Apri il menu principale

Richard Arlen

attore statunitense

BiografiaModifica

Trasferitosi a Los Angeles dopo la fine della prima guerra mondiale, Richard Arlen fece il fattorino in un laboratorio cinematografico[1]. Un lieve incidente stradale occorsogli mentre si trovava su un veicolo di proprietà della Paramount attirò si di lui l'attenzione della predetta casa produttrice, che lo scritturò dapprima come comparsa[1].

Dopo una serie di ruoli secondari in pellicole mute, fra le quali L'aquila dei mari (1926)[1], nella seconda metà degli anni venti Arlen giunse alla notorietà quando venne scelto per il ruolo di protagonista nel film bellico Ali (1927) che il regista William A. Wellman dedicò agli eroi dell'aria, e in cui Arlen poté sfruttare l'esperienza acquisita in aviazione durante la guerra[1].

Molto richiesto per personaggi di eroe duro e cinico, grazie anche al suo fisico atletico e prestante, Arlen vide il declino della propria carriera negli anni quaranta[1]. Dopo essersi dedicato prevalentemente alla televisione e al teatro[1], tornò sporadicamente sul grande schermo, prevalentemente in pellicole western come Ultima notte a Warlock (1959), Lo sperone nero (1965), La città senza legge (1965).

Richard Arlen morì il 28 marzo 1976 a North Hollywood, per un enfisema. È sepolto all'Holy Cross Cemetery a Culver City[2].

Premi e riconoscimentiModifica

Per il suo contributo all'industria cinematografica americana, Richard Arlen ha una stella sull'Hollywood Walk of Fame, al 6755 di Hollywood Blvd.

Filmografia parzialeModifica

Doppiatori italianiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f Il chi è del cinema, De Agostini, 1984, Vol. I, pag. 17
  2. ^ Find a Grave

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN67948702 · ISNI (EN0000 0000 7326 8973 · LCCN (ENn86075617 · BNF (FRcb146595815 (data) · WorldCat Identities (ENn86-075617