Apri il menu principale

Sottozero

film del 1987 diretto da Gian Luigi Polidoro
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il film del 1930 con Stanlio & Ollio, vedi Sotto zero.
Sottozero
Sottozero.png
Angelo Infanti e Jerry Calà in una scena del film
Paese di produzioneItalia
Anno1987
Durata93 min
Generecommedia
RegiaGian Luigi Polidoro
SoggettoRodolfo Sonego
SceneggiaturaRodolfo Sonego
ProduttoreClaudio Bonivento
FotografiaRoberto Forges Davanzati
MontaggioRaimondo Crociani, Laura Caccianti
MusicheUmberto Smaila
ScenografiaLuciano Spadoni, Renato Lori
CostumiLuciana Marinucci, Roberta Guidi Di Bagno
TruccoLuciano Giustini
Interpreti e personaggi

Sottozero è un film del 1987, diretto da Gian Luigi Polidoro.

Indice

TramaModifica

Luigi, un operaio veneto, sogna di comperare un bar prospiciente la propria abitazione per mettersi in proprio, e fa carico delle proprie frustrazioni la moglie, la quale, in un momento di debolezza, lo tradisce con un venditore di polizze assicurative. Dopo averlo scoperto egli lo insegue con la moto, dopo che questi ha anche sottratto un antico orologio appartenuto al padre, ma, una volta entrato in un bar, sente un italiano, emigrato tempo addietro in Norvegia, il quale racconta della possibilità di grandi guadagni lavorando per le imprese che estraggono petrolio nel mare del Nord.

Con la prospettiva di realizzare il guadagno necessario all'acquisto del bar Luigi parte alla volta della Norvegia e, dopo un lungo viaggio in treno, giunge ad una base petrolifera dove inizia a lavorare; la paga è ottima ma la solitudine lo opprime, aumentata dalla sua non conoscenza delle lingue che gli impedisce di socializzare.

Durante la sua permanenza viene a sapere che, in un turno differente dal suo, lavora nella stessa azienda Antonio, un altro italiano, con il quale, dopo un lungo girovagare alla sua ricerca, riesce ad incontrarsi ed a lavorare insieme in un'altra società. Questi è un romano di bell'aspetto, latin lover, che conduce una vita dissoluta e senza freni, giocandosi a carte od alla roulette tutto l'ingente guadagno e Luigi scopre, senza rivelarglielo, l'orologio trafugato nella sua casa.

Dopo un incidente alla piattaforma dove entrambi rischiano di morire, e dopo avere saputo di un incidente stradale nel quale la moglie si è fratturata la gamba, scoprendo anche che la polizza assicurativa offerta da Antonio era truffaldina, Luigi decide di ritornare in Italia, dopo avere vinto una grossa somma di denaro in una partita a poker, e prima di partire riesce a scoprire che Antonio si trovava in quel bar in quanto "inseguito dal marito della donna al quale aveva venduto la polizza, dopo avere avuto un rapporto sessuale con lei", comprendendo quanto è realmente successo e riuscendo a farsi regalare l'orologio da Antonio.

Rientrato a casa in Italia, la sera si corica e gli cade per sbaglio l'orologio. Paola capisce che Luigi ha scoperto tutto ma entrambi decidono di lasciarsi alle spalle quanto è successo e di cominciare la loro nuova vita insieme.

ProduzioneModifica

RipreseModifica

Il film è stato girato in Norvegia nel comune di Alta[1].

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica