febbraio 2020.
  31. ^ (FR) Rapports Annuels 2020, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  32. ^ (FR) Top de l'année: Top Albums 2020, su snepmusique.com, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato l'11 gennaio 2021.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica