Apri il menu principale

Associazione dei quotidiani in lingua minoritaria e regionale

Associazione giornalistica europea
Associazione dei quotidiani in lingua minoritaria e regionale
(EN) European Association of Daily Newspapers in Minority and Regional Languages
(DE) Vereinigung von Tageszeitungen in Minderheiten und Regionalsprachen
AbbreviazioneMIDAS
Fondazione2001
ScopoCollaborazione tra quotidiani in lingue minoritarie
Sede centraleItalia Bolzano
PresidenteSlovacchia Edita Slezáková
Lingua ufficialeitaliano, inglese, tedesco
Membri27 (2018)
[midas-press.org Sito web]

L'Associazione dei quotidiani in lingua minoritaria e regionale o MIDAS (dall'inglese Minority Dailies Association) è un'associazione senza scopo di lucro[1] che raccoglie 27 quotidiani di 13 paesi europei,[2] la cui caratteristica comune è quella di essere editi, per almeno il 51%, in una lingua minoritaria rispetto al paese in cui vengono pubblicati.[1]

Ha sede in Italia, a Bolzano, presso l'Accademia Europea di Bolzano.[1]

Indice

Quotidiani membriModifica

PresidentiModifica

Anno inizio Anno fine Nome Quotidiano
2001 2013 Toni Ebner Dolomiten
2013 in carica Edita Slezáková Új Szó

PremiModifica

Premio MIDAS per il giornalismoModifica

Ufficialmente denominato Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe, viene assegnato annualmente dal 2004 ad un giornalista di uno dei periodici membri dell'associazione per un articolo o una serie di articoli pubblicati nell'anno precedente e che promuovano la protezione delle minoranze e la diversità culturale, che combattano il razzismo e le discriminazioni e che contribuiscano ad una migliore comprensione delle diversità culturali ed etniche. Il premio viene assegnato dal presidente del MIDAS, su proposta del consiglio.[3]

Vincitori del premio MIDASModifica

Anno Vincitore Periodico
2004[4] Ainara Mendiola Berria
2005[5] Björn Mansson Hufvudstadsbladet
2006[6] Jan Diedrichsen Der Nordschleswiger
2007[7] Hatto Schmidt Dolomiten
2008[8] Jens Nygaard Flensborg Avis
2009[9] Salvador Cardus Avui
La Vanguardia
2010[10] Örs Szeghalmi Bihari Naplo
2011[11] Jeanette Björkqyist Hufvudstadsbladet
2012[12] Mária Vrabec Új Szó
2013[13] Christine Chiriac Allgemeine Deutsche Zeitung für Rumänien
2014[14] Dolors Altarriba El 9 Nou
2015[15] Ina Grønvig
Lise B. Christoffersen
Eyla Both
Flenborg Avis
2016[16] Adelaida Ivan Allgemeine Deutsche Zeitung für Rumänien
2017[17] Sandor Tence Primorski dnevnik
2018[18] Istvan Pap Bihari Napló

Premio Otto d'Asburgo per il giornalismoModifica

Ufficialmente denominato Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe, viene assegnato annualmente dal 2004 ad un giornalista della carta stampata, della TV, della radio o di testate on-line, per un articolo o una serie di articoli pubblicati nell'anno precedente e che promuovano la protezione delle minoranze e la diversità culturale, che combattano il razzismo e le discriminazioni e che contribuiscano ad una migliore comprensione delle diversità culturali ed etniche. Il premio, dedicato alla memoria di Otto d'Asburgo, viene assegnato dalla famiglia su proposta del consiglio del MIDAS.[19]

Vincitori del premio Otto d'AsburgoModifica

Anno Vincitore Testata Tipologia
2004[20] Reinhard Olt Frankfurter Allgemeine Zeitung Carta stampata
2005[21] Gian Antonio Stella Corriere della Sera Carta stampata
2006[22] Ivan Zsolt Nagy Magyar Nemzet Carta stampata
2007[23] Margaretha Kopeinig Kurier Carta stampata
2008[24] Marius Cosmeanu Cotidianul Carta stampata
2009[25] Marcin Wojciechowski Gazeta Wyborcza Carta stampata
2010[26] Stefan Hríb .týždeň Carta stampata
2011[27] Peter Meier-Bergfeld Rheinischer Merkur Carta stampata
2012[28] Constanze Letsch The Guardian Carta stampata
2013[29] Keno Verseck Der Spiegel Carta stampata
2014[30] Laure Equy Libération Carta stampata
2015[31] Inoslav Bešker Jutarnji list Carta stampata
2016[32] Redazione di Servus, Srečno, Ciao ORF/ORF Carinzia Radio e TV
2017[17] Josep Maria Espinàs El Periódico de Catalunya Carta stampata
2018[18] Petra Sorge Berliner Zeitung Carta stampata

NoteModifica

  1. ^ a b c Statuto, su midas-press.org. URL consultato il 30 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2011).
  2. ^ (EN) Minority daylies in Europe. URL consultato il 4 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2016).
  3. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  4. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2004, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  5. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2005, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  6. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2006, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2015).
  7. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2007, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  8. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2008, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  9. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2009, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  10. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2010, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  11. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2011, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  12. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2012, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  13. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2013, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  14. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2014, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  15. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2015, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  16. ^ (EN) Midas Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2016, su midas-press.org. URL consultato il 4 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2016).
  17. ^ a b (DE) Midas: Sprache keine Mauer, sondern Tor, su stol.it. URL consultato il 3 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 3 agosto 2017).
  18. ^ a b (DE) MIDAS-Zeitungen zu Gast bei den Polen in Tschechien, su adz.ro. URL consultato il 30 novembre 2018.
  19. ^ (EN) MOtto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2015).
  20. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2004, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  21. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2005, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  22. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2006, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  23. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2007, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  24. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2008, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  25. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2009, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  26. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2010, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  27. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2011, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  28. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2012, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  29. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2013, su midas-press.org. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2015).
  30. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2014, su midas-press.org. URL consultato il 4 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2017).
  31. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2015, su midas-press.org. URL consultato il 4 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 1º agosto 2017).
  32. ^ (EN) Otto von Habsburg Prize for Journalism in Minority Protection and Cultural Diversity in Europe 2016, su midas-press.org. URL consultato il 4 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2016).

Collegamenti esterniModifica