Tik Tok (Kesha)

singolo di Kesha del 2009

Tik Tok (reso graficamente come TiK ToK) è un singolo della cantautrice statunitense Kesha, pubblicato il 7 agosto 2009 come primo estratto dal primo album in studio Animal.

Tik Tok
singolo discografico
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaKesha
Pubblicazione7 agosto 2009
Durata3:20
Album di provenienzaAnimal
GenereElettropop[1]
EtichettaRCA
ProduttoreDr. Luke, Benny Blanco
Registrazione2009
FormatiCD, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroBandiera della Finlandia Finlandia[2]
(vendite: 5 910+)
Bandiera della Francia Francia[3]
(vendite: 150 000+)
Dischi di platinoBandiera dell'Australia Australia (9)[4]
(vendite: 630 000+)
Bandiera dell'Austria Austria[5]
(vendite: 30 000+)
Bandiera del Belgio Belgio[6]
(vendite: 30 000+)
Bandiera del Canada Canada (7)[7]
(vendite: 560 000+)
Bandiera della Danimarca Danimarca[8]
(vendite: 30 000+)
Bandiera della Germania Germania (3)[9]
(vendite: 900 000+)
Bandiera del Giappone Giappone[10]
(vendite: 250 000+)
Bandiera dell'Italia Italia (2)[11]
(vendite: 60 000+)
Bandiera del Messico Messico[12]
(vendite: 60 000+)
Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda (2)[13]
(vendite: 30 000+)
Bandiera del Regno Unito Regno Unito (2)[14]
(vendite: 1 200 000+)
Bandiera della Spagna Spagna[15]
(vendite: 60 000+)
Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti (8)[16]
(vendite: 8 000 000+)
Bandiera della Svezia Svezia[17]
(vendite: 40 000+)
Bandiera della Svizzera Svizzera[18]
(vendite: 30 000+)
Kesha - cronologia
Singolo precedente
(2009)
Singolo successivo
(2010)
Logo
Logo del disco Tik Tok
Logo del disco Tik Tok

Il brano ha raggiunto il successo mondiale nel gennaio 2010 e, con circa 15 milioni di copie vendute,[19] di cui 12,8 nel 2010, è il singolo di maggior successo di Kesha nelle classifiche musicali di tutto il mondo e anche il singolo più venduto a livello mondiale nel 2010.[20]

Descrizione modifica

La canzone, scritta da Lukasz "Dr. Luke" Gottwald, Benjamin Levin e Kesha,[21] ha anticipato l'album di debutto della cantante Animal, pubblicato il 22 gennaio 2010.[22] Nel brano è presente un sample del brano Five Minutes of Funk dei Whodini e la cantante fa uso dell'Auto-Tune.[23] La canzone è stata pubblicata come singolo digitale il 7 agosto 2009 e trasmessa per la prima volta nelle radio americane il 5 ottobre. Durante un'intervista a PopEater Kesha ha dichiarato che la canzone descrive la sua vita reale: il testo giunse spontaneamente e brevemente dopo una serata trascorsa con gli amici.[24]

Il singolo è stato pubblicato in tutto il mondo raggiungendo ragguardevoli posizioni in classifiche. Il 28 novembre 2009 è entrato ufficialmente nella classifica della programmazione radio e in quella dei singoli italiani.[25]

Tik Tok è stata utilizzata come sigla d'apertura dell'episodio Videosorveglianza e reality show de I Simpson in una lunga sequenza in cui tutti i personaggi della serie cantavano il brano.[26] Si tratta della prima volta nella storia della serie in cui la classica sigla è stata sostituita da un'altra canzone.[27] È stata utilizzata anche come colonna sonora in uno spot della Peugeot 107.

Tik Tok è la canzone che ha fatto maggiormente successo negli Stati Uniti in tutto l'arco del 2010 classificandosi alla prima posizione della classifica di fine anno statunitense.[28]

Video musicale modifica

Il videoclip, diretto da Sindrome,[29] inizia in un ambiente domestico; la cantante, che ha passato la notte in una vasca da bagno, in una casa a lei non familiare, si alza stordita dalla vasca e si avvicina allo specchio. Si lava i denti con uno spazzolino da denti non suo e con del Jack Daniel's, la cui bottiglia sta per terra. Esce fuori dal bagno. Uscendo fa cadere una cornice, osserva i quadri appesi alle pareti, si siede sulle scale interne della casa e si infila lo stivale mancante. Entra in cucina dove trova una famiglia intenta a fare colazione: la madre, per lo spavento di avere una sconosciuta a casa, fa cadere il vassoio dei pancake a terra. La cantante, dopo aver lanciato uno sguardo disgustato alla famiglia, esce di casa e si avvicina a una bicicletta dorata parcheggiata nel vialetto. Si mette il cappotto e scappa con la bicicletta per strada. Dopo un po' si ferma e baratta la bicicletta con uno stereo boombox. Il video riprende con Kesha seduta sul marciapiede di un vicolo dove riceve delle avance da un ragazzo, che però viene rifiutato. Arriva un tipo bizzarro di nome Barry, interpretato da Simon Rex, alla guida di una Pontiac Trans Am dorata del 1978 e dà un passaggio alla cantante lungo le vie della città. Kesha prova con lui le sue tattiche di seduzione, ma questi non sembra interessato. Più tardi vengono fermati dalla polizia, la quale vuole arrestare Kesha. Infatti si vede un poliziotto che la fa piegare ammanettata sul cofano della macchina. Il video riprende con Kesha libera nella macchina che balla tranquillamente in piedi, con un paio di manette appese al polso. Gioca con le manette, schernisce il pubblico e continua a ballare. Successivamente Kesha si ritrova in una stanza a piedi in aria, con una pelliccia e un cappotto leggero che balla mentre le cadono addosso dei pezzi di glitter dorati. Poi esce dalla stanza ed entra in un'altra dicendo: "No, la festa non inizia finché io non ci sono!", e qui continua a ballare con gli altri presenti in quella festa. Si rivede l'uomo che guidava la Trans Am che abbraccia Kesha. La cantante si risveglia in una casa di messicani, sempre all'interno di una vasca da bagno, come in estasi.

Il video ha ottenuto la certificazione Vevo.

Successo commerciale modifica

Nord America modifica

Negli Stati Uniti Tik Tok ha debuttato nella settimana del 24 ottobre 2009 alla settantanovesima posizione.[30] La canzone ha cavalcato la classifica ed è diventata la prima numero uno del decennio 2010-20. Nelle settimana terminante il 27 dicembre 2009, ha venduto ben 610.000 copie diventando la canzone più venduta in una settimana per un'artista femminile e la seconda più venduta dietro a Right Round di Flo Rida.[31] Questo record è stato battuto da We Are Never Ever Getting Back Together di Taylor Swift nel 2012, che ha venduto 623.000 nella sua settimana di debutto. Nonostante le grandi vendite, il singolo non ha raggiunto la prima posizione, ma l'ha raggiunta la settimana successiva e l'ha tenuta per nove settimane consecutive, diventando così la più lunga permanenza alla numero uno per un singolo di debutto di un'artista femminile dal 1977.[32] Inoltre nella settimana terminata il 6 febbraio 2010 Tik Tok ha raggiunto la numero uno nella Pop Songs[33] ed è stata mandata in onda 12.224 volte, diventando il più alto numero di giri per una canzone negli ultimi diciassette anni battendo il record di 10.859 giri ricevuti da Bad Romance di Lady Gaga la settimana prima.[34] A giugno 2011 il singolo aveva venduto oltre le 5.900.000 copie negli Stati Uniti. Ad agosto 2012, il singolo aveva venduto oltre le 6.332.000 negli Stati Uniti.[35] In Canada il singolo ha debuttato alla sessantasettesima posizione[36] e ha conquistato la vetta nella settimana del 21 novembre 2009[37], tenendola per due settimane consecutive.[38] Ha riconquistato la vetta nella settimana del 2 gennaio 2010, tenendola per altre sette settimane consecutive[39][40], dando così al singolo nove settimane di permanenza alla posizione più alta. Qui il singolo è stato certificato sette volte disco di platino avendo venduto oltre le 560.000 copie.[41]

Oceania modifica

Tik Tok ha debuttato alle settima posizione nella classifica neo-zelandese. La settimana successiva ha raggiunto la prima, tenendo tale posizione per cinque settimane consecutive. Il singolo è stato certificato doppio disco di platino dall RIANZ per aver venduto oltre le 30.000 copie.[42]Tik Tok debutta alla ventottesima posizione in Australia e ha raggiunto la prima posizione nella sua terza settimana e l'ha tenuta per otto settimane consecutive.[43] Nel 2009 è stato il nono singolo più comprato e nel 2010 il dodicesimo. Qui è stato certificato cinque volte disco di platino avendo venduto più di 350.000 copie.[44]

Asia modifica

Tik Tok ha raggiunto la terza posizione in Giappone e qui è stato certificato disco d'oro con più di 100.000 copie vendute. Tik Tok è stato il singolo più venduto da un'artista straniero in Corea del Sud nel 2010 con 1.412.653 download.[45] Nel 2011 tra l'edizione singolo (111° più scaricato) e l'edizione dell'album (184°) Tik Tok ha venduto 304.657 copie.[46] Nel 2012 il singolo ha venduto altre 334.605 copie in Corea del Sud.[47] Alla fine del 2012, in totale, Tik Tok aveva venduto più o meno 2.052.000 copie.

Europa modifica

In Svezia, in Norvegia e in Danimarca il singolo riesce a raggiungere come massima posizione la terza. Sia in Germania che in Francia Tik Tok ha raggiunto la vetta ed è stata rispettivamente certificata tre volte oro (450.000+) e oro (150.000+). In Italia il singolo ha raggiunto la seconda posizione ed è stato certificato multi-platino avendo venduto più di 60.000 copie. Nel Regno Unito Tik Tok ha debuttato alla numero sei e in un tempo minore di tre mesi ha raggiunto la quarta posizione.[48] Qui il singolo è stato certificato Platino per le oltre 600.000 copie vendute[49]

Mondo modifica

Tik Tok ha venduto 12,8 milioni di copie nel 2010 diventando il singolo più venduto dell'anno, e battendo il singolo più venduto del 2009, Poker Face di Lady Gaga, con una differenza di oltre 3.000.000 di copie.[50] Nel 2012 il singolo aveva superato le 14 milioni di copie nel mondo,[32] e nel 2015 superò i 15 milioni.

Premi modifica

Anno Evento Premio Risultato
2010 MTV Video Music Awards Miglior video femminile Nominata[51]
2010 MTV Video Music Awards Miglior video pop Nominata[52]
2010 MTV Video Music Awards Miglior video esordiente Nominata[53]

Tracce modifica

US Single[54]
  1. Tik Tok – 3:20
UK Single[55]
  1. Tik Tok – 3:20
  2. Tik Tok (Tom Neville's Crunk & Med Mix) – 6:53
UK EP[56]
  1. Tik Tok – 3:20
  2. Tik Tok (Fred Falke Club Remix) – 6:42
  3. Tik Tok (Chuck Buckett's Verucca Salt Remix) – 4:55
  4. Tik Tok (Tom Neville's Crunk & Med Mix) – 6:53
  5. Tik Tok (Untold Remix) – 5:01

Classifiche modifica

Classifiche di fine anno modifica

Classifica (2009) Posizione
Australia[63] 9
Canada[64] 76
Paesi Bassi[65] 90
Nuova Zelanda[66] 4
Regno Unito[67] 45
Classifica (2010) Posizione
Australia[68] 12
Austria[69] 3
Belgio (Vallonia)[70] 3
Canada[71] 2
Europa[72] 2
Germania[73] 10
Ungheria[74] 7
Giappone[75] 21
Italia[76] 3
Paesi Bassi[77] 99
Romania[78] 58
Svizzera[79] 6
Regno Unito[80] 69
U.S. Billboard Hot 100[81] 1
U.S. Pop Songs Billboard[82] 1

Classifica di fine decennio modifica

Classifica (2000-09) Posizione
Australia[83] 42

Classifiche di tutti i tempi modifica

Classifica (1958-2021) Posizione
Stati Uniti[84] 68

Pubblicazione modifica

Paese Data Formato
Australia[85] 7 agosto 2009 Download digitale
Canada[86]
Messico[87]
Norvegia[88]
Nuova Zelanda[89]
Svezia[90]
Stati Uniti[91] 25 agosto 2009
Regno Unito[92] 27 novembre 2009
Italia[93] 29 novembre 2009
Belgio[94] 8 gennaio 2010
Germania[95]

Note modifica

  1. ^ (EN) Tik Tok, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ (FI) Kaikkien aikojen myydyimmät ulkomaiset singlet, su ifpi.fi, Musiikkituottajat. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2017).
  3. ^ Disque en France
  4. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2020 Singles, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 15 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 14 settembre 2020).
  5. ^ (DE) Ke$ha - Tik Tok – Gold & Platin, su IFPI Austria. URL consultato il 9 marzo 2021.
  6. ^ (NL) GOUD EN PLATINA - singles 2011, su Ultratop. URL consultato il 9 marzo 2021.
  7. ^ (EN) Tik Tok – Gold/Platinum, su Music Canada. URL consultato il 9 marzo 2021.
  8. ^ ifpi.dk
  9. ^ (DE) Ke$ha – Tik Tok – Gold-/Platin-Datenbank, su musikindustrie.de, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 13 febbraio 2023.
  10. ^ (JA) KE$HA - ティック・トック – 認定検索, su Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 28 febbraio 2021.
  11. ^ Tik Tok (certificazione), su FIMI. URL consultato il 9 marzo 2021.
  12. ^ (ES) Certificaciones, su Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 1º marzo 2022. Digitare "Tik Tok" in "Título".
  13. ^ (EN) Official Top 40 Singles - 29 March 2010, su The Official NZ Music Charts. URL consultato il 27 gennaio 2023.
  14. ^ (EN) Tik Tok, su British Phonographic Industry. URL consultato il 13 novembre 2020.
  15. ^ (EN) Awards Record, su El Portal de Música. URL consultato il 12 febbraio 2024. Digitare "Ke$ha" in "Artist" per visualizzare il contenuto desiderato.
  16. ^ (EN) Kesha - Tik-Tok – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 6 febbraio 2021.
  17. ^ (SV) Kesha – Sverigetopplistan, su Sverigetopplistan. URL consultato il 29 maggio 2021.
  18. ^ (DE) Edelmetall, su Schweizer Hitparade. URL consultato il 9 marzo 2021.
  19. ^ Ke$ha, The Black Eyed Peas and Adele Top the Charts for... - LONDON, April 7, 2014 /PR Newswire UK/
  20. ^ Copia archiviata (PDF), su ifpi.org. URL consultato il 21 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2017).
  21. ^ Italiancharts
  22. ^ Animal su italiancharts.com, su italiancharts.com. URL consultato il 5 febbraio 2010.
  23. ^ (EN) Kesha's 'Tik Tok' - Discover the Sample Source, su WhoSampled. URL consultato l'11 dicembre 2019.
  24. ^ Ke$ha, 'Tik Tok' - New Video | PopEater.com
  25. ^ Italy Singles Top 50 - Music Charts
  26. ^ The Simpsons: episodio 21x20, To Surveil With Love, Fox, 2 maggio 2010.
  27. ^ 'The Simpsons' Open Show With Ke$ha Lip-Dub, HuffingtonPost.com, Inc., 3 maggio 2010. URL consultato il 4 maggio 2010.
  28. ^ Top 100 Music Hits, Top 100 Music Charts, Top 100 Songs & The Hot 100 | Billboard.com
  29. ^ (EN) MTV, Best Of 2009 / Music / Artists To Watch In 2010, su mtv.com. URL consultato il 9 gennaio 2010.
  30. ^ The Hot 100 : Oct 24, 2009 | Billboard Chart Archive
  31. ^ Week Ending Aug. 19, 2012. Songs: Swift Makes Digital History | Chart Watch (NEW) - Yahoo Music
  32. ^ a b Ke$ha's 'Warrior': The Billboard Cover Story | Billboard
  33. ^ Pop Songs : Feb 06, 2010 | Billboard Chart Archive
  34. ^ Ke$ha beats Gaga's airplay record, su blog.muchmusic.com. URL consultato l'8 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2010).
  35. ^ Week Ending Jan. 1, 2012. Songs: LMFAO Beats Everybody | Chart Watch (NEW) - Yahoo Music
  36. ^ Billboard Canadian Hot 100 : Oct 10, 2009 | Billboard Chart Archive
  37. ^ Billboard Canadian Hot 100 : Nov 21, 2009 | Billboard Chart Archive
  38. ^ Billboard Canadian Hot 100 : Dec 05, 2009 | Billboard Chart Archive
  39. ^ Billboard Canadian Hot 100 : Jan 02, 2010 | Billboard Chart Archive
  40. ^ Billboard Canadian Hot 100 : Feb 20, 2010 | Billboard Chart Archive
  41. ^ Copia archiviata, su musiccanada.com. URL consultato l'8 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 16 marzo 2014).
  42. ^ [1]
  43. ^ [2]
  44. ^ [3]
  45. ^ Copia archiviata, su gaonchart.co.kr. URL consultato l'8 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2013).
  46. ^ Copia archiviata, su gaonchart.co.kr. URL consultato l'8 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2013).
  47. ^ Copia archiviata, su gaonchart.co.kr. URL consultato l'8 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2014).
  48. ^ 2010-01-09 Top 40 Official Singles Chart UK Archive | Official Charts
  49. ^ Certified Awards
  50. ^ Resources & Reports — IFPI — Representing the recording industry worldwide, su ifpi.org. URL consultato l'8 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2011).
  51. ^ MTV Video Music Awards | 2010 | Highlights, Winners, Performers and Photos from the 2010 MTV Video Music Awards | MTV.com
  52. ^ MTV Video Music Awards | 2010 | Highlights, Winners, Performers and Photos from the 2010 MTV Video Music Awards | MTV.com
  53. ^ MTV Video Music Awards | 2010 | Highlights, Winners, Performers and Photos from the 2010 MTV Video Music Awards | MTV.com
  54. ^ Tik Tok – US Single, in 7 Digital, RCA Records. URL consultato il 18 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2010).
  55. ^ Tik Tok – UK Single, in Itunes, Apple Inc. URL consultato il 18 settembre 2010.
  56. ^ Tik Tok – UK EP, in Itunes, Apple Inc. URL consultato il 18 marzo 2010.
  57. ^ a b c d e f g h i j k l m n o TiK ToK su acharts.us, su acharts.us. URL consultato il 5 febbraio 2010.
  58. ^ a b c d TiK ToK su italiancharts.com, su italiancharts.com. URL consultato il 5 febbraio 2010.
  59. ^ Ke$ha - Tik Tok @ Top40-Charts.com - Songs & Videos from 49 Top 20 & Top 40 Music Charts from 30 Countries
  60. ^ Classifica italiana dei singoli del 4 febbraio 2010, su italiancharts.com. URL consultato l'11 febbraio 2010.
  61. ^ Čns Ifpi
  62. ^ Sns Ifpi
  63. ^ ARIA Charts – End Of Year Charts – Top 100 Singles 2009, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 9 gennaio 2010.
  64. ^ Charts Year End: Canadian Hot 100, in Billboard, Prometheus Global Media. URL consultato il 2 maggio 2010.
  65. ^ JAAROVERZICHTEN – SINGLES 2009, in Dutch Top 40, Hung Medien. URL consultato il 15 gennaio 2010.
  66. ^ ANNUAL TOP 50 SINGLES CHART 2009, su rianz.org.nz, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 2 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2008).
  67. ^ Official Singles Chart 2009 (PDF), su ukchartsplus.co.uk, ChartsPlus. URL consultato il 2 febbraio 2010.
  68. ^ ARIA Charts – End Of Year Charts – Top 100 Singles 2010, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato l'8 gennaio 2011.
  69. ^ (DE) Jahreshitparade 2010 – austriancharts.at, in Austriancharts.at, Hung Medien. URL consultato il 23 gennaio 2011.
  70. ^ (FR) Rapports annuels 2010 – Singles, in www.ultratop.be, ULTRATOP & Hung Medien / hitparade.ch. URL consultato il 26 dicembre 2010.
  71. ^ Best Of 2010 Canadian Hot 100 Songs, in Billboard, Prometheus Global Media. URL consultato il 14 gennaio 2011.
  72. ^ 2010 Year-End European Hot 100 Songs, in Billboard.com, Prometheus Global Media, 9 dicembre 2009. URL consultato il 9 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2012).
  73. ^ Die deutschen Single- & Albumcharts - 1LIVE, su einslive.de. URL consultato il 4 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2011).
  74. ^ (HU) MAHASZ Rádiós TOP 100 2010, su mahasz.hu, Mahasz. URL consultato il 10 marzo 2011.
  75. ^ Japan Billboard Hot 100, in Billboard, Prometheus Global Media, 10 dicembre 2010. URL consultato l'11 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2010).
  76. ^ fimi.it, https://web.archive.org/web/20140111193124/http://www.fimi.it/1427%7D (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2014).
  77. ^ (NL) dutchcharts.nl – Dutch charts portal, in dutchcharts.nl, Hung Medien / hitparade.ch. URL consultato il 3 gennaio 2011.
  78. ^ (RO) Topul celor mai difuzate piese în România în 2010, su romanialibera.ro, România Liberă. URL consultato il 21 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2012).
  79. ^ Swiss Year-End Charts 2010 - swisscharts.com, in Swisscharts.com, Hung Medien. URL consultato il 3 gennaio 2011.
  80. ^ End Of Year Charts: 2010 (PDF), su ukchartsplus.co.uk, UKChartsPlus. URL consultato il 10 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2012).
  81. ^ Top 100 Music Hits, Top 100 Music Charts, Top 100 Songs & The Hot 100: Best of 2010, in Billboard, Prometheus Global Media. URL consultato il 9 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2012).
  82. ^ Pop Songs Music Chart: Best of 2010, in Billboard, Prometheus Global Media. URL consultato il 15 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2012).
  83. ^ McCabe, Kathy, Delta Goodrem's talents top the charts, in News.com, News Limited, 7 gennaio 2010. URL consultato il 12 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 9 gennaio 2010).
  84. ^ (EN) Greatest of All Time Hot 100 Songs, su Billboard. URL consultato il 23 novembre 2021.
  85. ^ Kesha: Tik Tok – Tik Tok (in Australia), in Itunes, Apple Inc. URL consultato il 2 settembre 2010.
  86. ^ Kesha: Tik Tok – Tik Tok (in Canada), in Itunes, Apple Inc. URL consultato il 2 settembre 2010.
  87. ^ Kesha: Tik Tok – Tik Tok (in Messico), in Itunes, Apple Inc. URL consultato il 2 settembre 2010.
  88. ^ Kesha: Tik Tok – Tik Tok (in Norvegia), in Itunes, Apple Inc. URL consultato il 2 settembre 2010.
  89. ^ Kesha: Tik Tok – Tik Tok (in Nuova Zelanda), in Itunes, Apple Inc. URL consultato il 2 settembre 2010.
  90. ^ Kesha: Tik Tok – Tik Tok (in Svezia), in Itunes, Apple Inc. URL consultato il 2 settembre 2010.
  91. ^ Copia archiviata, su us.7digital.com. URL consultato il 21 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2010).
  92. ^ Connecting to the iTunes Store
  93. ^ Kesha: Tik Tok – Tik Tok (in Italia), in KeshasParty.com, Sony Music Entertainment. URL consultato il 31 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2010).
  94. ^ Kesha: Tik Tok – Tik Tok (in Belgio), in KeshasParty.com, Sony Music Entertainment. URL consultato il 31 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2010).
  95. ^ Kesha: Tik Tok – Tik Tok in Germania, in KeshasParty.com, Sony Music Entertainment. URL consultato il 31 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2010).

Collegamenti esterni modifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica