Apri il menu principale

Alessio Vinci

giornalista e conduttore televisivo italiano
Alessio Vinci

Alessio Vinci (Lussemburgo, 15 aprile 1968) è un giornalista, conduttore televisivo e manager italiano.

Nato in Lussemburgo da genitori italiani (padre messinese e madre veneziana), è stato a lungo corrispondente dall'estero della CNN, con cui ha collaborato per quasi vent'anni. Nel 2009 ha esordito alla conduzione televisiva - facendosi conoscere anche al pubblico italiano - presentando il talk show di Canale 5 Matrix, che ha guidato fino al 2012. Dopo aver lasciato Mediaset, ha lavorato per breve tempo ad Agon Channel per poi diventare capo della comunicazione Alitalia e in seguito capo della comunicazione istituzionale in TIM[1] fino al 2018.

BiografiaModifica

Alessio Vinci è nato in Lussemburgo[2][3] da padre messinese, Enrico, che dal 1986 ha ricoperto l'incarico di segretario generale e dal 1999 direttore generale del Parlamento europeo, e da madre veneziana[4]. Ha studiato Scienze politiche all'Università degli Studi di Milano, senza però conseguire la laurea. Si è poi trasferito con una borsa di studio ad Atlanta, negli Stati Uniti d'America, dove ha iniziato a lavorare per l'emittente televisiva CNN.

Grazie alle varie lingue imparate nell'infanzia (l'italiano, il francese, l'inglese, il tedesco e il russo), si occupa prevalentemente degli esteri[5]. Fra il 1991 e il 1996 è stato corrispondente da Mosca, assistendo al putsch di agosto, alla crisi costituzionale del 1993 e si è occupato anche della prima guerra cecena. Ha ricevuto un ACE Award per la copertura delle elezioni presidenziali russe del 1996.

Fra il 1999 e il 2001 è stato il corrispondente da Belgrado, assistendo ai bombardamenti NATO e alla caduta di Slobodan Milošević, vincendo per questo l'Edward Murrow Award[6]. È stato in seguito per tre anni il corrispondente da Berlino, occupandosi di Russia, Balcani, Africa, Europa centrale e orientale. Nel 2001 ha passato un periodo a New York dopo gli attentati dell'11 settembre e in Afghanistan, dopo l'invasione statunitense. Dal 2001 è il corrispondente da Roma, dove nel 2005 si è occupato della morte di Giovanni Paolo II, dei funerali e del successivo conclave: lo stesso anno ha vinto il Premio Maria Grazia Cutuli (organizzato dal Corriere della Sera in collaborazione con il comune di Santa Venerina)[7]. Dal 13 giugno 2006 è iscritto all'albo dell'Ordine dei giornalisti come pubblicista[3].

Il 16 febbraio 2009[8] lascia la CNN per passare a Mediaset succedendo, dal 24 febbraio, a Enrico Mentana nella conduzione di Matrix, programma televisivo di attualità e approfondimento giornalistico in onda nella seconda serata di Canale 5: questo incarico termina definitivamente il 31 maggio 2012. Insieme a Sabrina Scampini, dal 7 al 28 ottobre 2012, per quattro puntate, ha condotto la trasmissione Domenica Live su Canale 5 ma poi entrambi, a causa dei bassi ascolti, dal 4 novembre 2012 sono stati sostituiti da Barbara D'Urso.

Nel gennaio 2013 è passato al TG5[9], ma dopo circa sei mesi decide di terminare ogni rapporto lavorativo con Mediaset[10] (formalmente dimettendosi dall'incarico di vicedirettore Videonews, ruolo che ricopriva dal 2009) a causa di alcuni dissidi con i vertici aziendali[11].

Ad agosto 2013 approda alla televisione albanese Agon Channel[12], e a settembre ne diventa direttore editoriale[13] fino alla conclusione dell'esperienza albanese a luglio 2014[14].

L'8 gennaio 2016 è stato nominato capo della comunicazione di Alitalia[15] e direttore editoriale del periodico Ulisse[16].

Nel 2016 gli è stato attribuito alla Camera dei deputati il Premio America della Fondazione Italia USA.

Dall'ottobre 2017 al 19 novembre 2018 è stato a capo della comunicazione istituzionale alla TIM[17].

NoteModifica

  1. ^ Alessio Vinci a capo della comunicazione di Tim, in Corriere delle Comunicazioni, 18 ottobre 2017.
  2. ^ Alessio Vinci, un italiano nato in Lussemburgo, Italiani.lu. URL consultato il 21 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 30 aprile 2009).
  3. ^ a b Annuario dei Giornalisti italiani 2008, Ordine dei giornalisti. URL consultato il 21 febbraio 2009.
  4. ^ Lanfranco Pace, Alessio Vinci, Il Foglio, 29/09/2002. URL consultato il 2 marzo 2011 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2011).
  5. ^ Matrix-Alessio Vinci, matrix.mediaset.it. URL consultato il 10 aprile 2009.
  6. ^ (EN) CNN Wins Three RTNDA 2001 Edward R. Murrow Awards, Time Warner, 19/06/2001. URL consultato il 5 febbraio 2009.
  7. ^ I vincitori del premio "Maria Grazia Cutuli", Comune di Santa Venerina, 2005. URL consultato il 16 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2009).
  8. ^ Matrix, il nuovo conduttore è Alessio Vinci, Quotidiano Net, 16/02/2009. URL consultato il 16 febbraio 2009 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2009).
  9. ^ Alessio Vinci al Tg5 | DavideMaggio.it
  10. ^ Alessio Vinci | che fine ha fatto | DavideMaggio.it
  11. ^ Diario della Televisione Italiana del 3 giugno 2013 | DavideMaggio.it
  12. ^ Alessio Vinci, l'ex conduttore di Matrix si trasferisce su Agon Channel, canale della tv dell'Albania
  13. ^ Il debutto di Alessio Vinci alla televisione albanese Archiviato il 23 settembre 2013 in Internet Archive.
  14. ^ Vinci lascia Agon: "Quando sono venuto qui mi hanno preso in giro, poi mi hanno chiesto lavoro. - LiberoQuotidiano.it, 9 dicembre 2014
  15. ^ La carica ha una denominazione in inglese: Senior Vice President Corporate Communications.
  16. ^ Da Agon Tv ad Alitalia: Alessio Vinci nuovo responsabile comunicazione - Repubblica.it, 8 gennaio 2016
  17. ^ Alessio Vinci licenziato in diretta da Tim. “Esecuzione sommaria”, su primaonline.it. URL consultato il 30 novembre 2018.

Collegamenti esterniModifica