Apri il menu principale

Antonio Zanoletti

attore, regista e doppiatore italiano

Antonio Zanoletti (Borgo San Giacomo, 18 febbraio 1949) è un attore e regista italiano.

Tra i volti del cinema a cui ha prestato la voce Martin Sheen e James Woods.

BiografiaModifica

Come attoreModifica

Il debutto sul palcoscenico di Antonio Zanoletti, avviene nel 1979, sotto la direzione di Giorgio Strehler al Piccolo Teatro di Milano ne El nost Milan di Bertolazzi. In questi anni dà vita a una collaborazione con la Piccola Compagnia del Teatrino della Villa Reale di Monza, dove prende parte ad allestimenti e opere di Federico García Lorca, Bertold Brecht ed Eugène Ionesco.

Interpretando ruoli primari, si ritrova in compagnie teatrali, stabili e private, con Paola Borboni, Franco Parenti, Lucilla Morlacchi, Ernesto Calindri, Piera Degli Esposti, Giulia Lazzarini, Giancarlo Dettori, Franca Nuti, Warner Bentivegna e Andrea Jonasson-Strehler.

Tra i registi che lo hanno diretto, ci sono Luigi Squarzina, Fabio Battistini, Antonio Calenda, Mario Morini, Lamberto Puggelli, Enrico D'Amato, Carlo Battistoni, Luca Barbareschi, Andreè Ruth Shammah, Mauro Avogadro e Luca Ronconi.

I testi da lui interpretati sono di Simone Weil, William Shakespeare, Carlo Emilio Gadda, Alessandro Baricco, Euripide, Vladimir Nabokov, Ford, Niccolò Machiavelli, Vittorio Alfieri, Alessandro Manzoni, Carlo Goldoni, Luigi Pirandello, Thomas Stearns Eliot, Molière, Eschilo, John Steinbeck, Ruzante, Paul Claudel, Georges Bernanos, Mario Luzi, Czesław Miłosz, Fëdor Dostoevskij, Giovanni Testori e Henrik Ibsen.

Ha calcato le scene nei Teatri Stabili di Milano, Roma, Torino, Firenze, Napoli, e in teatri privati: Teatro Manzoni di Milano, Teatro Carcano, Teatro Pierlombardo-Parenti, Teatro delle Arti di Roma, Teatro degli Incamminati, Teatro Nuovo, Teatro Aut-Off.

Al teatro Alla Scala di Milano, nel rapporto musica-parola è in Aminta di Torquato Tasso, Il Conte di Carmagnola di Alessandro Manzoni, Oreste di Vittorio Alfieri, I Dialoghi delle Carmelitane musicate da Francis Poulenc e curate da Luca Ronconi.

All'Opera di Roma è in Arlesiana di Georges Bizet a cura di Mauro Avogadro.

Al Teatro Greco di Siracusa ha partecipato al Prometeo di Eschilo con Roberto Herlitzka, regia di Antonio Calenda.

In Eracle di Euripide, regia di Luca de Fusco. È protagonista a Paestum in Trachinie di Sofocle, con Micaela Esdra, regia di Walter Pagliaro.

Al Teatro Stabile di Torino ha recitato nel Benessere di Brusati ed è stato il Dottor Wangel ne La donna del mare di Ibsen, con Elisabetta Pozzi, regia di Mauro Avogadro e a Milano in Spettri nel ruolo del Pastore Manders di Ibsen con la regia di Lorenzo Loris.

Prende parte agli allestimenti di Luca Ronconi prima a Roma, Teatro Argentina e poi a Milano, al Piccolo teatro in Venezia, Venezia salva di Simone Weil, Re Lear di William Shakespeare, Quer pasticciaccio brutto de via Merulana di Gadda, Davila Roa di Alessandro Baricco, Medea di Euripide, Lolita di Nabokov, Le Baccanti di Euripide, Peccato che fosse puttana! di Ford.

Con Franco Branciaroli in The Cocktail Party di Thomas Stearns Eliot, Riccardo IIIdi William Shakespeare nel ruolo di Buckingham, ne Il malato immaginario di Molière e nel ruolo di Tonin soldato bergamasco in La Moscheta di Ruzante con Viola Pornaro.

Ha curato la drammaturgia, regia e interpretazione de Il sole negli occhi, lettere di Van Gogh al fratello Theo con una lunga tournée tuttora in repliche in Italia e all'estero, ottenendo un enorme successo di critica e di pubblico. Con Giorgia Toso ha curato l'allestimento de La verità, prima di tutto sul caso Dreyfus. Ha presentato recentemente Poesie dai banchi di scuola (i migliori anni della nostra vita).

Esperto di teatro sacro, negli anni '90 fonda e dirige la Compagnia dell'Eremo curando l'organizzazione e le regie di manifestazioni legate al "sacro" a Bergamo, Brescia e a Varese al Sacro Monte e all'Eremo di Santa Caterina, nonché percorsi poetici su David Maria Turoldo, Clemente Rebora, Giovanni Testori, Mario Luzi, Octavio Praz, Vittorio Sereni, Antonia Pozzi, Papa Paolo VI, Madre Teresa di Calcutta.

Nel 2008 ha recitato nel cortometraggio Le talpe di Ludovico Bessegato.

Nel 2010 e nel 2011 al teatro greco di Siracusa ha recitato come Ulisse in Aiace e in Filottete di Sofocle, come Socrate nelle Nuvole di Aristofane. Nella Quaresima del 2012 e del 2013 ha partecipato come voce recitante alle vie crucis che il cardinal Angelo Scola ha tenuto nel Duomo di Milano. Ha continuato ad animare la Compagnia dell'Eremo, mettendo in scena tra il 2012 e il 2013 Jacques Fesch. Transfiguratio malis, La scelta. Sette disegni con Nicolao della Flue ed Echi alpini. Canti e scritti delle penne nere, su drammaturgie di Sergio Di Benedetto.

Da alcuni anni collabora con il Teatro del Cerchio di Parma, tenendo seminari per attori e curando diverse regie.

Nella stagione 2014-2015 recita in Enrico IV di Pirandello, per la regia di Franco Branciaroli, nel ruolo di Dionisio Genoni. Costanzo Gatta, per il Corriere della sera, dà una valutazione di 9/10 alla sua performance[1].

Come doppiatoreModifica

Ha partecipato al doppiaggio di Olocausto film per la TV con Meryl Streep. Ha dato voce a James Woods, Michael Moriarty, Martin Sheen. Per la televisione ha dato voce a diverse serie televisive e ai più importanti cartoni animati di Mediaset.

TeatroModifica

  • 2014 - Sergio Di Benedetto - Lolek il grande. Alle radici di Giovanni Paolo II, regia di Antonio Zanoletti
  • 2013 - Sergio Di Benedetto - La scelta. Sette disegni su Nicolao della Flue (Nicolao della Flue), regia di A. Zanoletti
  • 2012 - Sergio Di Benedetto, Antonio Zanoletti - Echi alpini. Canti e scritti delle penne nere, regia di A. Zanoletti
  • 2012 - Poesie sui banchi di scuola. I migliori anni della nostra vita, drammaturgia, interpretazione e regia di A. Zanoletti
  • 2012 - Sergio Di Benedetto - Jacques Fesch. Transfiguratio malis, regia di A. Zanoletti
  • 2011 - Aristofane - Le nuvole, (Socrate), regia di A. Maggi
  • 2011 - Sofocle - Filottete, (Ulisse), regia di G. Borgia
  • 2011 - Massimilano Kolbe numero 16670, drammaturgia e regia di A. Zanoletti
  • 2010 - Sofocle - Aiace (Ulisse), regia di D. Salvo
  • 2010 - Sergio Di Benedetto - Teresa di Calcutta. Il più bel commento al Vangelo, regia di A. Zanoletti
  • 2010 - A. Cesbron - È mezzanotte dottor Schweitzer (padre Carlo), regia di F. Battistini
  • 2009 - Sergio Di Benedetto, Antonio Zanoletti - Dialoghi su Paolo VI. Ciò che conta è amare, regia di A. Zanoletti
  • 2008 - Schnitzler - La contessina Mizzi (principe Egon), regia W. Pagliaro
  • 2008 - Ibsen - Spettri (pastore Manders), regia L. Loris
  • 2007 - Van Gogh - Il sole negli occhi - lettere a Theo - monologo; drammaturgia, regia e interpretazione di A. Zanoletti
  • 2007 - Sofocle - le Trachinie (Eracle), regia W. Pagliaro
  • 2007 - Euripide - Eracle (il Corifeo), regia L. De Fusco
  • 2006 - Ibsen - La donna del mare (dott.Wangel), regia M. Avogadro
  • 2005 - Euripide - Le Baccanti (Tiresia), regia L. Ronconi
  • 2005 - Ford - Peccato che fosse puttana (frate Bonaventura), regia L. Ronconi
  • 2002 - Ruzante - La Moscheta (Tonin, soldato bergamasco), regia C. Longhi
  • 2001 - Nabokov - Lolita (dott. Ray), regia L. Ronconi
  • 2000 - Molière - Il malato immaginario (Beraldo), regia L. Puggelli
  • 1999 - William Shakespeare - Riccardi III (Buckingham), regia A. Calenda
  • 1998 - Bernanos - Diario di un curato di campagna (il curato), regia F. Battistini
  • 1997 - Euripide - Medea (Creonte), regia L. Ronconi
  • 1996 - Gadda - Quer pasticciaccio brutto de via Merulana (lo Sgranfia), regia L. Ronconi
  • 1994 - Weil - Venezia salva (Bassio), regia L. Ronconi
  • 1993 - Brecht - Madre Coraggio e i suoi figli (il cuoco Lamb), regia A. Calenda
  • 1986 - Machiavelli - Clizia (Pirro), regia A. Bianchini
  • 1983 - Steinbeck - Uomini e topi (Nico), regia L. Barbareschi
  • 1979 - Bertolazzi - El nost Milan (el Rico), regia G. Strehler

DoppiaggioModifica

NoteModifica

  1. ^ Costanzo Gatta, Pagelle della settimana, in Corriere della sera, 18 maggio 2014.

BibliografiaModifica

  • Fabio Battistini, Verso il sacro, Emmevi, 2010

Collegamenti esterniModifica