Campionati mondiali di skeleton 2015

Campionati mondiali di skeleton 2015
Competizione Campionati mondiali di skeleton
Sport Skeleton pictogram.svg Skeleton
Edizione XXIV
Organizzatore FIBT
Date 1 - 7 marzo 2015
Luogo Germania Winterberg
Impianto/i Pista di Winterberg
Vincitori
uomini Lettonia Martins Dukurs
donne Regno Unito Elizabeth Yarnold
Squadre Germania Germania
Medagliere
Nazione Medaglie d'oro vinte Medaglie d'argento vinte Medaglie di bronzo vinte Tot.
Germania Germania 1 2 0 3
Lettonia Lettonia 1 0 1 2
Gran Bretagna Gran Bretagna 1 0 0 1
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Sankt Moritz 2013 Igls 2016 Right arrow.svg

I Campionati mondiali di skeleton 2015, ventiquattresima edizione della manifestazione organizzata dalla Federazione Internazionale di Bob e Skeleton, si sono tenuti dal 1º al 7 marzo 2015 a Winterberg, in Germania, sulla pista omonima e si sono disputate gare in due differenti specialità: nel singolo uomini e nel singolo donne.

Le vittorie sono state conquistate dal lettone Martins Dukurs, al suo terzo trionfo iridato, e dalla britannica Elizabeth Yarnold; grazie a questo risultato lo stesso Dukurs ha affiancato lo svizzero Gregor Stähli in testa alla classifica dei plurivincitori della specialità.

Anche questa edizione dei mondiali, come ormai da prassi iniziata nella rassegna di Schönau am Königssee 2004, si è svolta contestualmente a quella di bob e proprio insieme agli atleti di quest'ultima disciplina è stato assegnato il titolo nella prova a squadre[1][2] che ha visto trionfare la squadra tedesca.

RisultatiModifica

Singolo uominiModifica

La gara si è disputata dal 5 al 6 marzo nell'arco di quattro manches ed hanno preso parte alla competizione 34 atleti in rappresentanza di 17 differenti nazioni; campione uscente era il russo Aleksandr Tret'jakov, che ha concluso la prova al secondo posto, ed il titolo è stato conquistato dal lettone Martins Dukurs, già campione iridato a Schönau am Königssee 2011 ed a Lake Placid 2012 e due volte medaglia d'argento olimpica a Vancouver 2010 ed a Soči 2014, mentre terzo è giunto Tomass Dukurs, fratello del vincitore[3][4][5].

Pos. Atleti Nazione Tempo Distacco
  Martins Dukurs   Lettonia 3'43"23
  Aleksandr Tret'jakov   Russia 3'43"92 +0"69
  Tomass Dukurs   Lettonia 3'44"75 +1"52
4 Nikita Tregubov   Russia 3'45"39 +2"16
5 Christopher Grotheer   Germania 3'45"53 +2"30
6 Axel Jungk   Germania 3'45"63 +2"40
7 Dominic Edward Parsons   Gran Bretagna 3'45"99 +2"76
8 Yun Sung-bin   Corea del Sud 3'46"09 +2"86
9 Kilian von Schleinitz   Germania 3'46"28 +3"05
10 Sergej Čudinov   Russia 3'46"50 +3"27

Singolo donneModifica

La gara si è disputata dal 6 al 7 marzo nell'arco di quattro manches ed hanno preso parte alla competizione 29 atlete in rappresentanza di 18 differenti nazioni; campionessa uscente era la britannica Shelley Rudman, non presente a questa edizione dei mondiali, ed il titolo è stato conquistato dalla connazionale Elizabeth Yarnold, già medaglia di bronzo a Lake Placid 2012 e vincitrice dell'oro olimpico a Soči 2014, davanti alla tedesca Jacqueline Lölling ed alla canadese Elisabeth Vathje[6][7][8].

Pos. Atleti Nazione Tempo Distacco
  Elizabeth Yarnold   Gran Bretagna 3'49"95
  Jacqueline Lölling   Germania 3'50"62 +0"67
  Elisabeth Vathje   Canada 3'50"74 +0"79
4 Jane Channell   Canada 3'50"80 +0"85
5 Tina Hermann   Germania 3'50"84 +0"89
6 Janine Flock   Austria 3'51"50 +1"55
7 Laura Deas   Gran Bretagna 3'51"53 +1"58
8 Marina Gilardoni   Svizzera 3'51"68 +1"73
9 Rose McGrandle   Gran Bretagna 3'51"71 +1"76
10 Lanette Prediger   Canada 3'51"94 +1"99

Gara a squadreModifica

La gara si è disputata il 1º marzo ed ogni squadra nazionale ha potuto prendere parte alla competizione con due formazioni; nello specifico la prova ha visto la partenza di uno skeletonista, di un equipaggio del bob a due femminile, di una skeletonista e di un equipaggio del bob a due maschile per ognuna delle 10 formazioni, che hanno gareggiato ciascuno in una singola manche; la somma totale dei tempi così ottenuti ha laureato campione la squadra tedesca di Axel Jungk, Cathleen Martini, Lisette Thöne, Tina Hermann, Francesco Friedrich e Martin Grothkopp davanti a quella dei connazionali composta da Christopher Grotheer, Anja Schneiderheinze, Franziska Bertels, Anja Selbach, Johannes Lochner e Gregor Bermbach e da quella russa formata da Aleksandr Tret'jakov, Aleksandra Rodionova, Nadežda Paleeva, Marija Orlova, Aleksandr Kas'janov ed Il'vir Chuzin[9][10][11].

Pos. Squadra Atleti Tempo Distacco
    Germania I Axel Jungk
Cathleen Martini / Lisette Thöne
Tina Hermann
Francesco Friedrich / Martin Grothkopp
3'48"83
    Germania II Christopher Grotheer
Anja Schneiderheinze / Franziska Bertels
Anja Selbach
Johannes Lochner / Gregor Bermbach
3'49"27 +0"44
    Russia I Aleksandr Tret'jakov
Aleksandra Rodionova / Nadežda Paleeva
Marija Orlova
Aleksandr Kas'janov / Il'vir Chuzin
3'49"36 +0"53
4   Canada Dave Greszczyszyn
Kaillie Humphries / Kate O'Brien
Elisabeth Vathje
Justin Kripps / Alexander Kopacz
3'50"01 +1"18
5   Stati Uniti I Matthew Antoine
Elana Meyers-Taylor / Cherrelle Garrett
Annie O'Shea
Steven Holcomb / Adrian Adams
3'50"36 +1"53
6   Austria Matthias Guggenberger
Christina Hengster / Sanne Dekker
Janine Flock
Benjamin Maier / Christian Smetana
3'50"62 +1"79
7   Stati Uniti II Kyle Tress
Jamie Greubel-Poser / Lauren Gibbs
Megan Henry
Nick Cunningham / James Reed
3'51"10 +2"27
8   Gran Bretagna Dominic Edward Parsons
Victoria Olaoye / Lucy Onyeforo
Laura Deas
Lamin Deen / Simeon Williamson
3'51"90 +3"07
9   Romania Dorin Dumitru Velicu
Maria Adela Constantin / Andreea Grecu
Maria Marinela Mazilu
Dorin Alexandru Grigore / Florin Cezar Crăciun
3'52"08 +3"25
10   Russia II Sergej Čudinov
Nadežda Sergeeva / Julija Šokšueva
Julija Kanakina
Aleksej Stul'nev / Vasilij Kondratenko
3'53"43 +4"60

MedagliereModifica

Posizione Nazione Oro Argento Bronzo Totale
1   Germania 1 2 0 3
2   Lettonia 1 0 1 2
3   Gran Bretagna 1 0 0 1
4   Russia 0 1 1 2
5   Canada 0 0 1 1
Totale 3 3 3 9

NoteModifica

  1. ^ (EN) Preview BMW FIBT Bob & Skeleton World Championships: Winterberg is host for the fourth time, su fibt.com, FIL, 23 febbraio 2015. URL consultato il 28 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 28 febbraio 2015).
  2. ^ (EN) Preview 2 to BMW FIBT Bob & Skeleton World Championships: four days, twelve races, three titles, su fibt.com, IBSF, 2 marzo 2015. URL consultato il 6 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2015).
  3. ^ (EN) Official Results Skeleton Men (PDF), su fibt.com, FIBT. URL consultato il 6 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2015).
  4. ^ (EN) Skeleton - 2015 World Championships - Results Men, su the-sports.org, Info Média Conseil Inc. URL consultato il 6 marzo 2015.
  5. ^ (EN) BMW FIBT World Championships in Winterberg: men's skeleton final: Third title for Martins Dukurs, Alexander Tretiakov second ahead of Tomass Dukurs, su fibt.com, FIBT, 6 marzo 2015. URL consultato il 6 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2015).
  6. ^ (EN) Official Results Skeleton Women (PDF), su fibt.com, FIBT. URL consultato il 7 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2015).
  7. ^ (EN) Skeleton - 2015 World Championships - Results Women, su the-sports.org, Info Média Conseil Inc. URL consultato il 7 marzo 2015.
  8. ^ (EN) BMW FIBT World Championships in Winterberg, women's skeleton: Gold for Olympic Champion Elizabeth Yarnold, silver for Lölling, bronze for Vathje, su fibt.com, FIBT, 7 marzo 2015. URL consultato il 7 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2015).
  9. ^ (EN) Official Results Team competition (PDF), su fibt.com, FIBT. URL consultato il 6 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2015).
  10. ^ (EN) Bobsleigh - 2015 World Championships - Results Mixed, su the-sports.org, Info Média Conseil Inc. URL consultato il 6 marzo 2015.
  11. ^ (EN) BMW FIBT World Championships Winterberg – Germany wins gold and silver in team event, Russia wins bronze to secure its first medal in a Team World Championship, su fibt.com, FIBT, 1º marzo 2015. URL consultato il 6 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2015).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sport invernali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport invernali