Apri il menu principale

Geografia fisicaModifica

È localizzata a 20 km ad est di Vinkovci, 36 km a sud-est di Osijek con un'elevazione di 108 metri. Vukovar è situata sulla strada principale (M7) Osijek-Vukovar-Ilok e sulla ferrovia Vinkovci-Vukovar.

È dotata del più grande porto di fiume nella parte est della Croazia situato alla confluenza del fiume Vuka nel Danubio. Vukovar è il centro della contea di Vukovar e della Sirmia.

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Battaglia di Vukovar.

La città fu pesantemente coinvolta nelle guerre jugoslave (fra 1990 e 1995 circa, vedi anche Guerra d'indipendenza croata) nel corso della battaglia di Vukovar, quando le truppe dell'esercito federale jugoslavo JNA, fedeli al governo di Belgrado, la strinsero sotto assedio per tre mesi e, sottoponendola al tiro dei mortai con lo scopo di piegarne la resistenza, distrussero la maggior parte delle costruzioni. Le milizie serbe, penetrando in città, commisero operazioni di pulizia etnica e crimini di guerra nei confronti della popolazione civile.

In un censimento del 2001, la popolazione cittadina ammontava a 30.126 abitanti, 31.670 abitanti contando coloro che vivono nella totalità della municipalità. Nel 1991, prima dello scoppio della guerra, la popolazione ammontava a 45.150 abitanti, il 52% erano croati, il 34% serbi.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Tra le varie costruzioni di pregio storico/artistico, considerevolmente danneggiate nella recente guerra, le più interessanti sono il castello della famiglia Eltz dal XVIII secolo, costruzioni barocche nel centro della città, il monastero francescano, la parrocchiale dei SS. Filippo e Giacomo, la chiesa ortodossa di San Nicola, la casa natia del vincitore del Premio Nobel Lavoslav Ružička. Simbolo delle sofferenze della città durante la battaglia di Vukovar è l'acquedotto cittadino, che reca ancora oggi ben visibili i segni del tiro dell'artiglieria.

Fuori città, sulle sponde del Danubio verso Ilok, è presente un sito archeologico, Vucedol. Il vaso rituale chiamato Vucedol Dove (vučedolska golubica) è considerato il simbolo di Vukovar. Vučedol è anche ben conosciuta come destinazione per escursioni, specialmente la bellissima spiaggia sabbiosa su Orlov Otok (Isola dell'aquila).

EconomiaModifica

Vukovar è la più grande città di porto croata sul Danubio. La sua economia è basata sull'agricoltura, viticoltura, allevamento di bestiame, tessile, industria di trasformazione alimentare e turismo.

AmministrazioneModifica

ConsolatiModifica

A Vukovar è presente il consolato generale della Serbia.

GemellaggiModifica

Vukovar è gemellata con[1]:

SportModifica

Impianti sportivi e ricreativi sono presenti presso la confluenza del fiume Vuka nel Danubio, sulle passeggiate lungo il Danubio e sulle spiagge. Il bagno è possibile nei mesi estivi. La pesca all'amo è molto popolare sia sul fiume Vuka sia sul Danubio con la presenza di siluri, persici, carpa e luccio.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN158320044 · LCCN (ENn83239190 · GND (DE4253827-0 · WorldCat Identities (ENn83-239190
  Portale Croazia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Croazia