Yōhei Taneda

Yōhei Taneda (種田陽平 Taneda Yōhei?) (Ōsaka, 1960) è uno scenografo e direttore artistico giapponese.

BiografiaModifica

Yōhei Taneda ha studiato pittura a olio all'Università d'arte Musashino, ma già prima di laurearsi ha iniziato a lavorare nel mondo del cinema collaborando come aiuto pittore a film come Les fruits de la passion di Shūji Terayama del 1981. Il primo film in cui viene accreditato come scenografo è -Fu-ta-ri-bo-cchi- (・ふ・た・り・ぼ・っ・ち・?) di Kōji Enokido del 1988.

Il successo è arrivato dalla seconda metà degli anni 1990 grazie alla fortunata coincidenza di due film di grande impegno scenografico che narrano storie corali in cui l'ambiente urbano assume il ruolo di personaggio: Swallowtail (スワロウテイル?) di Shunji Iwai del 1996, per il quale ha ricevuto l'anno successivo il premio come Miglior scenografia alla XX edizione dei Japan Academy Awards[1], e Fuyajō (不夜城?) del 1998 di Lee Chi-Ngai, anch'esso premiato come Miglior scenografia ai XXII Japan Academy Awards e anche ai XVIII Hong Kong Film Award nel 1999. Per questi due film Taneda ha realizzato scenografie oltremodo complesse, che rappresentano città tentacolari tipicamente asiatiche ed estremamente ricche di dettagli[2].

A partire dagli anni 2000 Taneda ha iniziato una serie di felici collaborazioni stabili con alcuni registi. Fra le varie, si ricordano quelle nuovamente con Shunji Iwai nel 2003 per Hana to Alice e con Lee Chi-Ngai nel 2009 per Subaru, e poi con Quentin Tarantino nel 2003 per Kill Bill: Volume 1 e nel 2015 per The Hateful Eight, con Lee Sang-il nel 2004 per 69, nel 2006 per Hula Girls e nel 2010 per Akunin, con Hirokazu Kore'eda nel 2009 per Kūki ningyō e nel 2017 per Il terzo omicidio, e soprattutto con Kōki Mitani nel 2006 per The Uchōten Hotel, nel 2008 per The Magic Hour, nel 2011 per Suteki na kanashibari, nel 2013 per Kiyosu kaigi e nel 2015 per Galaxy kaidō.

Taneda ha lavorato anche in alcuni film action come Man of Tai Chi del 2013 di Keanu Reeves e Manhunt del 2017 di John Woo. Nel campo dell'animazione ha disegnato le scenografie per i film Ghost in the Shell 2 - Innocence del 2004 di Mamoru Oshii (Production I.G) e Quando c'era Marnie del 2014 di Hiromasa Yonebayashi (Studio Ghibli).

Nel 2011 ha ricevuto dal Governo giapponese la Medaglia d'onore con nastro viola, per gli eccellenti risultati in campo artistico. Nel 2021 è stato scelto come scenografo per le cerimonie di apertura e chiusura delle Olimpiadi di Tokyo 2020[3].

FilmografiaModifica

CinemaModifica

Dopo i titoli sono indicati fra parentesi () i nomi dei registi. Se non diversamente specificato dopo il punto e virgola ;, Taneda si è occupato delle scenografie.

VideoclipModifica

EventiModifica

  • 2004 - Bravo SASEBO Festival; apertura al pubblico delle scenografie per il film 69 girato a Sasebo
  • 2007 - Natsu no shukusai gekijō - Akari no matsuri Fantomatico!; luminarie estive per il parco a tema Huis Ten Bosch a Sasebo
  • 2008 - Natsu no shukusai gekijō - Akari no matsuri Fantomatico!; luminarie estive per il parco a tema Huis Ten Bosch a Sasebo
  • 2009 - Natsu no shukusai gekijō - Akari no matsuri Fantomatico!; luminarie estive per il parco a tema Huis Ten Bosch a Sasebo
  • 2014 - Perfume 5th Tour 2014『Gurun gurun』; scenografie per il tour delle Perfume

PubblicazioniModifica

  • 1998 - TOWN for the FILMS - ARTWORKS from "Swallowtail Butterfly" to "Sleepless Town"
  • 2002 - Tsuji Hitonari + Taneda Yōhei shiki - Eigazukuri no tabi
  • 2002 - The Art of Kamaitachi no yoru 2 - Mikazuki-jima
  • 2004 - INNOCENCE - The Official Art Book; volume contenuto solo nell'edizione per collezionisti del DVD giapponese di Ghost in the Shell 2 - Innocence e non venduto separatamente
  • 2007 - Hot Set/Taneda Yōhei - Bijutsu ntoku sakuhinshū
  • 2008 - TRIP for the FILMS - ARTWORKS from "Shikoku" to "The Magic Hour" featuring "KILL BILL Vol.1"
  • 2009 - Dokoka tōku e
  • 2010 - Karigurashi no Arrietty × Taneda Yōhei ten; catalogo dell'omonima mostra
  • 2013 - Taneda Yōhei ni yoru Mitani Kōki eiga no sekaikan ten OFFICIAL BOOK; catalogo dell'omonima mostra
  • 2014 - Omoide no Marnei × Taneda Yōhei ten official guide; catalogo dell'omonima mostra
  • 2014 - Ghibli no sekai wo tsukuru
  • 2014 - Densetsu no eiga bijutsu kantoku-tachi × Taneda Yōhei
  • 2015 - Stella to mirai

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ I Japan Academy Awards non presentano una serie di film nominati fra cui uno vincitore, ma una serie di film vincitori più uno a cui viene assegnato il premio d'eccellenza. Ad esempio, nella XX edizione dei Japan Academy Awards del 1997, Taneda ha vinto il premio per la Miglior scenografia insieme a tre altri film, mentre il Premio d'eccellenza per la miglior scenografia è andato a Kyōko Heya per Vuoi ballare? - Shall We Dance?. Successivamente, nella XXX edizione del 2007, il Premio d'eccellenza per la miglior scenografia è andato a Toshiyuki Matsumiya e Shigeyuki Kondō per Otoko-tachi no Yamato, ma Taneda ha comunque vinto due premi per la Miglior scenografia per i film The Uchōten Hotel e Hula Girls.
  2. ^ (JA) Yōhei Taneda, TOWN for the FILMS - ARTWORKS from "Swallowtail Butterfly" to "Sleepless Town", Tokyo, Kadokawa Shoten, 1998, ISBN 9784048835404.
  3. ^ (JA) オリンピック・パラリンピック開会式の音楽監督をFPM田中知之が担当、作曲メンバーに小山田圭吾, su 音楽ナタリー, 15 luglio 2021. URL consultato il 16 luglio 2021.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN171161144 · ISNI (EN0000 0001 2009 9923 · LCCN (ENno2012161325 · NDL (ENJA00690244 · WorldCat Identities (ENlccn-no2012161325