Apri il menu principale

TuneIn è una società privata con sede a San Francisco in California fondata da Bill Moore con nome RadioTime a Dallas, nel 2002. TuneIn offre la possibilità di ascoltare oltre 100 000 stazioni radiofoniche e quattro milioni di podcast e programmi da tutto il mondo. Nel maggio del 2014, TuneIn ha annunciato che il suo servizio ha 50 milioni di utenti attivi al mese. TuneIn è disponibile sul web al sito TuneIn.com, ed anche come app mobile per i sistemi iOS, Android, BlackBerry, Samsung, Windows Phone, e conta oltre 200 dispositivi connessi. TuneIn ha ottenuto oltre 47 milioni di dollari di finanziamenti da Institutional Venture Partners, Sequoia Capital, Google Ventures, General Catalyst Partners, ed Icon Ventures.

Indice

FunzionalitàModifica

Il sito di TuneIn e le app gratuite forniscono agli utenti la possibilità di ascoltare in streaming oltre 115 000 stazioni radio e reti radiofoniche da tutto il mondo, comprendendo le radio trasmesse su frequenze AM, FM, Hd, LP, radio digitali e web radio. A queste si aggiungono quattro milioni di podcast. All'interno dell'archivio sono presenti vaste liste di contenuti relativi allo sport, alle notizie e ai talk.

TuneIn Radio è disponibile come app su tutti gli smartphone ed i tablet, online sul sito tunein.com e su oltre 200 piattaforme, tra le quali sono inclusi 55 modelli automobilistici. Le altre piattaforme supportate sono Sonos, Amazon Echo, HEOS by Denon, Logitech, Samsung TV, Roku, Google TV, ChromeCast, Nexus Player, Ouya e le consoles PlayStation 3 e PlayStation 4 (quest'ultima dal 2015).

Il sito di TuneIn è disponibile in 22 lingue diverse. Ciascuna lingua ha la sua versione del sito con contenuti mirati alla specifica lingua o regione.

Nell'agosto del 2015, TuneIn ha lanciato un servizio premium al costo di 7,99 dollari al mese che include diversi audiolibri e contenuti sportivi della MLB, NFL, della Premier League e della Bundesliga.

ContenutiModifica

BroadcasterModifica

TuneIn ha d partenariati con molti broadcaster che offrono ai propri ascoltatori contenuti sportivi, notizie, talk e musica. Tra queste partnership spiccano quelle con CBS, ESPN Radio, NPR, Public Radio International (PRI), Radio Canada (CBC), C-SPAN Radio, Emmis Communications, Hearst Corporation, mvyradio, Wu-Tang Radio (Wu World Radio), ABC Australia, Bonneville International, Sport Your Argument e talkSPORT.

SportModifica

Nell'agosto del 2015, TuneIn ha annunciato un partenariato con MLB, la Premier League e la Bundesliga per la trasmissione degli eventi dal vivo.

Nell'ottobre 2015, NFL ha annunciato un partenariatio con Tunein per la trasmissione live di tutti gli eventi di NFL agli ascoltatori premium.

Il 22 dicembre 2015, NHL ha annunciato che TuneIn avrebbe detenuto i diritti radiofonici di NHL. TuneIn avrebbe creato una stazione individuale per ciascuna squadra NHL per effettuare il simulcasting delle trasmissioni locali. In aggiunta, TuneIn avrebbe creato un canale in differita per ciascun team per permettere l'ascolto dei contenuti non più dal vivo.

Tunein avrebbe creato anche un canale continuativo di NHL, e che sarebbe stato inserito all'interno del sito NHL.com. Tutti i contenuti NHL sarebbero stati forniti all'intero pubblico gratuitamente. Il primo giorno di broadcasting per Tunein sarebbe stato il primo gennaio 2016.

TecnologiaModifica

Software: TuneIn Radio è disponibile come app gratuita per smartphone e tablet, includendo iOS, Android, Windows, e Blackberry. C'è una versione a pagamento una tantum chiamata "TuneIn Radio Pro" al costo di 9,99 dollari, che permette agli utenti di registrare tutto quello che viene ascoltato tramite tunein per poterlo ascoltare successivamente. Le registrazioni di Tunein sono memorizzate all'interno del dispositivo e non possono essere ascoltate altrove.

Elettronica di consumo: TuneIn è disponibile in numerose smart radio (Sonos, Amazon Echo, HEOS by Denon,

Console: TuneIn Radio è disponibile per Xbox, PlayStation e su Ouya.

Infotainment: Dal 2016 TuneIn è disponibile su oltre 55 modelli di veicoli. TuneIn Inc ha stretto partenariati con Ford, General Motors, Tesla, BMW e MINI. Servizi di infotainment esterni come quelli di JVC, Parrot e Clarion collaborano con TuneIn.

Altri progettiModifica