Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo

A.S.D. Palermo
Calcio Football pictogram.svg
Palermo Calcio 2019.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Rosa e Nero (Bordato).svg Rosa, nero
Simboli Aquila
Inno Rosanero Amore Vero
Salvatore Ficarra, Tinturia
Dati societari
Città Palermo
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie C
Fondazione 1987
Presidente Italia Cinzia Valenti
Allenatore Italia Antonella Licciardi
Stadio Pasqualino Stadium (Carini)
(1 000 posti)
Palmarès
Dati aggiornati al 9 luglio 2021
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Sportiva Dilettantistica Palermo è una società calcistica femminile con sede nella città di Palermo, affiliata alla FIGC. La squadra, che vanta due partecipazioni alla Serie A, milita in Serie C, terzo livello del campionato italiano.

StoriaModifica

La società venne fondata il 21 dicembre 1987 come Polisportiva Ludos,[1] occupandosi inizialmente di arti marziali, e affiliandosi alla FIGC nel 1988.[1] Venne iscritta al campionato di calcio femminile di Serie C regionale per la stagione 1988-1989. Al termine della stagione 1995-1996 vinse il campionato di Serie C regionale e venne promossa in Serie B, secondo livello nazionale.[1] Per le quattro stagioni successive concluse nelle prime posizioni del raggruppamento meridionale della Serie B. Nella stagione 2000-2001 terminò al primo posto, venendo così ammessa agli spareggi per la promozione in Serie A: dopo aver superato prima il Mantova e poi il Libertas Aquile Cammaratese, affrontò in finale il Grifo Perugia, vincendo per 4-0 e conquistando la promozione nella massima serie del campionato italiano.[1][2]

Partecipò al campionato di Serie A per due stagioni consecutive: nel 2001-2002 concluse a metà classifica all'ottavo posto, mentre nel 2002-2003 concluse al quattordicesimo e ultimo posto, venendo così retrocesso in Serie A2.[3]

Seguirono sei campionati consecutivi disputati in Serie A2. All'avvio della stagione 2006-2007 cambiò denominazione in Associazione Sportiva Dilettantistica Ludos.[4] Al termine della stessa stagione venne retrocessa in Serie B, ma poi venne successivamente riammessa in Serie A2 a completamento organici. Dopo aver evitato la retrocessione nella stagione 2007-2008, vincendo lo spareggio contro il Villaputzu, concluse all'ultimo posto la stagione 2008-2009 e venne retrocessa in Serie B. A causa di difficoltà economiche, la società decise di rinunciare alla disputa dei campionati nazionali e di iscriversi nel campionato di Serie C regionale.[1] Tre anni dopo la squadra vinse il campionato regionale e venne promossa in Serie A2, che nel 2013 venne rinominata Serie B.

Nell'estate 2015 la società, dopo aver ricevuto parere negativo da parte del Co.Vi.So.D. per l'iscrizione al campionato di Serie B, rinunciò al ricorso e si iscrisse al campionato di Serie C regionale.[5] Conquistò la prima posizione del campionato di Serie C siciliano, tuttavia, pur avendo diritto all'iscrizione alla Serie B per la stagione successiva, vi rinunciò per giocare nuovamente in Serie C.[6] Terminò la stagione 2016-2017 al secondo posto, mentre vinse il campionato di Serie C nella stagione 2017-2018 con quattro giornate di anticipo, conquistando la promozione nella nuova Serie C.[7]Nell'estate del 2020, il titolo sportivo della Ludos Palermo viene ceduto al Palermo Società Sportiva Dilettantistica, la cui sezione femminile viene iscritta al campionato di Serie C.[senza fonte] Con la vittoria del girone D del campionato di Serie C 2020-2021, la squadra ha ottenuto la promozione in Serie B.[8]

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'A.S.D. Palermo

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

Il completo da gioco del Palermo femminile è identico a quello indossato dalla squadra maschile ed è composto dalla tradizionale maglia rosa, abbinata a pantaloncini e calzettoni di colore bianco.

Simboli ufficialiModifica

StemmaModifica

Lo stemma adottato dal Palermo femminile è lo stesso utilizzato dal Palermo Football Club a partire dal 2019 in cui compare la testa di un'aquila sovrapposta alla lettera P, iniziale del nome della città di Palermo, completata da un'ala stilizzata di colore rosa-nero. Lo stemma viene completato dalla parola Palermo di colore dorato.

InnoModifica

L'inno ufficiale della squadra si intitola Rosanero Amore Vero; è stato composto da scritta da Salvatore Ficarra e Lello Analfino, egli stesso cantante del pezzo.

StruttureModifica

StadioModifica

A partire dalla stagione 2019-2020, il Palermo femminile disputa le sue partite interne al Centro Sportivo Pasqualino Stadium di Carini con una capienza di circa 1 000 spettatori.

PalmarèsModifica

2020-2021

Statistiche e recordModifica

Partecipazioni ai campionati nazionaliModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie A 2 2001-2002 2002-2003 2
Serie B 8 1996-1997 2021-2022 15
Serie A2 7 2003-2004 2012-2013
Serie C 3 2018-2019 2020-2021 3

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Storia della società, su ludosfemminilepalermo.it. URL consultato il 4 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2018).
  2. ^ Archivio mese di maggio 2001 - Serie B: Como 2000 e Ludos promosse in A, su calciodonna.it, 20 maggio 2001. URL consultato il 4 marzo 2018.
  3. ^ Archivio mese di maggio 2003 - Serie A: campionato finito, su calciodonna.it, 10 maggio 2003. URL consultato il 4 marzo 2018.
  4. ^ a b Comunicato nº 142/A del 19 gennaio 2006 (PDF), su figc.it, 19 gennaio 2006. URL consultato il 4 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2013).
  5. ^ Comunicato ufficiale nº110 ammissioni ai campionati nazionali Femminili di Serie A e B 2015-2016, su www2.lnd.it, 11 settembre 2015. URL consultato il 4 marzo 2018.
  6. ^ Comunicato ufficiale nº59 Ammissioni Campionati Nazionali Femminili, su www2.lnd.it, 3 agosto 2016. URL consultato il 4 marzo 2018.
  7. ^ La Ludos batte in casa il Don Carlo Misilmeri e vola al Campionato Interregionale con quattro turni di anticipo [collegamento interrotto], su ludosfemminilepalermo.it, 25 febbraio 2018. URL consultato il 4 marzo 2018.
  8. ^ Palermo femminile promosso in B: il Chieti non va oltre il pari, su stadionews.it, 6 giugno 2021. URL consultato il 2 agosto 2021.

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale, su ludoscalciofemminile.com. URL consultato il 7 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2008).
  • Sito ufficiale, su palermofc.com. URL consultato il 28 maggio 2021.
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio