Apri il menu principale
TAI Hürkuş
TAI, TC-VCI, TAI-HURKUS-B (35293000810).jpg
L'Hürkuş-B al Salone di Le Bourget nel 2017
Descrizione
Tipoaddestratore basico
Equipaggio2
CostruttoreTurchia TAI
Data primo volo12 dicembre 2013 Hürkuş-A[1]
10 settembre 2014 Hürkus-B[1]
Utilizzatore principaleTurchia Türk Hava Kuvvetleri
Sviluppato dalKAI KT-1
Dimensioni e pesi
Lunghezza11,17 m
Apertura alare9,96 m
Altezza3,70 m
Propulsione
Motoreun turboelica Pratt & Whitney Canada PT6A-68T[1]
Potenza1600 shp (1200 kW)[1]
Prestazioni
Velocità max574 km/h[1]
Velocità di salita22 m/s[1]
Corsa di decollo489 m[1]
Atterraggio593 m[1]
Autonomia4,15 h[1]
Raggio di azione1 478 km[1]
Tangenza10 577 m[1]
voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il TAI Hürkuş è un addestratore basico monomotore turboelica, ad ala bassa, progettato e sviluppato dall'azienda turca Turkish Aerospace Industries (TAI). Si tratta di un addestratore basico della stessa classe degli Embraer e Pilatus.

Indice

Storia del progettoModifica

Il contratto per il programma di sviluppo della nuova generazione di addestratori di base HÜRKUŞ fu firmato nel marzo del 2006, tra il Sottosegretariato alla difesa per le industrie, Savunma Sanayii Müsteşarlığı, e la TAI.[1] L'aereo, oltre ad essere in grado di svolgere missioni di addestramento e navigazione, doveva essere in grado di svolgere missioni sia diurne che notturne.[1] Per la propulsione, fu scelta la stessa turboelica degli aerei con cui sarebbe andato in competizione, ovvero una Pratt & Whitney Canada PT6A-68T con una potenza di 1600 cavalli, dotata di un'elica in alluminio a cinque pale HC-B5MA-3 della statunitense Hartzell Propeller.[1][2] Fu deciso di svilupparne due versioni, Hürkus-A ed Hürkus-B. La prima destinata al mercato civile ha ricevuto nel 2016 un certificato di convalida del tipo CS-23 dall'Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA) e un certificato di tipo aereo dalla Direzione generale dell'Aviazione civile (DGCA) della Turchia. La seconda denominata Hürkus-B destinata alla formazione dei piloti destinati alla linea caccia. L'Hürkuş-B, oltre ad essere più leggero di 100kg e dotato di winglets, è provvisto di sediolini eiettabili Martin-Baker Mk T-16 N 0/0, abitacolo posteriore ad alta visibilità, abitacolo ergonomico progettato per piloti di diverse dimensioni fisiche, sistema di pressurizzazione dell'abitacolo, sistema di generazione dell'ossigeno integrato (OBOGS), sistema anti-g, sistema di climatizzazione dell'abitacolo e comandi HOTAS, schermi multifunzione ed un Lite Head-Up Display (HUD) di BAe Systems.[1][3][2] L'Hürkuş-B è oggetto di un ordine per 10 esemplari della versione Hürkus-B (più un'opzione per ulteriori 40 esemplari) da parte della Türk Hava Kuvvetleri, l'aeronautica militare della Turchia.[2] A febbraio 2017 fu presentato l'Hürcuş-C, variante armata da attacco leggero e ricognizione dotata di 7 punti di attacco esterni per missili, razzi, bombe e serbatoi per un carico utile di 1500kg.[1][4] Questa è dotata di torretta con sensori elettro-ottici, abitacolo corazzato, sistemi di autoprotezione, cockpit digitale compatibile con strumentazione per la visione notturna e sistemi avionici avanzati.[1][4] L'armamento comprende il missile controcarro Rocketsan Lumtas, bombe di caduta, por per mitragliatrici, razzi guidati da 70 mm Cirit e bombe con kit di guida INS/GPS Teber.[5]

VersioniModifica

  • Hürkuş-A: versione base destinata al mercato civile che deve essere certificata dall'EASA (Agenzia europea per la sicurezza aerea) in base ai requisiti CS-23;[1][2]
  • Hürkuş-B: versione avanzata con avionica integrata (inclusi HUD, MFD e computer di missione) winglets alle estremità alari e sedili eiettabili Martin-Baker Mk T-16 N 0/0;[1][2]
  • Hürkuş-C: versione sviluppata, oltre che per le missioni di addestramento dei piloti, per fornire una soluzione a basso costo e ad alta precisione alle missioni di attacco leggero/ricognizione armata;[1][4]

UtilizzatoriModifica

  Turchia
10 aerei della versione Hürkus-B ordinati, più un'opzione per ulteriori 40 esemplari.[1][6][2]

Velivoli comparabiliModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u "HÜRKUŞ", su tai.com.tr, URL consultato il 4 maggio 2018.
  2. ^ a b c d e f "Vola l'Hurkus-B" - "Rivista italiana difesa" N. 3 - 03/2018 pag. 12
  3. ^ "DSEI 2017: BAE SYSTEMS MARKS LITEHUD FIRST-FLIGHT MILESTONES", su janes.com, 14 settembre 2017, URL consultato il 4 maggio 2018.
  4. ^ a b c ARMED TRAINER ROLLS OUT - IDEX17D4", su janes.com, 21 febbraio 2017, URL consultato il 4 maggio 2018.
  5. ^ "Pronto l'LCA Hurkus-C" - "Rivista italiana difesa" N. 2 - 02/2019 pag. 15
  6. ^ "Vola l'addestratore turco Hürkus-B" - "Aeronautica & Difesa" N. 377 - 03/2018 pag. 71

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale, su tai.com.tr. URL consultato il 4 maggio 2018 (archiviato dall'url originale il 19 giugno 2012).