Les Engagés (LE) (in francese: Gli Impegnati), noto con il nome di Centro Democratico Umanista (Centre Démocrate Humaniste, CDH) fino al 2022, è un partito politico di centro e centro-destra attivo in Belgio nella comunità francofona.[10]

Les Engagés
PresidenteMaxime Prévot
StatoBandiera del Belgio Belgio
SedeRue du Commerce, 123, Bruxelles
AbbreviazioneLE
Fondazione1968 (PSC)
2002 (cdH)
2022 (LE)
IdeologiaCentrismo
Cristianesimo democratico[1]
Liberalismo sociale[2]
Europeismo

Storicamente: Cristianesimo sociale
Conservatorismo[3][4][5][6]

CollocazioneCentro / Centro-destra[7][8][9]
Partito europeoPartito Popolare Europeo (fino al 2024)
Partito Democratico Europeo (dal 2024)
Gruppo parl. europeoGruppo del Partito Popolare Europeo (fino al 2024)
Renew Europe (dal 2024)
Seggi Camera
14 / 150
(2024)
Seggi Senato
5 / 60
(2024)
Seggi Europarlamento
1 / 22
(2024)
Organizzazione giovanileGénération engagée
Colori     Turchese
In passato:
     Arancione (cdH)
Sito webwww.lesengages.be/

Di tradizione cristiano-democratica il partito, operante in Vallonia e a Bruxelles-Capitale, si profila come prosecutore del Partito Social-Cristiano (Parti social-chrétien - PSC), fondato nel 1968 a seguito della dissoluzione del Partito Sociale Cristiano unitario del Belgio.

Origini

modifica

Inizialmente in Belgio le istanze cristiano-democratiche erano raccolte prevalentemente dal Partito Sociale Cristiano. Nel 1968, tuttavia, il partito si suddivise in due distinti soggetti:

Il PSC vallone si caratterizzava per una scelta decisamente democratica: è il primo partito belga a far eleggere direttamente dagli iscritti i propri vertici, dal livello comunale a quello nazionale. Alle elezioni nazionali del 1981, 1985, 1987 ed il 1991, il partito conseguì una percentuale di consensi oscillante tra il 7,2 e l'8, eleggendo sempre tra i 18 ed i 20 deputati. Nel 1995, il PSC ottenne il 7,7% dei voti, ma elesse solo 12 deputati, che scesero a 10 nel 1999 (5,9% dei voti).

Nascita del Centro Democratico Umanista

modifica

Nel 2001 il PSC muta in Centro Democratico Umanista, formazione che debutta alle elezioni parlamentari del 2003. Il partito, tuttavia, vede ulteriormente calare i propri consensi e seggi (5,5% dei voti ed 8 deputati). In controtendenza, invece, le elezioni regionali di Bruxelles, dove CDH, nel 2004, ha conseguito il 12,1% voti, contro i 7,9 del 1999. In Vallonia, invece, alle regionali del 2004, CDH ha confermato il 17% voti.

Alle elezioni parlamentari del 2007 il CDH ha visto incrementare i propri consensi, passando dal 5,5 al 6,1%, ed ha eletto 10 deputati, contro gli 8 uscenti. Alle elezioni parlamentari del 2010, il CDH ha ottenuto il 5,7% dei consensi e 9 seggi. Analoghi risultati ha ottenuto alle elezioni parlamentari del 2014.

Alle elezioni parlamentari del 2024 ottiene il 6,85% dei consensi ed 14 seggi, mentre alle contestuali elezioni europee ottiene il 5,38% e 2 seggi. Subito dopo le elezioni annuncia l'adesione al Partito Democratico Europeo, criticando la svolta conservatrice del PPE.[11]

Ideologia e posizioni

modifica

Nella sua incarnzione attuale, il partito si pubblicizza come un "movimento" che pone l'accento sull'iniziativa e l'impegno civico.[12] LE ha abbandonato i riferimenti espliciti al cristianesimo democratico.[13]

LE è favorevole alla NATO, all'Unione europea, alla laicità e difensore dei diritti LGBT.[14][15]

Nella sua forma precedente, il CDH si presentava come un partito centrista e cristiano-democratico.

Il Centro è inteso come "privilegiare il dialogo al conflitto, la relazione alla competizione", per "riconciliare la libertà e l'uguaglianza, la solidarietà e la responsabilità". Centro, per il CDH, significa porsi al di là della destra e della sinistra, per offrire ai cittadini belgi un'alternativa alle ideologie del XX secolo.

I centristi si definiscono inoltre democratici, poiché "rifiutano il populismo, il razzismo e le semplificazioni" e perché "lo Stato deve lasciare un ruolo d'azione di decisione importante" ai cittadini.

Il CDH si definiva umanista. Per il CDH l'umanesimo democratico è una nuova visione politica, che supera il socialismo, il liberismo e l'ecologismo. Tale teoria vuole assicurare il superamento della società individualista e materialista, rimettendo le relazioni umane al centro dell'agire politico.

Al partito facevano riferimento due movimenti: a destra il Rassemblement du centre, nato nel 1982 in seguito alla dissoluzione del CEPIC (Centre politique des indépendants et cadres chrétiens)[16]; a sinistra Démocratie chrétienne Wallonie-Bruxelles.

Presidenti

modifica
Presidente Periodo Note
Partito Sociale Cristiano
Léon Servais 31 maggio 1969 – 21 gennaio 1972 Eletto il 31 maggio 1969, rieletto il 22 giugno 1970.
José Desmarets 21 gennaio 1972– 22 marzo 1972 Presidente ad interim.
Charles-Ferdinand Nothomb 22 marzo 1972 – 19 ottobre 1976 Eletto il 22 marzo 1972, rieletto il 30 luglio 1974.
Georges Gramme 19 ottobre 1976 – 8 ottobre 1977 Presidente ad interim.
Charles-Ferdinand Nothomb 8 ottobre 1977 – 3 aprile 1979 Eletto l'8 ottobre 1977.
Charles Hanin 3 aprile 1979 – 8 ottobre 1979 Presidente ad interim.
Paul Vanden Boeynants 8 ottobre 1979 – 1° dicembre 1981 Eletto l'8 ottobre 1979.
Gérard Deprez 1° dicembre 1981 – 29 marzo 1996 Presidente ad interim fino al 10 febbraio 1982. Eletto il 10 febbraio 1982, rieletto il 28 gennaio 1985, 28 giugno 1988, 28 maggio 1991 e 7 luglio 1994.
Charles-Ferdinand Nothomb 29 marzo 1996 – 19 giugno 1998 Eletto il 29 marzo 1996.
Philippe Maystadt 19 giugno 1998 – 23 ottobre 1999 Eletto il 19 giugno 1998.
Joëlle Milquet 23 ottobre 1999 – 18 maggio 2002 Eletta il 23 ottobre 1999.
Centro Democratico Umanista
Joëlle Milquet 18 maggio 2002 – 1° settembre 2011 Rieletta il 15 settembre 2003 e l'11 dicembre 2009.
Benoît Lutgen 1° settembre 2011 – 26 gennaio 2019 Rieletto il 14 settembre 2014.
Maxime Prévot 26 gennaio 2019 – 12 marzo 2022 Eletto il 26 gennaio 2019.
Les Engagés
Maxime Prévot 12 marzo 2022 – in carica Rieletto il 22 giugno 2022.

Risultati elettorali

modifica
Elezione Voti % Seggi
Parlamentari 2003 359.660 5,47
8 / 100
Europee 2004 368.753 5,68
1 / 24
Parlamentari 2007 404.077 6,06
10 / 100
Europee 2009 327.824 4,99
1 / 22
Parlamentari 2010 360.441 5,52
9 / 190
Parlamentari 2014 336.184 4,98
9 / 150
Europee 2014 277.246 4,414
1 / 21
Parlamentari 2019 250.861 3,70
5 / 150
Europee 2019 218.078 3,24
1 / 21
Parlamentari 2024 472.755 6,85
14 / 150
Europee 2024 383.837 5,38
2 / 22
  1. ^ (EN) Wolfram Nordsieck, Belgium, su parties-and-elections.eu. URL consultato il 4 settembre 2014.
  2. ^ https://www.lalibre.be/belgique/politique-belge/2021/03/01/entre-cdh-et-defi-des-convergences-mais-aussi-de-vrais-elements-de-blocage-QSQLKOXRDRFORP5SBOBJZJ2NFU/
  3. ^ Les voies du CDH, su RTBF Info, 19 marzo 2014.
  4. ^ Un tract du cdH sérésien assez conservateur, su Édition digitale de Mons, 7 marzo 2018. URL consultato il 2 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2021).
  5. ^ Maxime Prévot au "Soir": "Si le CDH change de nom, le mot humaniste n'y figurera probablement plus", su Le Soir Plus, 31 agosto 2019.
  6. ^ Clément Jadot, Politique et pékèt : l'interview barquette de Carine Clotuche, su Boulettes Magazine, 29 agosto 2018.
  7. ^ https://www.lalibre.be/belgique/politique-belge/entre-cdh-et-defi-des-convergences-mais-aussi-de-vrais-elements-de-blocage-603be7517b50a62acf774783
  8. ^ Copia archiviata, su france3-regions.francetvinfo.fr. URL consultato il 9 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2017).
  9. ^ https://www.lesoir.be/806/article/2015-06-10/cdh-tous-ages-et-au-centre-droit
  10. ^ (FR) Flandreinfo be-L'Actu de Flandre, Ne dites plus "cdH" mais bien "Les Engagés" : le centre démocrate humaniste se régénère et change de nom, su vrtnws.be, 13 marzo 2022. URL consultato il 29 dicembre 2023.
  11. ^ COMMUNIQUÉ DE PRESSE : Les Engagés rejoignent le Parti Démocrate Européen (PDE), su lesengages.be, 20 giugno 2024. URL consultato il 20 giugno 2024.
  12. ^ Le Mouvement, su lesengages.be.
  13. ^ (FR) Questions de principes : Les Engagés, un mouvement du "bien commun" en rupture avec ses racines chrétiennes, su RTBF. URL consultato il 30 settembre 2022.
  14. ^ (FR) Les Engagés, Régénération des libertés, su Les Engagés. URL consultato il 30 settembre 2022.
  15. ^ (FR) Les Engagés, Déconstruire les préjugés liés à l'orientation sexuelle, su Les Engagés. URL consultato il 30 settembre 2022.
  16. ^ Centre d'Archives et de Documentation du CPCP

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN125291149 · WorldCat Identities (ENviaf-125291149