Apri il menu principale
Percile
comune
Percile – Stemma Percile – Bandiera
Percile – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
Città metropolitanaProvincia di Roma-Stemma.png Roma
Amministrazione
SindacoVittorio Cola (lista civica) dal 5-6-2016
Territorio
Coordinate42°05′41″N 12°54′31″E / 42.094722°N 12.908611°E42.094722; 12.908611 (Percile)Coordinate: 42°05′41″N 12°54′31″E / 42.094722°N 12.908611°E42.094722; 12.908611 (Percile)
Altitudine575 m s.l.m.
Superficie17,76 km²
Abitanti231[1] (31-3-2018)
Densità13,01 ab./km²
FrazioniVia Piana
Comuni confinantiCineto Romano, Licenza, Mandela, Orvinio (RI), Scandriglia (RI), Vallinfreda
Altre informazioni
Cod. postale00020
Prefisso0774
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT058076
Cod. catastaleG444
TargaRM
Cl. sismicazona 2B (sismicità media)
Nome abitantipercilesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Percile
Percile
Percile – Mappa
Posizione del comune di Percile nella città metropolitana di Roma Capitale
Sito istituzionale

Percile è un comune italiano di 231 abitanti della città metropolitana di Roma Capitale nel Lazio.

Panoramica di Percile

Indice

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Percile sorge a 575 metri di altezza sul livello del mare, sui monti Lucretili, all'interno del parco regionale naturale dei Monti Lucretili.

Il territorio è prevalentemente montuoso con un'altimetria che varia tra i 600 e 1.000 metri. Le cime più elevate del territorio comunale sono quelle del Colle Vettone, 782 metri, Colle Morrone, 816 metri, Colle Morello, 895 metri, Colle Serranile, 786 metri, Cimata di Percile, 1044 metri, le Serre, 1026 metri, Colle dei Cerri, 775 metri.[2]

Nel suo territorio si trovano due piccoli laghi detti Lagustelli, ed alcuni torrenti di modesta lunghezza, come il Fosso Licenza (il principale, che confluisce nell'Aniene a Vicovaro), il Fosso della Prata, il Fosso Rosciella e il Fosso delle Foche.

ClimaModifica

StoriaModifica

Secondo alcune fonti il nome di Percile deriva dal nome della gens romana Porcia.

Del periodo romano rimane come testimonianza una stele marmorea di una fanciulla di età di circa 7 anni, il quale monumento ricorda anche vari personaggi locali.

Dopo l'età classica romana che caratterizzava le case di Percile raggruppate in Villae e Pagus, gli abitanti cominciarono a costruire delle case intorno a delle chiesette ed a delle pievi. Però le prime notizie certe sul paese sono datare tra il 314 ed il 335 nella biografia di San Silvestro I.

Nel X secolo, nei dintorni del paese furono costruiti dei castelli per favorire la difesa dei paesi dei dintorni.

Dal 1011 al 5 maggio 1275 si susseguirono varie vicissitudini feudali:

Nel XIX secolo, dopo la battaglia di Mentana, dei garibaldini si rifugiarono a Percile, come attestano dei toponimi di vie.

La prima guerra mondiale fece 27 vittime di soldati di Percile, mentre nella seconda guerra mondiale il paese fu bombardato dai nazisti costringendo gli abitanti a ripararsi alla meglio in grotte e capanne site nei paraggi del paese.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture civiliModifica

  • Palazzo baronale

Aree naturaliModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

 

CulturaModifica

IstruzioneModifica

MuseiModifica

  • Museo Preistorico Naturalistico del Parco dei Monti Lucretili.[4]

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

AmministrazioneModifica

Dal 1816 al 1870 fece parte della Comarca di Roma, una suddivisione amministrativa dello Stato Pontificio.

Altre informazioni amministrativeModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica