24 Ore di Le Mans 2001

1leftarrow blue.svgVoce principale: 24 Ore di Le Mans.

24 Ore di Le Mans 2001
Edizione n. 69 della 24 Ore di Le Mans
Dati generali
Inizio16 giugno
Termine17 giugno
Titoli in palio
Vittoria assolutaGermania Frank Biela
Danimarca Tom Kristensen
Italia Emanuele Pirro
su Audi R8
Classe LM-GTPRegno Unito Andy Wallace
Belgio Eric van de Poele
Stati Uniti Butch Leitzinger
su Bentley EXP Speed 8
Classe LMP675Svizzera Jean-Denis Délétraz
Spagna Jordi Gené
Francia Pascal Fabre
su Reynard 2KQ-LM
Classe GTSCanada Ron Fellows
Stati Uniti Johnny O'Connell
Stati Uniti Scott Pruett
su Chevrolet Corvette C5-R
Classe GTItalia Gabrio Rosa
Italia Luca Drudi
Italia Fabio Babini
su Porsche 911 GT3-RS
Altre edizioni
Precedente - Successiva

La 24 Ore di Le Mans 2001 è stata la 69ª maratona automobilistica svoltasi sul Circuit de la Sarthe di Le Mans, in Francia, il 16 e il 17 giugno 2001. Hanno gareggiato assieme 5 classi di automobili da competizione, ognuna delle quali ha avuto il suo vincitore. Le vetture più veloci, appartenenti alle classi LM-P900, LM-GTP e LM-P675, erano sportprototipi di categoria Le Mans Prototype appositamente progettati e costruiti per le gare, mentre le più lente classi GTS e GT comprendevano vetture derivate da automobili GT stradali.

ContestoModifica

Per quanto riguarda i partecipanti a questa edizione, nella classe regina l'Audi schiera due Audi R8 ufficiali gestite dal team Joest e due semiufficiali nelle mani di team privati, la Bentley è presente con due esemplari della sua EXP Speed 8, il team Oreca in veste di team ufficiale Chrysler schiera ben tre Dallara LMP1 motorizzate Mopar, la Panoz dispone di due LMP-07, anche la Cadillac è presente con due prototipi LMP1, competitive le Courage e le Dome-Judd.

Per questa gara l'Audi ha introdotto sui motori delle proprie vetture un sistema di iniezione diretta della benzina (denominato FSI), grazie al quale diminuiscono i consumi e migliora l'erogazione della potenza, tuttavia la forte pioggia che ha imperversato durante tutta la gara e i conseguenti ritmi meno intensi della corsa non hanno permesso all'Audi di trarne a pieno beneficio.

GaraModifica

La gara è caratterizzata da intense precipitazioni piovose, che ne condizionano l'andamento, numerosi gli incidenti, le uscite di pista, i ritiri e le neutralizzazioni di gara con safety car in pista per la troppa acqua sul circuito.

La corsa viene vinta da Frank Biela, Tom Kristensen ed Emanuele Pirro piloti dell'Audi Sport Team Joest, che grazie alla vettura gemella giunta seconda ottiene una netta doppietta. Al terzo posto si piazza la Bentley.

Su entrambe le Audi ufficiali sono emersi problemi al cambio, la squadra ha provveduto alla sostituzione dell'intero retrotreno, ma mentre l'equipaggio vincitore ha condotto una gara immune da errori di rilievo e da altri problemi tecnici, l'Audi di Aiello-Capello-Pescatori, al traguardo seconda ad un giro di distacco, è invece stata costretta a delle riparazioni ai box per diversi errori commessi dai primi due piloti. In particolare Aiello, andato al comando subito dopo la partenza, ha continuato a girare con gomme slick anche quando ha cominciato a piovere, sul bagnato ha poi urtato il guard-rail ed è stato costretto a rientrare ai box per la riparazione della sospensione anteriore; durante il successivo pit-stop ha urtato la postazione del box vicino e nei restanti turni di guida ha compiuto due fuoripista, mentre Capello ne ha commesso uno insabbiandosi dopo il Ponte Dunlop, errori che alla fine hanno determinato il giro di distacco dal vincitore.

Le Bentley, sulla carta favorite dalle condizioni meteorologiche, sono invece state rallentate da problemi all'elettroattuatore del cambio, dispositivo che rende le cambiate più veloci e precise, preservando la trasmissione. Tuttavia l'umidità penetrata all'interno della vettura ne ha compromesso l'efficacia, portando ad un malfunzionamento della trasmissione, che comportato rallentamenti, uscite di pista e soste ai box per la sostituzione. Proprio per questi problemi la Bentley #7 di Guy Smith è uscita di pista insabbiandosi, nel tentativo di ripartire il pilota fa pattinare abbondantemente le gomme, i collettori di scarico della vettura si surriscaldano e ne nasce un principio di incendio che la costringe al ritiro. L'altra Bentley, rallentata anch'essa dal cambio, è costretta ad una sosta di 20 minuti per la sostituzione della centralina elettronica.

Problemi analoghi alla trasmissione si manifestano anche sulle Panoz e sulle Chrysler, sempre originati dall'elettroattuatore del cambio fornito dallo stesso produttore.

Nella classe LM-P675 vittoria della Reynard-Volkswagen di Jordi Gené, Jean-Denis Délétraz e Pascal Fabre. Nelle Gran Turismo importante risultato della Porsche 911 GT3-RS del trio italiano Gabrio Rosa, Luca Drudi e Fabio Babini che oltre a vincere la classe GT sorpassano in classifica anche le più veloci e potenti vetture della classe GTS, nella quale vince la Chevrolet Corvette C5-R di Ron Fellows, Scott Pruett e Johnny O'Connell.

Classifica finaleModifica

I vincitori di Classe sono marcati in grassetto. Le vetture che hanno terminato la gara ma non hanno coperto il 75% della distanza del vincitore sono considerate non classificate (NC).

Posizione Classe Squadra Piloti Vettura Pneumatici Giri
Motore
1 LMP900 1   Audi Sport Team Joest   Frank Biela
  Emanuele Pirro
  Tom Kristensen
Audi R8 M 321
Audi 3.6L Turbo V8
2 LMP900 2   Audi Sport North America   Laurent Aïello
  Rinaldo Capello
  Christian Pescatori
Audi R8 M 320
Audi 3.6L Turbo V8
3 LMGTP 8   Team Bentley   Andy Wallace
  Butch Leitzinger
  Eric van de Poele
Bentley EXP Speed 8 D 306
Bentley (Audi) 3.6L Turbo V8
4 LMP900 16   Team PlayStation
  Oreca
  Olivier Beretta
  Karl Wendlinger
  Pedro Lamy
Chrysler LMP M 298
Chrysler (Mopar) 6.0L V8
5 LMP675 38   ROC Auto   Jordi Gené
  Jean-Denis Délétraz
  Pascal Fabre
Reynard 2KQ-LM M 284
Volkswagen HPT16 2.0L Turbo I4
6 GT 83   Seikel Motorsport   Gabrio Rosa
  Fabio Babini
  Luca Drudi
Porsche 911 GT3-RS Y 283
Porsche 3.6L Flat-6
7 GT 77   Freisinger Motorsport   Gunnar Jeannette
  Romain Dumas
  Philippe Haezebrouck
Porsche 911 GT3-RS Y 282
Porsche 3.6L Flat-6
8 GTS 63   Corvette Racing   Ron Fellows
  Scott Pruett
  Johnny O'Connell
Chevrolet Corvette C5-R G 278
Chevrolet LS7R 7.0L V8
9 GT 75   Perspective Racing   Thierry Perrier
  Michel Neugarten
  Nigel Smith
Porsche 911 GT3-RS D 275
Porsche 3.6L Flat-6
10 GT 80   Larbre Compétition   Jean-Luc Chereau
  Patrice Goueslard
  Sébastien Dumez
Porsche 911 GT3-RS M 274
Porsche 3.6L Flat-6
11 GT 72   Team Taisan Advan   Hideo Fukuyama
  Atsushi Yogo
  Kazuyuki Nishikawa
Porsche 911 GT3-RS Y 273
Porsche 3.6L Flat-6
12 GT 82   Seikel Motorsport   Tony Burgess
  Max Cohen-Olivar
  Andrew Bagnall
Porsche 911 GT3-RS Y 272
Porsche 3.6L Flat-6
13 LMP900 17   Pescarolo Sport   Sébastien Bourdais
  Jean-Christophe Boullion
  Laurent Rédon
Courage C60 M 271
Peugeot A32 3.2L Turbo V6
14 GTS 64   Corvette Racing   Andy Pilgrim
  Kelly Collins
  Franck Fréon
Chevrolet Corvette C5-R G 271
Chevrolet LS7R 7.0L V8
15 LMP900 6   DAMS   Wayne Taylor
  Max Angelelli
  Christophe Tinseau
Cadillac Northstar LMP01 M 270
Cadillac Northstar 4.0L Turbo V8
16 GT 76   PK Sport
  Ricardo Engineering
  Mike Youles
  Dave Warnock
  Stephen Day
Porsche 911 GT3-RS D 265
Porsche 3.6L Flat-6
17 GT 74   Warm-Up Luc Alphand Aventures
  JMB Racing
  Luc Alphand
  Michel Ligonnet
  Luis Marques
Porsche 911 GT3-RS M 265
Porsche 3.6L Flat-6
18 GTS 60   Saleen-Allen Speedlab   Franz Konrad
  Oliver Gavin
  Terry Borcheller
Saleen S7-R G 246
Ford 7.0L V8
19 LMP675 30   Gerard Welter   Stéphane Daoudi
  Yojiro Terada
  Jean-René de Fournoux
WR LMP01 M 245
Peugeot 2.0L Turbo I4
20 GTS 58   Larbre Compétition   Christophe Bouchut
  Jean-Philippe Belloc
  Tiago Monteiro
Chrysler Viper GTS-R M 234
Chrysler 8.0L V10
21
NC
GT 79   Noël del Bello racing   Sylvain Noël
  Jean-Luc Maury-Lauribière
  Georges Forgeois
Porsche 911 GT3-RS D 193
Porsche 3.6L Flat-6
22
ABD
LMP900 14   Viper Team Oreca   Seiji Ara
  Masahiko Kondo
  Ni Amorim
Chrysler LMP M 243
Chrysler (Mopar) 6.0L V8
23
ABD
GTS 62   Ecurie Ecosse
  Ray Mallock Ltd. (RML)
  Johnny Mowlem
  Ian McKellar
  Bruno Lambert
Saleen S7-R D 175
Ford 7.0L V8
24
ABD
LMP900 9   Racing for Holland   Jan Lammers
  Donny Crevels
  Val Hillebrand
Dome S101 M 156
Judd GV4 4.0L V10
25
ABD
LMP900 20   Team Ascari   Werner Lupberger
  Ben Collins
  Harri Toivonen
Ascari A410 G 134
Judd GV4 4.0L V10
26
ABD
LMP900 15   Viper Team Oreca   Yannick Dalmas
  Stéphane Sarrazin
  Franck Montagny
Chrysler LMP M 126
Chrysler (Mopar) 6.0L V8
27
ABD
GT 70   Aspen Knolls Racing
  Michael Colucci Racing (MCR)
  Bob Mazzuoccola
  Vic Rice
  Cort Wagner
Callaway C12-R G 98
Chevrolet 7.0L V8
28
ABD
LMP675 36   Dick Barbour Racing   Didier de Radiguès
  Sascha Maassen
  Hideshi Matsuda
Reynard 01Q-LM G 95
Judd GV675 3.4L V8
29
ABD
LMP675 32   KnightHawk Racing
  Roock Racing International
  Claudia Hürtgen
  Rick Fairbanks
  Chris Gleason
Lola B2K/40 A 94
Nissan 3.4L V6
30
ABD
LMP675 33   MG Sport & Racing Ltd.   Julian Bailey
  Mark Blundell
  Kevin McGarrity
MG-Lola EX257 M 92
MG (AER) XP20 2.0L Turbo I4
31
ABD
LMP900 11   Panoz Motorsports   Klaus Graf
  Jamie Davies
  Gary Formato
Panoz LMP07 M 86
Élan (Zytek) 4.0L V8
32
ABD
LMP900 12   Panoz Motorsports   David Brabham
  Jan Magnussen
  Franck Lagorce
Panoz LMP07 M 85
Élan (Zytek) 4.0L V8
33
ABD
LMP900 3   Champion Racing   Johnny Herbert
  Didier Theys
  Ralf Kelleners
Audi R8 M 81
Audi 3.6L Turbo V8
34
ABD
LMP900 10   Team Den Blå Avis
  Team Goh
  John Nielsen
  Hiroki Katoh
  Casper Elgaard
Dome S101 G 66
Judd GV4 4.0L V10
35
ABD
LMP900 21   Team Ascari   Klaas Zwart
  Xavier Pompidou
  Scott Maxwell
Ascari A410 G 66
Judd GV4 4.0L V10
36
ABD
GTS 55   Paul Belmondo Racing   Vincent Vosse
  Vanina Ickx
  Carl Rosenblad
Chrysler Viper GTS-R D 61
Chrysler 8.0L V10
37
ABD
LMGTP 7   Team Bentley   Martin Brundle
  Stéphane Ortelli
  Guy Smith
Bentley EXP Speed 8 D 56
Bentley (Audi) 3.6L Turbo V8
38
ABD
LMP900 5   DAMS   Éric Bernard
  Emmanuel Collard
  Marc Goossens
Cadillac Northstar LMP01 M 56
Cadillac Northstar 4.0L Turbo V8
39
ABD
LMP900 19   SMG Compétition   Philippe Gache
  Jérôme Policand
  Anthony Beltoise
Courage C60 M 51
Judd GV4 4.0L V10
40
ABD
GTS 56   Paul Belmondo Racing   Grégoire de Galzain
  Anthony Kumpen
  Jean-Claude Lagniez
Chrysler Viper GTS-R D 44
Chrysler 8.0L V10
41
ABD
GT 71   Racing Engineering   Robert Donovan
  Terry Lingner
  Chris MacAllister
Porsche 911 GT3-RS D 44
Porsche 3.6L Flat-6
42
ABD
LMP900 18   Pescarolo Sport   Emmanuel Clerico
  Didier Cottaz
  Boris Derichebourg
Courage C60 M 42
Peugeot A32 3.2L Turbo V6
43
ABD
LMP900 4   Johansson Motorsport   Stefan Johansson
  Tom Coronel
  Patrick Lemarié
Audi R8 M 35
Audi 3.6L Turbo V8
44
ABD
LMP675 34   MG Sport & Racing Ltd.   Anthony Reid
  Warren Hughes
  Jonny Kane
MG-Lola EX257 M 30
MG (AER) XP20 2.0L Turbo I4
45
ABD
LMP675 37   Dick Barbour Racing   John Graham
  Milka Duno
  David Murry
Reynard 01Q-LM G 4
Judd GV675 3.4L V8
46
ABD
GTS 61   Konrad Motorsport   Walter Brun
  Toni Seiler
  Charles Slater
Saleen S7-R G 4
Ford 7.0L V8
47
ABD
GTS 57   Equipe de France FFSA
  Epsilon Sport
  Oreca
  David Terrien
  Jonathan Cochet
  Jean-Philippe Dayraut
Chrysler Viper GTS-R M 4
Chrysler 8.0L V10
48
ABD
LMP675 35   S & R Rowan Racing Ltd.   Warren Carway
  Martin O'Connell
  François Migault
Pilbeam MP84 A 3
Nissan (AER) VQL 3.0L V6

Leggenda:

  • ABD=Abbandono - NC=Non classicicata

StatisticheModifica

  • Pole Position - Rinaldo Capello su #2 Audi Sport North America - 3:32.429
  • Giro più veloce - Laurent Aiello su #2 Audi Sport Team Joest - 3:39.046
  • Distanza coperta - 4.381,65 km
  • Velocità media - 180,949 km/h

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica