Apri il menu principale
Whiplash
Whiplаsh (film 2014).png
Una scena del film
Titolo originaleWhiplash
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2014
Durata105 min
Generemusicale, drammatico
RegiaDamien Chazelle
SceneggiaturaDamien Chazelle
ProduttoreDavid Lancaster, Michel Litvak, Helen Estabrook, Jason Blum
Casa di produzioneBlumhouse Productions, Bold Films, Exile Entertainment, Right of Way Films
Distribuzione in italianoSony Pictures
FotografiaSharone Meir
MontaggioTom Cross
MusicheJustin Hurwitz
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Whiplash è un film del 2014 diretto da Damien Chazelle e interpretato da Miles Teller e da J. K. Simmons.

Indice

TramaModifica

Andrew sogna di diventare uno dei migliori batteristi jazz della sua generazione battendo la feroce concorrenza presente nel prestigioso conservatorio Shaffer di Manhattan dove studia: il suo obiettivo è entrare in una delle migliori orchestre del conservatorio diretta dall'inflessibile e spietato Terence Fletcher.

Il giovane riesce a entrare nell'orchestra come batterista di riserva e continua a esercitarsi incessantemente fino a farsi sanguinare le mani; nel frattempo conosce una ragazza, Nicole, che vende pop-corn al cinema, luogo che Andrew frequenta molto spesso insieme con il padre: dopo poco, tuttavia, le comunica di non volerla più frequentare perché se la loro relazione diventasse seria lui non potrebbe concentrarsi appieno sulla sua carriera.

La band di Fletcher, dopo qualche tempo, si presenta a un concorso e Andrew è ancora la riserva: durante l'intervallo tra primo e secondo tempo questi perde la cartelletta con gli spartiti che il primo batterista, Tanner, gli aveva affidato; poiché questi non si ricorda la parte a memoria è costretto a cedere il posto ad Andrew, che aveva imparato a memoria il brano Whiplash. L'esibizione di tutta l'orchestra, Andrew compreso, è perfetta e vale al suo gruppo il primo posto.

A questo punto Andrew diviene ufficialmente il nuovo primo batterista, se non fosse che Fletcher continua a mettergli i bastoni tra le ruote chiamando un nuovo batterista, Connelly, rendendo la concorrenza ancora più feroce; dopo un lungo provino, tuttavia, Andrew viene confermato primo batterista per un altro concorso.

Andrew vi si presenta trafelato e appena in tempo (l'autobus che doveva portarlo al conservatorio fora uno pneumatico e il ragazzo si trova costretto a prendere a noleggio un'auto, dimenticando però le sue bacchette nell'agenzia), così Fletcher decide di far suonare Connelly. Andrew però non ci sta: corre all'autonoleggio a prendere le bacchette finché è ancora in tempo, ma nel tornare al conservatorio ha un incidente con un camion e si ferisce. Nonostante ciò sale comunque sul palco: la sua esibizione è comprensibilmente insufficiente e Fletcher è costretto a interromperla, scusandosi a nome dello Shaffer. Andrew, travolto dalla rabbia dovuta al vedere tutti i suoi sforzi resi vani, gli salta addosso e lo insulta.

Il padre convince quindi Andrew a denunciare anonimamente Fletcher per le molestie psicologiche subite, che probabilmente erano state la causa del suicidio di un altro ex studente. La carriera di Andrew sembra dover finire qui: la sua amata batteria finisce nell'armadio e non intravede più alcuna meta nella sua vita.

Qualche tempo dopo, girando per le strade di New York, si imbatte in un locale dove avrebbe suonato Fletcher; decide quindi di entrare e i due tornano a parlare: Fletcher gli rivela che è stato cacciato dallo Shaffer a causa di una lettera anonima ma che comunque non si pente dei suoi metodi duri perché il suo obiettivo è sempre e solo stato quello di tirare fuori il massimo dai suoi studenti. Alla fine lo invita a suonare a un festival una settimana dopo, dato che nella sua band manca il batterista e Andrew conosce molto bene il repertorio; tornato a casa questi decide di rifarsi vivo con Nicole e la invita al festival al quale ha deciso di partecipare, ma lei nel frattempo si è fidanzata con un altro.

Arriva il grande giorno, ma le prove per Andrew non sono ancora finite: appena prima dell'esibizione, infatti, Fletcher gli si avvicina rivelandogli di sapere che la lettera che causò la sua espulsione dallo Shaffer l'aveva scritta lui; poco dopo annuncia un brano che Andrew non conosce e nel quale quest'ultimo suona cercando di improvvisare, tra gli sguardi attoniti degli altri musicisti, con risultati pessimi. Rammaricato il giovane si rifugia dietro le quinte, dove c'è suo padre a consolarlo; Andrew tuttavia non desiste: ritorna sul palco e, mentre Fletcher sta per presentare il nuovo brano, incomincia a suonare staccando il tempo per tutta la band: l'esecuzione del brano Caravan è perfetta e Andrew è impeccabile. Il giovane continua a suonare anche quando il brano è finito esibendosi in un assolo: Fletcher si avvicina guardandolo con approvazione crescente e seguendolo con le mani in una pulsione ritmica che decresce, per poi ricrescere fino a raggiungere livelli sonori e di virtuosismo notevoli.

ProduzioneModifica

Il film è stato realizzato con un budget di 3,3 milioni di dollari.

DistribuzioneModifica

Il film è stato proiettato in anteprima il 16 gennaio, come film d'apertura dell'edizione 2014 del Sundance Film Festival.[1]

In Italia il film è uscito il 12 febbraio 2015.

AccoglienzaModifica

Il 15 marzo 2015 il film ha incassato quasi 48 milioni di dollari in tutto il mondo, di cui 13 milioni in patria.

Il film è stato accolto molto positivamente dai critici, su metacritic ha un voto di 88 su 100 con critiche molto positive, su Mymovies.it ha invece un voto di 3,9 su 5.

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Sundance Film Festival 2014 opens with premiere of 'Whiplash', oregonlive.com, 17 gennaio 2014. URL consultato il 25 dicembre 2014.
  2. ^ (EN) MTV Movie Awards 2015: See The Full Winners List, mtv.com, 12 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.
  3. ^ (EN) MTV Movie Awards 2015 Winners, mtv.com, 12 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.
  4. ^ (EN) 2015 Saturn Awards: Captain America: Winter Soldier, Walking Dead lead nominees, su ew.com. URL consultato il 24 agosto 2015.
  5. ^ (EN) Full List of 2015 Saturn Awards Winners - Dread Central, su dreadcentral.com. URL consultato il 26 giugno 2015.

Collegamenti esterniModifica