Apri il menu principale
XIX Universiade
Italia Sicilia 1997
Logo
Periodo dal 20 agosto
al 31 agosto
Sport
Discipline
10
Atleti 3949
Stadio Stadio La Favorita
Cronologia
Precedente
XVIII Universiade
Successiva
XX Universiade
Giappone Fukuoka Spagna Palma di Maiorca
 

La XIX Universiade fu assegnata all'Italia e si è svolta in Sicilia, tra Catania, Palermo, Messina e Trapani dal 20 al 31 agosto 1997.

Indice

StoriaModifica

Le cerimonie di apertura dei Giochi si svolsero nello Stadio La Favorita di Palermo e quelle di chiusura a Catania nello Stadio Cibali. Organizzata con grandi risorse dalla Regione Siciliana. Presidente del Comitato organizzatore l'allora assessore al Turismo e Sport della Regione Siciliana Nino Strano.

Questa è stata la prima edizione in cui le competizioni si sono svolte in un'intera regione e in cui la nomenclatura ufficiale della manifestazione non si riferisca a una singola città. L'edizione è stata caratterizzata da numerosi problemi organizzativi, ma anche, secondo la stessa FISU, da un entusiasmo e da una partecipazione mai vista per una Universiade.[senza fonte]

Quasi 4000 atleti da 124 differenti nazioni disputarono gare in 10 sport. Tra gli atleti che hanno gareggiato durante i Giochi si ricordano anche Valentina Vezzali, Juri Chechi e Massimo Oddo.

ProgrammaModifica

Il programma della Universiade 1997 prevedeva competizioni nei seguenti sport:

CalendarioModifica

ImpiantiModifica

RisultatiModifica

Atletica leggeraModifica

CalcioModifica

La finale è stata ospitata presso lo Stadio La Favorita di Palermo, con la partecipazione entusiasta di 30.000 tifosi e un buon numero di telespettatori. L'entusiasmo dei fans è stato ancora più accentuato dalla vittoria in casa della squadra italiana, sul podio seguita dai coreani e dagli statunitensi.


 Lo stesso argomento in dettaglio: Calcio alla XIX Universiade.

GinnasticaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Ginnastica alla XIX Universiade.

NuotoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Nuoto alla XIX Universiade.

PallacanestroModifica

I tornei di pallacanestro hanno visto scontrarsi 16 squadre sia per la competizione maschile che per quella femminile. In entrambi i casi vennero creati quattro gioroni per la fase eliminatoria che aveva lo scopo di selezionare le quattro squadre per i quarti di finale. I team in terza e quarta posizione nei gironi eliminatori si scontrarono per i posti dal 9° e 16° in un altro torneo parallelo.

Le squadre statunitensi vennero premiate con la medaglia d'oro sia nel torneo maschile che in quello femminile.

Femminile
Posizione Paese
    Stati Uniti
    Cuba
    Rep. Ceca
4   Italia
5   Russia
6   Lettonia
7   Portogallo
8   Svezia
9   Canada
10   Brasile
11   Cina
12   Corea del Sud
13   Giappone
14   Turchia
15   Bulgaria
16   Sudafrica


 Lo stesso argomento in dettaglio: Pallacanestro alla XIX Universiade.

PallanuotoModifica

PallavoloModifica

Nella pallavolo si è svolto un torneo sia per le squadre maschili che per quelle femminili. Nel primo caso si sono scontrate 16 squadre inizialmente divise in 4 gironi, nel secondo invece 15 squadre divise per le eliminatorie in tre gironi da quattro e uno da tre. Il tem maschile coreano s'è imposto in finale contro gli italiani, mentre al terzo posto si sono piazzati i russi. Tra le donne invece primo posto per la Russia seguita da USA e Giappone.

Maschile
Posizione Paese
    Corea del Sud
    Italia
    Russia
4   Giappone
5   Cuba
6   Polonia
7   Brasile
8   Stati Uniti
9   Spagna
10   Canada
11   Indonesia
12   Algeria
13   Germania
14   Cina
15   Australia
16   Sudafrica
Femminile
Posizione Paese
    Russia
    Stati Uniti
    Giappone
4   Canada
5   Italia
6   Taipei Cinese
7   Svizzera
8   Cina
9   Romania
10   Brasile
11   Algeria
12   Nuova Zelanda
13   Messico
14   Turchia
15   Estonia


 Lo stesso argomento in dettaglio: Pallavolo alla XIX Universiade.

SchermaModifica

Le gare di scherma si sono svolte in ambito maschile per le tre specialità della spada, del fioretto e della sciabola, mentre in ambito femminile solo per fioretto e spada. Inoltre sono anche state assegnate medaglie per le competizioni a squadre.

Sulle dieci competizioni previste, gli ucraini si sono imposti con quattro ori in totale, tre per gli ungheresi, due per gli italiani e uno per i cubani.

Alle competizioni prese parte anche la poi campionessa olimpica Valentina Vezzali, che vinse l'oro nel fioretto individuale.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Scherma alla XIX Universiade.

TennisModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tennis alla XIX Universiade.

TuffiModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tuffi alla XIX Universiade.

Immagine dei GiochiModifica

 
La mascotte Archimede

Modifica

MascotteModifica

La mascotte era l'asino Archimede, il cui nome è preso dal famosissimo scienziato greco di Siracusa.

MedagliereModifica

Nazione O A B
  Stati Uniti 20 19 22
  Ucraina 17 6 4
  Giappone 14 8 11
  Russia 10 14 10
  Cina 10 9 7
  Italia 7 14 10
  Cuba 7 11 4
  Ungheria 7 4 1
  Corea del Sud 5 2 3
  Slovacchia 4 0 2
  Romania 3 4 6
  Belgio 3 2 3
  Brasile 3 2 1
  Francia 2 4 6
  Australia 2 3 5
  Sudafrica 2 2 2

La mega trasferta a FukuokaModifica

 
Un francobollo dedicato all'Universiade del 1997.

Nel 1995 (due anni prima della manifestazione sportiva), una pletorica delegazione della Regione Siciliana composta da politici, burocrati, giornalisti, uomini di spettacolo, gruppi folkloristici, ecc. si recò all'Universiade di Fukuoka in Giappone. Un totale di 200 persone, ed una spesa preventivata intorno ai 4 miliardi di lire dell'epoca. Lo scandalo prese l'avvio da un'inchiesta giornalistica cui seguì un procedimento penale nei confronti dei principali organizzatori, rei di avere tra l'altro facilitato l'esportazione temporanea in Giappone di alcune opere d'arte custodite nel Museo archeologico di Siracusa aventi un valore stimato intorno ai 9 miliardi di lire, senza la prescritta autorizzazione del Ministero per i Beni Culturali ed Ambientali e soprattutto senza copertura assicurativa né documenti di accompagnamento. I beni culturali siciliani rimasero bloccati a Fukuoka, poiché vennero fatti pignorare dai creditori giapponesi della Regione Siciliana, che non aveva pagato fornitori e personale locale, e furono riportati in Italia solo dopo diversi mesi. Si rischiò l'annullamento dell'edizione siciliana dei giochi, ma il nuovo governo regionale di centro destra eletto nel 1996, riuscì, con il sostegno di Primo Nebiolo, con un tour de force organizzativo a far svolgere regolarmente la XIX Universiade.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica