Apri il menu principale
Un S-300 alla parata militare del 2009

S-300 è una serie di sistemi missilistici terra-aria a lungo raggio realizzati in Unione Sovietica e Russia a partire dall'S-300P (versione base). Prodotti dalla NPO Almaz, sono stati sviluppati per contrastare i velivoli ed i missili da crociera nemici. Versioni successive sono efficaci anche contro i missili balistici.

Il sistema S-300 venne schierato per la prima volta nel 1979 in Unione Sovietica per la difesa dei grandi centri industriali ed amministrativi, di basi militari, oltre che per il controllo dello spazio aereo nazionale.

La responsabile dello sviluppo dei sistemi S-300 è la già citata azienda russa Almaz, di proprietà del governo (conosciuta anche come KB-1), che è parte della Almaz-Antei. I missili utilizzati da questi sistemi antiaerei sono stati sviluppati dall'ufficio tecnico "Fakel", una distinta azienda governativa nota anche come OKB-2.

L'S-300 è considerato un avanzato sistema missilistico antiaereo.[1] I suoi radar sono in grado di inseguire circa 100 bersagli, potendo ingaggiarne 12/24/36[2]. Esso è in grado di raggiungere una gittata di 150-200 o 300 km[3] e può distruggere perfino i missili balistici. L'unità di comando si trova ad una distanza di 30–40 km dagli altri elementi del sistema di combattimento. I sistemi sono completamente automatici.[4] Il tempo di dispiegamento di questo tipo di missili è di cinque minuti[5]. Una versione potenziata del sistema S-300 è il sistema S-400, conosciuto in Occidente con il nome in codice NATO di SA-21 Growler. Questi sono entrati in servizio nel 2004.

Riepilogo dei sistemi S-300Modifica

Di seguito sono elencati i missili della famiglia S-300. Tra parentesi, i relativi nomi in codice NATO dei modelli principali.

Famiglia
S-300
S-300V
(SA-12 Gladiator/Giant)
S-300P
(SA-10 Grumble)
S-300F
(SA-N-6 Grumble)
S-300V1
S-300V2
S-300PT
S-300PS
Fort
Rif
S-300VM
(SA-23 Gladiator\Giant)
S-300PT-1
S-300PM
S-300PMU
Fort-M
Rif-M
Favorit-S
S-300VM1
S-300VM2
S-300PT-1A
S-300PM1
S-300PMU-1
(SA-20 Gargoyle)
Antey 2500
S-300PM2
S-300PMU2
Favorit
S-300VMD
S-400
( SA-21 Growler)

UtilizzatoriModifica

  Venezuela
1 batteria su 3 lanciatori e 225 missili operativa dal 2014 ed in servizio al settembre 2018.[6]
  Siria[7]

NoteModifica

  1. ^ International Assessment and Strategy Center > Research > Almaz S-300 – China's “Offensive” Air Defense Archiviato il 28 settembre 2011 in Internet Archive..
  2. ^ Система С-300П, su soldiering.ru. URL consultato il 29 dicembre 2013 (archiviato il 29 giugno 2013).
  3. ^ В ПВО Сухопутных войск России поступят новые модификации зенитной ракетной системы С-300В, su army.lv. URL consultato il 29 dicembre 2013 (archiviato il 29 giugno 2013).
  4. ^ Зенитные ракетные системы ряда С-300П | История систем ПВО и ПРО, su raspletin.ru. URL consultato il 29 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2013).
  5. ^ Almaz S-300 – China's “Offensive” Air Defense, su strategycenter.net. URL consultato il 7 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2011).
  6. ^ "Le Forze Armate venezuelane" - "Rivista italiana difesa" N. 9 - 09/2018 pp. 56-67
  7. ^ Arrivano in Siria i primi missili anti aerei S-300 russi. L’ira di Israele, su secoloditalia.it.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica