Apri il menu principale

Toscolano Maderno

comune italiano
Toscolano Maderno
comune
Toscolano Maderno – Stemma Toscolano Maderno – Bandiera
Toscolano Maderno – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
SindacoDelia Castellini (centrosinistra) dal 27-05-2013
Territorio
Coordinate45°38′23.17″N 10°36′27.36″E / 45.63977°N 10.6076°E45.63977; 10.6076 (Toscolano Maderno)Coordinate: 45°38′23.17″N 10°36′27.36″E / 45.63977°N 10.6076°E45.63977; 10.6076 (Toscolano Maderno)
Altitudine86 m s.l.m.
Superficie58,17 km²
Abitanti7 877[1] (30-4-2017)
Densità135,41 ab./km²
FrazioniMaderno, Toscolano, Bornico, Cecina, Folino, Gaino, Maclino, Pulciano, Roina, Sanico, Vigole, Stina
Comuni confinantiGardone Riviera, Gargnano, Torri del Benaco (VR), Vobarno
Altre informazioni
Cod. postale25088
Prefisso0365
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT017187
Cod. catastaleL312
TargaBS
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantitoscomadernesi
Patronosant'Ercolano per Maderno, santi Pietro e Paolo per Toscolano
Giorno festivo11 agosto per Maderno, 29 giugno per Toscolano
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Toscolano Maderno
Toscolano Maderno
Toscolano Maderno – Mappa
Posizione del comune di Toscolano Maderno nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Toscolano Maderno (Toscolà Madéren in dialetto gardesano[2]) è un comune italiano di 7.877 abitanti della provincia di Brescia, in Lombardia. Rispetto al capoluogo è in posizione nord-est a una distanza di circa 40 chilometri. È situato sulla sponda bresciana, quindi occidentale, del lago di Garda. Fa parte del parco regionale dell'Alto Garda Bresciano. In questo comune si trova il monte Pizzocolo.

Toscolano e Maderno sono due centri ben distinti, divisi dal torrente Toscolano, che furono comuni autonomi fino al 1928.

Indice

StoriaModifica

 
Leonardo Bistolfi: Nostalgia della terra lontana - Monumento a Zanardelli.

Toscolano, in particolare, vanta origini romane, testimoniate dai resti di una grande villa di cui, oggi, si possono vedere parti di pavimento decorato a mosaico e che sarebbe stata di proprietà del console romano Marco Nonio Macrino. La chiesa parrocchiale di Toscolano, fondata nel 1571 e dedicata ai santi Pietro e Paolo, fu per lungo tempo sede estiva della diocesi di Brescia. Essa contiene un importante ciclo pittorico dell'artista veneziano Andrea Celesti.

Nella parte finale della valle del fiume Toscolano, a partire dal 1300 si è sviluppata l'industria della carta, tra i primi e più importanti luoghi in Europa. Per questo tale tratto di valle è chiamato "valle delle Cartiere". Come testimonianza esiste un documento datato 17 ottobre 1381 che ha come oggetto la convenzione tra i comuni di Maderno e Toscolano (allora divisi) con la quale si fissano in nove punti le norme per la suddivisione e l'utilizzo delle acque del fiume.

Sul terreno denominato Supina sorge il Santuario di Supina eretto alla fine del Quattrocento.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

 

Geografia antropicaModifica

FrazioniModifica

Le principali frazioni di Toscolano Maderno sono: Gaino, Cecina, Vigole, Sanico, Bornico, Roina, Maclino, Pulciano, Folino, Cabiana e Stina.

EconomiaModifica

 
Panorama del Golfo di Maderno.

Agricoltura e pescaModifica

Le coltivazioni storiche sono quella dell'ulivo, degli agrumi (limoni in particolare), della vite. Sono presenti sul territorio comunale alcuni frantoi per la produzione di olio di oliva.

Meno di una decina sono i pescatori rimasti in attività, essi usano le caratteristiche piccole (5 m) imbarcazioni munite di modesti motori fuoribordo. I pesci pescati nel lago sono l'agone, l'alborella, l'anguilla, la bottatrice, il barbo, la carpa, il carpione, il cavedano, il coregone lavarello, il luccio, il persico reale, il persico sole, la tinca, la trota, il vairone.

IndustriaModifica

L'industria più importante, presente dal 1300 fino a oggi, è quella della produzione della carta. Tutt'oggi è operante la Cartiera di Toscolano, del Gruppo Marchi (che nel 2006 ha assorbito il Gruppo Burgo), la quale occupa un'area di circa 100 ettari e ha circa 400 dipendenti.

Altra industria importante, storicamente presente a partire dalla seconda metà dell'Ottocento, è quella del turismo. Attualmente sono circa una cinquantina le strutture ricettive suddivise tra alberghi, agriturismi, campeggi e bed and breakfast.

TurismoModifica

Il turismo, specialmente a Maderno, è frequente d'estate, grazie ai bellissimi paesaggi che offre il lungolago. Molti lo definiscono lo scorcio migliore del Garda per l'acqua che circonda entrambi i paesi.

Infrastrutture e trasportiModifica

Toscolano Maderno è attraversato dalla SS 45 BIS Gardesana Occidentale che collega Cremona e Brescia a Trento e che nel tratto fra Salò e Riva del Garda affianca la costa del lago di Garda.

È inoltre presente un servizio di traghetti e aliscafi con servizio passeggeri per i vari porti del lago e che permette di traghettare auto e corriere da Maderno per Torri del Benaco sulla sponda veronese.

Storicamente legata alla presenza del lago per le sue comunicazioni, Toscolano e Maderno ospitarono fra il 1902 e il 1934 le due omonime stazioni lungo la tranvia Brescia-Salò-Gargnano[4].

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
21 novembre 1994 30 novembre 1998 Silvano Boni PDS Sindaco
30 novembre 1998 14 aprile 2008 Paolo Elena Casa delle Libertà Sindaco
14 aprile 2008 27 maggio 2013 Roberto Righettini PdLLN Sindaco
27 maggio 2013 in carica Delia Maria Castellini lista civica "Fare Comune" (PD) Sindaco

SportModifica

Toscolano Maderno offre la possibilità di praticare diverse discipline sportive, il trekking e la mountainbike sulle colline circostanti, la canoa, la voga alla veneta, il dragon boat e la vela nelle acque antistanti.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ Toponimi in dialetto bresciano
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Giancarlo Ganzerla, Binari sul Garda - Dalla Ferdinandea al tram: tra cronaca e storia, Brescia, Grafo, 2004. ISBN 8873856330.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN295361524
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia