Campionato internazionale sportprototipi 1968

Campionato internazionale marche 1968
Edizione n. 3 del Campionato internazionale sportprototipi
Dati generali
Inizio4 febbraio
Termine29 settembre
Prove10
Titoli in palio
CostruttoriStati Uniti Ford
su GT40 Mk I
Altre edizioni
Precedente - Successiva

Il Campionato internazionale marche 1968, la cui denominazione ufficiale è International Championship for Makes, è stata la 3ª edizione del Campionato internazionale sportprototipi.

Organizzato e regolamentato dalla Federazione Internazionale dell'Automobile, tramite la Commissione Sportiva Internazionale, per le granturismo gruppo 3 senza limiti di cilindrata e le sport gruppo 4 limitate a 5.0 litri ed i prototipi gruppo 6 limitati a 3.0 litri che concorrono ugualmente per il titolo. Si aggiudica il Campionato la Ford.

Quattro prove sono valide per il Challenge mondiale endurance.

RegolamentoModifica

Titoli assoluti

Viene assegnato un titolo assoluto[1]:

  • Campionato internazionale marche riservato ai costruttori di vetture granturismo gruppo 3, vetture sport gruppo 4 e prototipi gruppo 6.
Altri titoli

Viene inoltre assegnato un titolo di categoria[2]

  • Trofeo internazionale gran turismo riservato ai costruttori di vetture gran turismo gruppo 3.
Categorie

Partecipano al Campionato le seguenti categorie di vetture[3]:

  • Gruppo 2: vetture turismo costruite in numero minimo di 1000 esemplari.
  • Gruppo 3: vetture gran turismo costruite in numero minimo di 500 esemplari in un anno senza limiti di cilindrata.
  • Gruppo 4: vetture sport costruite in numero minimo di 25 esemplari in un anno con cilindrata nassima di 5.0 litri.
  • Gruppo 5: vetture turismo speciali senza limiti minimi di esemplari costruiti.
  • Gruppo 6: prototipi senza limiti minimi di esemplari costruiti con cilindrata massima di 3.0 litri.

Alle gare le vetture vengono classificate come Sport (S), Prototipi (P), Gran turismo (GT) e Turismo (T) indifferentemente dal gruppo di appartenenza[3]. Le macchine vengono portate in gara in varie versioni, spesso molto diverse tra loro, pertanto lo stesso modello di auto può gareggiare in categorie diverse anche nella medesima gara[3].

Punteggio

Vengono assegnati 9 punti alla prima vettura classificata, 6 alla seconda, 4 alla terza, 3 alla quarta, 2 alla quinta e 1 alla sesta[4]. Ottiene punti sola la prima vettura classificata di ogni costruttore ed eventuali altri punti dello stesso non vengono attribuiti a nessuno[4]. Per la classifica finale si contano i migliori 8 piazzamenti di ogni costruttore[4].

CostruttoriModifica

Di seguito sono riportati i costruttori e le vetture che abbiano ottenuto punti validi per il Campionato[1][3]:

Gruppo3
  Chevrolet: Corvette
Gruppo 4
  Ferrari: 250 LM
  Ford: GT40 Mk I
  Lola: T70 Mk III
  Porsche: 906 E
Gruppo 6
  Alfa Romeo: T 33/2, T 33/2 2.5
  Alpine-Renault: A211
  Howmet: TX
  Porsche: 907, Porsche 907 2.2, Porsche 907 LH 2.2, 908

ResocontoModifica

RisultatiModifica

Nella seguente tabella riassuntiva sono riportati i costruttori, le vetture e le relative classi di appartenenza, ed i piloti vincitori assoluti[3].

Data Gara Costruttore Vettura Categoria Piloti Note
1 3-4 febbraio   24 Ore di Daytona   Porsche 907 LH 2.2 Gruppo 6 Elford-Neerpasch-Stommelen-Siffert-Herrmann 1
2 23 marzo   12 Ore di Sebring   Porsche 907 LH 2.2 Gruppo 6 Jo Siffert-Hans Herrmann 1 - 2
3 7 aprile   6 Ore di Brands Hatch   Ford GT40 Mk I Gruppo 4 Brian Redman-Jacky Ickx
4 25 aprile   1000 km di Monza   Ford GT40 Mk I Gruppo 4 David Hobbs-Paul Hawkins 1
5 5 maggio   Targa Florio   Porsche 907 LH 2.2 Gruppo 6 Vic Elford-Umberto Maglioli 1 -2
6 19 maggio   1000 km del Nürburgring   Porsche 908 Gruppo 6 Vic Elford-Jo Siffert 1 -2
7 26 maggio   1000 km di Spa   Ford GT40 Mk I Gruppo 4 Brian Redman-Jacky Ickx 1
8 14 luglio   6 Ore di Watkins Glen   Ford GT40 Mk I Gruppo 4 Jacky Ickx-Lucien Bianchi 1
9 25 agosto   500 km di Zeltweg   Porsche 908 Gruppo 6 Jo Siffert
10 28-29 settembre   24 Ore di Le Mans   Ford GT40 Mk I Gruppo 4 Pedro Rodríguez-Lucien Bianchi 1 -2
Note
1: Prova valida per il Trofeo granturismo
2: Prova valida per il Challenge mondiale endurance

ClassificheModifica

Campionato internazionale marcheModifica

Nella seguente tabella riassuntiva viene riportata la classifica completa del Campionato internazionale marche[1]

Pos Costruttore Pr 1 Pr 2 Pr 3 Pr 4 Pr 5 Pr 6 Pr 7 Pr 8 Pr 9 Pr 10 Total
1   Ford 9 9 (4) 9 9 (2) 9 45
2   Porsche 9 9 6 (6) 9 9 (6) (3) (4.5) (6) 42
3   Alfa Romeo 3 6 2 1.5 3 15.5
4   Chevrolet 4 4
4   Howmet 4 4
4   Alpine 4 4
7   Ferrari 2 2
8   Lola 1 1

Trofeo internazionale gran turismoModifica

Nella seguente tabella riassuntiva viene riportata la classifica completa del Trofeo internazionale gran turismo[2].

Pos Costruttori Pr 1 Pr 2 Pr 4 Pr 5 Pr 6 Pr 7 Pr 8 Pr 10 Totale
1   Porsche (6) (6) 9 9 9 9 9 (9) 45
2   Chevrolet 9 9 6 24
3   MG 1 2 6 9
4   Lancia 4 4
5   Fiat 1 1

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) 1968 - International Championship for Makes - final positions and tables, World Sports Racing Prototypes. URL consultato l'11 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2013).
  2. ^ a b (EN) 1968 - International Grand Touring Trophy - final positions and tables, World Sports Racing Prototypes. URL consultato l'11 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2013).
  3. ^ a b c d e (EN) 1968 - International Championship for Makes, World Sports Racing Prototypes. URL consultato l'11 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2008).
  4. ^ a b c Maurizio Ravaglia e Gianni Cancellieri, Campionati internazionali di velocità - Campionato del mondo Sport Prototipi, in Enciclopedia dello Sport-Motori, Enciclopedia Italiana Treccani, 2003, pp. 145-160.

BibliografiaModifica

  • Aldo Zana, L'epopea delle Sport e Prototipi, Giorgio Nada Editore, 2011, ISBN 978-88-7911-535-3.
  • Maurizio Ravaglia & Gianni Cancellieri, Enciclopedia dello Sport-Motori, Enciclopedia Italiana Treccani, 2003.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo