Apri il menu principale
Arcieparchia di Leopoli degli Ucraini
Archieparchia Leopolitana Ucrainorum
Chiesa greco-cattolica ucraina
SoborSwJuraLwow2.jpg
Mappa della diocesi
Diocesi suffraganee
Sambir-Drohobyč, Sokal'-Žovkva, Stryj
Arcieparca metropolita Ihor Voz'njak, C.SS.R.
Ausiliari Volodymyr Hrutsa, C.SS.R.
Sacerdoti 489 di cui 390 secolari e 99 regolari
1.661 battezzati per sacerdote
Religiosi 363 uomini, 244 donne
Diaconi 2 permanenti
Abitanti 1.068.773
Battezzati 812.523 (76,0% del totale)
Superficie 3.767 km² in Ucraina
Parrocchie 289
Erezione 1677
Rito bizantino
Indirizzo Plošča Svjatoho Jura 5, 79000 Lviv, Ukraina
Sito web www.ugcc.lviv.ua
Dati dall'Annuario pontificio 2017 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Ucraina
Cattedrale di San Giorgio di Leopoli

L'arcieparchia di Leopoli degli Ucraini (in latino: Archieparchia Leopolitana Ucrainorum) è una sede metropolitana della Chiesa greco-cattolica ucraina. Nel 2016 contava 812.523 battezzati su 1.068.773 abitanti. È retta dall'arcieparca Ihor Voz'njak, C.SS.R.

Indice

TerritorioModifica

L'arcieparchia comprende la parte centrale dell'oblast' di Leopoli.

Sede arcieparchiale è la città di Leopoli, dove si trova la cattedrale di San Giorgio.

Il territorio è suddiviso in 289 parrocchie.

StoriaModifica

L'eparchia di Leopoli fu eretta nel 1539, come sede ortodossa continuatrice dell'eparchia di Halyč, che era stata eretta a metà del XII secolo ed elevata al rango di metropolia nel 1303, fino a quando il titolo metropolitico fu traslato a Kiev nel 1401.

L'eparchia di Leopoli non riconobbe l'Unione di Brest del 1596 e stabilì la piena comunione con la Chiesa cattolica solo nel 1700.

Il 22 febbraio 1807 per effetto della bolla In universalis Ecclesiae di papa Pio VII fu unita alla sede di Halyč ed elevata al rango di arcieparchia metropolitana, avente come suffraganee le eparchie di Chełm e di Przemyśl (oggi arcieparchia di Przemyśl-Varsavia). Con la stessa bolla il Papa concedeva il diritto di nominare gli arcieparchi all'imperatore.

Il 26 marzo 1885 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione dell'eparchia di Stanislaviv (oggi arcieparchia di Ivano-Frankivs'k).

Il 9 e il 10 marzo 1946 le autorità sovietiche convocarono nella cattedrale di san Giorgio un falso sinodo («sinodo di Leopoli») in cui 216 sacerdoti furono costretti a sottoscrivere una revoca dell'Unione di Brest. L'attività della Chiesa greco-cattolica proseguì clandestinamente, per sfuggire alle deportazioni e alle torture con cui la Chiesa era perseguitata.

Il 23 dicembre 1963 fu eretto l'arcivescovato maggiore della Chiesa greco-cattolica ucraina e l'arcidiocesi divenne la sede propria dell'arcivescovo maggiore.

Il 20 aprile 1993 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle eparchie di Sambir-Drohobyč, di Ternopil' e di Zboriv (queste ultime due oggi sono unite nell'arcieparchia di Ternopil'-Zboriv).

Il 25 novembre 1995 cedette un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione dell'esarcato apostolico di Kiev-Vyšhorod (oggi arcieparchia di Kiev).

Il 21 luglio 2000 cedette ancora porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione delle eparchie di Sokal' (oggi eparchia di Sokal'-Žovkva) e di Stryj.

La sede dell'arcivescovato maggiore fu trasferita a Kiev il 29 agosto 2005; contemporaneamente l'arcieparchia di Leopoli divenne sede arcivescovile non metropolitana, con un ordinario proprio.

Il 21 novembre 2011 è stata ripristinata nel rango di arcieparchia metropolitana.

Cronotassi dei vescoviModifica

StatisticheModifica

L'arcieparchia al termine dell'anno 2016 su una popolazione di 1.068.773 persone contava 812.523 battezzati, corrispondenti al 76,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1943 1.300.000 ? ? 1.004 1.004 1.294 1.267
1997 1.607.000 1.826.700 88,0 555 483 72 2.895 2 485 381 736
2000 857.053 1.783.400 48,1 285 251 34 3.007 2 204 291 434
2001 650.000 1.122.700 57,9 316 262 54 2.056 2 202 193 264
2002 655.000 1.120.000 58,5 329 273 56 1.990 2 185 210 272
2003 650.000 1.068.209 60,8 329 271 58 1.975 2 131 208 271
2009 755.821 1.068.400 70,7 399 319 80 1.894 4 363 277 277
2013 675.224 966.529 69,9 468 375 93 1.442 3 341 275 285
2016 812.523 1.068.773 76,0 489 390 99 1.661 2 263 244 289

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica