Campionati mondiali di judo 2021

1leftarrow blue.svgVoce principale: Campionati mondiali di judo.

Campionati mondiali di judo 2021
Competizione Campionati mondiali di judo
Sport Judo pictogram.svg Judo
Edizione 38ª
Organizzatore IJF
Date dal 6 giugno
al 13 giugno
Luogo Ungheria Ungheria
Budapest
Partecipanti 663 (385 uomini e 278 donne)
Nazioni 118
Impianto/i László Papp Budapest Sports Arena
Sito web http://www.judohungary.hu/
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Tokyo 2019 Tashkent 2022 Right arrow.svg

I campionati mondiali di judo 2021 si sono svolti a Budapest, in Ungheria, dal 6 al 13 giugno 2021 presso la László Papp Budapest Sports Arena.

PartecipantiModifica

Nazione U D Totale
  Albania 1 0 1
  Algeria 4 3 7
  Argentina 2 2 4
  Armenia 1 0 1
  Australia 3 3 6
  Austria 4 4 8
  Azerbaigian 9 3 12
  Bahamas 1 1 2
  Brunei 0 1 1
  Barbados 1 0 1
  Bielorussia 4 1 5
  Belgio 5 6 11
  Benin 1 0 1
  Bosnia ed Erzegovina 1 3 4
  Brasile 9 9 18
  Bulgaria 6 1 7
  Burkina Faso 1 0 1
  Camerun 1 3 4
  Canada 5 3 7
  Capo Verde 1 2 3
  Cile 1 1 2
  Colombia 2 1 3
  Costa Rica 2 0 2
  Croazia 2 4 6
  Cuba 4 4 8
  Cipro 1 1 2
  Rep. Ceca 6 2 8
  RD del Congo 2 1 3
  Danimarca 1 1 2
  Gibuti 1 0 1
  Rep. Dominicana 2 0 2
  Ecuador 2 2 4
  Egitto 6 0 6
  Estonia 4 0 4
  Figi 1 0 1
  Finlandia 2 0 2
  Francia 6 8 14
  Gabon 5 2 7
  Gambia 1 0 1
  Georgia 9 5 14
  Germania 7 7 14
  Ghana 2 0 2
  Gran Bretagna 2 5 7
  Grecia 5 1 6
  Guam 1 0 1
  Guatemala 1 0 1
  Guinea-Bissau 1 1 2
  Haiti 3 1 4
  Hong Kong 1 1 2
  Ungheria 9 9 18
  Islanda 1 0 1
  India 1 1 2
International Judo Federation 9 3 12
  Irlanda 1 1 2
  Israele 8 5 13
  Italia 4 5 9
  Costa d'Avorio 0 1 1
  Giamaica 0 1 1
  Giappone 9 9 18
  Giordania 2 1 3
  Kazakistan 9 8 17
  Kenya 1 1 2
  Kiribati 0 1 1
  Corea del Sud 9 8 17
  Kosovo 1 4 5
  Kuwait 4 0 4
  Kirghizistan 6 0 6
  Lettonia 3 0 2
  Libano 1 0 1
  Liechtenstein 1 0 1
  Lituania 0 1 1
  Madagascar 1 2 3
  Mauritius 1 1 2
  Messico 1 2 3
  Moldavia 8 1 9
  Monaco 1 0 1
  Mongolia 9 9 18
  Montenegro 6 1 7
  Marocco 5 4 9
  Mozambico 2 1 3
  Paesi Bassi 7 8 15
  Nuova Zelanda 2 1 3
  Nicaragua 1 1 2
  Niger 1 0 1
  Pakistan 2 0 2
  Panama 1 2 3
  Perù 5 2 7
  Filippine 2 1 3
  Polonia 4 7 11
  Portogallo 5 8 13
  Porto Rico 1 2 3
  Qatar 2 0 2
  Romania 4 4 8
  Federazione Russa del Judo (RJF) 9 9 18
  Samoa 1 0 1
  San Marino 1 0 1
  Arabia Saudita 2 2 4
  Senegal 2 0 2
  Serbia 7 6 13
  Slovacchia 4 0 4
  Slovenia 8 5 13
  Sudafrica 1 4 5
  Spagna 7 8 15
  Svezia 4 0 4
  Svizzera 2 2 4
  Tagikistan 5 1 6
  Thailandia 0 1 1
  Togo 1 1 2
  Trinidad e Tobago 0 1 1
  Tunisia 0 4 4
  Turchia 7 2 9
  Ucraina 9 4 13
  Emirati Arabi Uniti 1 0 1
  Stati Uniti 9 9 18
  Uruguay 2 0 2
  Uzbekistan 9 7 16
  Venezuela 0 3 3
  Zambia 1 0 1

Doping di Stato in RussiaModifica

Il 9 dicembre 2019, l'Agenzia mondiale antidoping (WADA) ha bandito la Russia da tutti gli sport internazionali per un periodo di quattro anni, dopo che è stato scoperto che il governo russo ha manomesso i dati di laboratorio forniti alla WADA nel gennaio 2019. A seguito del divieto, la WADA consente agli atleti russi autorizzati individualmente di partecipare ai Campionati del mondo 2021-2022 e ai Giochi olimpici di Pechino 2022 sotto una bandiera neutrale, come accaduto ai Giochi olimpici di Pyeongchang 2018, ma non sarà loro permesso di competere negli sport di squadra. La Corte di arbitrato per lo sport, esaminando l'appello della Russia contro il suo verdetto emesso dalla WADA, il 17 dicembre 2020 ha deciso di ridurre a due anni la sanzione imposta. La sentenza ha deciso di consentire alla Russia di partecipare alle Olimpiadi e ad altri eventi internazionali, stabilendo che un periodo di due anni la squadra non può usare il nome, la bandiera o l'inno russo e i suoi atleti dvono presentarsi come "Atleta neutrale" o "Squadra neutrale". La sentenza consente di visualizzare "Russia" sulla divisa e l'uso dei colori della bandiera russa all'interno del design, anche se il nome deve avere la stessa predominanza della designazione "Atleta/squadra neutrale".

UominiModifica

Evento   Oro   Argento   Bronzo
fino a 60 kg Yago Abuladze
  Russian Judo Federation
Gusman Kyrgyzbayev
  Kazakistan
Karamat Huseynov
  Azerbaigian
Francisco Garrigós
  Spagna
fino a 66 kg Joshiro Maruyama
  Giappone
Manuel Lombardo
  Italia
Yakub Shamilov
  Russian Judo Federation
Baskhuu Yondonperenlei
  Mongolia
fino a 73 kg Lasha Shavdatuashvili
  Georgia
Tommy Macias
  Svezia
Bilal Çiloğlu
  Turchia
Soichi Hashimoto
  Giappone
fino a 81 kg Matthias Casse
  Belgio
Tato Grigalashvili
  Georgia
Frank de Wit
  Paesi Bassi
Anri Egutidze
  Portogallo
fino a 90 kg Nikoloz Sherazadishvili
  Spagna
Davlat Bobonov
  Uzbekistan
Krisztián Tóth
  Ungheria
Marcus Nyman
  Svezia
fino a 100 kg Jorge Fonseca
  Portogallo
Aleksandar Kukolj
  Serbia
Varlam Liparteliani
  Georgia
Ilia Sulamanidze
  Georgia
oltre a 100 kg Kokoro Kageura
  Giappone
Tamerlan Bashaev
  Russian Judo Federation
Roy Meyer
  Paesi Bassi
Iakiv Khammo
  Ucraina

DonneModifica

Evento   Oro   Argento   Bronzo
fino a 48 kg Natsumi Tsunoda
  Giappone
Wakana Koga
  Giappone
Julia Figueroa
  Spagna
Mönkhbatyn Urantsetseg
  Mongolia
fino a 52 kg Ai Shishime
  Giappone
Ana Perez Box
  Spagna
Fabienne Kocher
  Svizzera
Gefen Primo
  Israele
fino a 57 kg Jessica Klimkait
  Canada
Momo Tamaoki
  Giappone
Nora Gjakova
  Kosovo
Theresa Stoll
  Germania
fino a 63 kg Clarisse Agbegnenou
  Francia
Andreja Leški
  Slovenia
Anja Obradović
  Serbia
Sanne Vermeer
  Paesi Bassi
fino a 70 kg Barbara Matić
  Croazia
Yoko Ono
  Giappone
Sanne van Dijke
  Paesi Bassi
Michaela Polleres
  Austria
fino a 78 kg Anna-Maria Wagner
  Germania
Madeleine Malonga
  Francia
Mami Umeki
  Giappone
Guusje Steenhuis
  Paesi Bassi
oltre a 78 kg Sarah Asahina
  Giappone
Wakaba Tomita
  Giappone
Beatriz Souza
  Brasile
Maria Suelen Altheman
  Brasile

Squadre (miste uomini/donne)Modifica

Evento   Oro   Argento   Bronzo
Team misto   Giappone

Maya Akiba

Haruka Funakubo

Kenshi Harada

Soichi Hashimoto

Kokoro Kageura

Kosuke Mashiyama

Kenta Nagasawa

Saki Niizoe

Yoko Ono

Kazuya Sato

Momo Tamaoki

Wakaba Tomita

  Francia

Francis Damier

Gaëtane Deberdt

Clémence Eme

Léa Fontaine

Joan-Benjamin Gaba

Marie-Ève Gahié

Enzo Gibelli

Astride Gneto

Cyrille Maret

Alexis Mathieu

Cédric Olivar

Julia Tolofua

  Uzbekistan

Shukurjon Aminova

Davlat Bobonov

Rinata Ilmatova

Shermukhammad Jandreev

Diyora Keldiyorova

Farangiz Khojieva

Iriskhon Kurbanbaeva

Gulnoza Matniyazova

Obidkhon Nomonov

Sardor Nurillaev

Belmurod Oltiboev

Muzaffarbek Turoboyev

  Brasile

Maria Suelen Altheman

Eduardo Barbosa

Rafael Macedo

David Moura

Ketelyn Nascimento

Larissa Pimenta

Maria Portela

Ketleyn Quadros

Eduardo Yudy Santos

Rafael Silva

Beatriz Souza

Eric Takabatake

MedagliereModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport