Apri il menu principale

Pedro Muñoz (ciclista)

ciclista su strada spagnolo
(Reindirizzamento da Pedro Muñoz Machín Rodríguez)
Pedro Muñoz Machín Rodríguez
Nazionalità Spagna Spagna
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1991
Carriera
Squadre di club
1980Fosforera-Vereco
1980-1983Zor
1984Teka
1985-1988Fagor
1989-1990ONCE
1991Artiach
Nazionale
1982-1984 Spagna Spagna
 

Pedro Muñoz Machín Rodríguez (Mieres, 6 novembre 1958) è un ex ciclista su strada spagnolo. Professionista dal 1980 al 1991, giunse secondo alla Vuelta a España 1981 e vinse la maglia verde, simbolo della classifica scalatori, al Giro d'Italia 1986. In entrambe le corse ottenne anche un successo di tappa.

CarrieraModifica

Muñoz passò professionista nel 1980 con la Fosforera/Zor, distinguendosi come scalatore e vincendo una tappa montana della Vuelta a Asturias. L'anno seguente ottenne altre quattro vittorie tra cui un'altra tappa della corsa asturiana che concluderà sul terzo gradino del podio. Fu inoltre secondo nella Volta a la Comunitat Valenciana e nell'Escalada a Montjuich. Alla Vuelta a España fu secondo nella classifica generale a soli ventitré anni dietro a Giovanni Battaglin e vinse anche una tappa, la quindicesima.

Nel 1982 centrò un secondo posto nella Volta Ciclista a Catalunya, mentre deluse sia al Giro d'Italia che alla Vuelta. Vinse sei corse fra cui due tappe alla Setmana Catalana, oltre a salire ancora sul podio nell'Escalada a Montjuich ed anche nella classica Subida al Naranco. L'anno dopo vinse la Vuelta a Castilla e la Vuelta a Asturias e si classificò undicesimo al Giro d'Italia arrivando terzo nella speciale classifica degli scalatori. Nel 1984, appena passato alla Teka, puntò invece sul Tour de France, che concluse ottavo nella generale e secondo nella classifica dei giovani dietro a Greg LeMond, ottenendo inoltre diversi piazzamenti nei dieci nell'ultima settimana di corsa.

Nella stagione 1985 ottenne vittorie di tappa alla Parigi-Nizza (conclusa in quinta posizione) e alla Vuelta al País Vasco mentre non portò a termine né la Vuelta né il Tour. Nel 1986 arrivò decimo al Giro d'Italia, del quale vinse una tappa e anche la classifica degli scalatori, e si ritirò nuovamente al Tour. Nel biennio successivo non ottiene vittorie ma solo buoni piazzamenti in varie corse a tappe. Centrò la sua ultima vittoria in carriera nel 1989 imponendosi in una tappa alla Vuelta a Burgos per poi ritirarsi nel 1991 dopo un'ultima stagione incolore alla Artiach.

PalmarèsModifica

Altri successiModifica

Classifica GPM Giro d'Italia

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

1980: ritirato
1981: 41º
1982: ritirato
1983: 11º
1986: 10º
1987: 18º
1984: 8º
1985: ritirato
1986: ritirato
1987: 22º
1988: ritirato
1980: 27º
1981: 2º
1982: 25º
1983: 8º
1984: ritirato
1985: ritirato
1986: 34º
1987: ritirato

Classiche monumentoModifica

Competizioni mondialiModifica

Goodwood 1982 - In linea: 22º
Barcellona 1984 - In linea: 26º

Collegamenti esterniModifica