Apri il menu principale

San Pellegrino in Alpe

frazione del comune italiano di Castiglione di Garfagnana ed exclave di Frassinoro
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo santo, vedi Pellegrino delle Alpi.
San Pellegrino in Alpe
frazione
San Pellegrino in Alpe – Stemma
San Pellegrino in Alpe – Veduta
Santuario di San Pellegrino in Alpe
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Lucca-Stemma.png Lucca
Provincia di Modena-Stemma.png Modena
ComuneCastiglione di Garfagnana-Stemma.png Castiglione di Garfagnana
Frassinoro-Stemma.png Frassinoro
Territorio
Coordinate44°11′31.22″N 10°28′54.84″E / 44.192006°N 10.4819°E44.192006; 10.4819 (San Pellegrino in Alpe)Coordinate: 44°11′31.22″N 10°28′54.84″E / 44.192006°N 10.4819°E44.192006; 10.4819 (San Pellegrino in Alpe)
Altitudine1 525 m s.l.m.
Abitanti38
Altre informazioni
Cod. postale55033
Prefisso0583
Fuso orarioUTC+1
PatronoSan Pellegrino delle Alpi
Giorno festivo1º agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Pellegrino in Alpe
San Pellegrino in Alpe

San Pellegrino in Alpe è una frazione, divisa tra i comuni di Castiglione di Garfagnana (provincia di Lucca) e di Frassinoro (provincia di Modena), di cui costituisce una exclave, situato a 1525 m s.l.m., sul versante appenninico della valle.

StoriaModifica

Il luogo è legato ad una leggenda locale: si narra che San Pellegrino delle Alpi, tentato dal Diavolo, dopo aver perso la pazienza, gli sferrò un tremendo schiaffo, facendogli attraversare l'intera valle, fino a farlo sbattere contro le Alpi Apuane. Queste vennero oltrepassate e bucate dal corpo del Diavolo, lasciando come traccia il Monte Forato (1234 m s.l.m.), un arco naturale di pietra lungo 15 m ed alto 12 m visibile, per l'appunto, da San Pellegrino in Alpe.

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

È il centro abitato non comunale permanente posto alla maggiore altitudine dell'intera catena montuosa appenninica[1][2], adagiato su uno dei versanti dell'Alpe di San Pellegrino (1701 m s.l.m.), facilmente raggiungibile dal paese tramite sentieri escursionistici. Sorto nel Medioevo intorno all'omonimo Santuario di San Pellegrino, attualmente visitabile ed in ottimo stato di conservazione, spaccato a metà tra le due province di Modena e Lucca, nel paese è allestito, vicino al santuario, un museo dedicato alla civiltà contadina locale.

È raggiungibile dall'Emilia attraverso il Passo delle Radici, 1529 m s.l.m. (uno dei passi alla maggiore altitudine della Toscana) e dalla Toscana attraverso la provinciale che sale in maniera molto ripida dalla Garfagnana. Dal paese si gode un ampio panorama sulla Garfagnana e sulle Alpi Apuane.

SportModifica

CiclismoModifica

La salita di San Pellegrino in Alpe, lato toscano, presenta tratti estremamente difficili con punte di pendenza al 18% rendendola una delle salite più difficili dell'intero Appennino. È stata più volte affrontata al Giro d'Italia nelle edizioni 1989, 1995, 2000[3].

Anno Tappa Vincitore di tappa Maglia Rosa
1989 21ª: La Spezia > Prato   Gianni Bugno   Laurent Fignon
1995 11ª: Pietrasanta > Il Ciocco   Enrico Zaina   Tony Rominger
2000 17ª: Prato > Abetone   Francesco Casagrande   Francesco Casagrande

NoteModifica

  1. ^ Il paese di undici anime conteso fra Emilia e Toscana, in Il Giornale, 14 novembre 2016.
  2. ^ se si escludono centri a vocazione prettamente turistica come Campoforogna
  3. ^ http://www.ilnuovociclismo.com/forum/Thread-San-Pellegrino-in-Alpe

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN156071493 · LCCN (ENn90720584 · WorldCat Identities (ENn90-720584