Apri il menu principale
Attilio Santarelli
Attilio Santarelli.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Ritirato 1964 - giocatore
1986 - allenatore
Carriera
Giovanili
Faenza
Squadre di club1
1950-1951Faenza? (?)
1951-1953Baracca Lugo26+ (-?)
1953-1956Cagliari58 (-52)
1956-1962Bologna154 (-196)
1963-1964Mantova7 (-14)
1965-1966Cervia23 (-?)
1966-1967Forlì2 (-?)
Carriera da allenatore
1966-1969Forlì[1]
1969-1970Faenza
1970-1973Riccione[2][3][4]
1973-1974Forlì
1974-1977Fano[5]
1977-1978Forlì[6]
1978-1979Faenza
1980Carpi
1980-1981Russi[7]
1984-1986Faenza
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Attilio Santarelli (Faenza, 26 aprile 1934Faenza, 27 luglio 2007) è stato un calciatore italiano, di ruolo portiere.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

GiocatoreModifica

Durante la sua carriera divenne famoso per la sua abilità nel parare i rigori,[8] avendone parati tra l'altro due nella stessa partita di Serie A, nonché per le uscite temerarie.[9]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Dopo una carriera dilettantistica che lo vede esordire nel Faenza quando era ancora sedicenne, nel torneo di Promozione 1950-1951, a cui seguì una stagione al Baracca Lugo, comincia la carriera professionistica nel 1953, in Serie B, al Cagliari che alla sua prima stagione (1953-1954) si piazza al terzo posto del torneo dopo la sconfitta nello spareggio per la promozione a Roma contro la Pro Patria.

 
Santarelli (in piedi, terzo da sinistra) nel Bologna del 1960-1961

Nel 1956 si trasferisce quindi al Bologna, in Serie A, dove debutta il 5 maggio 1957, nella sfida interna contro la Sampdoria. In Emilia collezionò, tutte in massima serie, 154 presenze in coincidenza con gli ultimi anni della gestione di Renato Dall'Ara, nella cui squadra avrebbe vinto nel 1961 la Coppa Mitropa e, nel successivo campionato, sarebbe arrivato quarto in classifica.

Terminò la carriera ad alto livello in massima categoria con il Mantova, dov'era stato chiamato da Edmondo Fabbri,[8] facendo da secondo a Dino Zoff. In carriera ha totalizzato complessivamente 161 presenze in Serie A e 58 in Serie B.

AllenatoreModifica

Intrapresa la carriera da allenatore guidando, tra dilettanti e semiprofessionisti, squadre prevalentemente adriatiche come Faenza, Fano, Riccione e Forlì; con questi ultimi, peraltro, nella partita valevole per la promozione in Serie C ritornò a giocare tra i pali per sostituire il suo portiere infortunato, parando nell'occasione due rigori.[8]

Muore nella sua Faenza, all'età di settantatré anni, nel luglio del 2007.[9]

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni internazionaliModifica

Bologna: 1961

AllenatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Forlì: 1967-1968 (girone D)
Riccione: 1972-1973 (girone D)
Fano: 1975-1976 (girone D)

NoteModifica

  1. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Carcano, 1970, p. 265.
  2. ^ Almanacco illustrato del calcio 1971, Modena, Panini, p. 311.
  3. ^ Almanacco illustrato del calcio 1972, Modena, Panini, p. 312.
  4. ^ Almanacco illustrato del calcio 1973, Modena, Panini, p. 313.
  5. ^ Almanacco illustrato del calcio 1975, Modena, Panini, p. 323.
  6. ^ Almanacco illustrato del calcio 1979, Modena, Panini, p. 278.
  7. ^ Almanacco illustrato del calcio 1981, Modena, Panini, p. 355.
  8. ^ a b c Marco Sappino (a cura di), Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano, vol. 2.
  9. ^ a b Morto Attilio Santarelli, ex portiere del Bologna, in La Gazzetta dello Sport, 27 luglio 2007.

Collegamenti esterniModifica