Apri il menu principale
Coryn Rivera
2018 Women's Tour stage 3 021 Coryn Rivera race leader (1).JPG
Coryn Rivera al Women's Tour 2018
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Sunweb
Carriera
Squadre di club
2014-2016UnitedHealthcare
2017-Sunweb
Nazionale
2015-Stati Uniti Stati Uniti
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Oro Bergen 2017 Cronosq.
Bronzo Innsbruck 2018 Cronosq.
Statistiche aggiornate al novembre 2018

Coryn Rivera (Manila, 26 agosto 1992) è una ciclista su strada statunitense che corre per il Team Sunweb. Velocista, professionista dal 2014, nel 2017 si è aggiudicata il Trofeo Alfredo Binda e il Giro delle Fiandre, e nel 2018 il Women's Tour, tutte gare valide per il calendario del Women's World Tour[1].

Indice

BiografiaModifica

Di origini filippine (il padre è di Manila e la madre di Tuguegarao), è nata a Manila, nel distretto di Tondo, ma cresciuta nel sud della California, a Tustin[2]. Nel 2015 ha conseguito la laurea in business marketing alla Marian University di Indianapolis[3].

CarrieraModifica

Comincia a gareggiare nel ciclismo all'età di nove anni, e nelle categorie giovanili e studentesche si aggiudica 71 titoli nazionali, ripartiti nelle quattro specialità di strada, pista, ciclocross e all terrain bike[1]; ai campionati del mondo Juniores su strada del 2010 fa inoltre sua la medaglia di bronzo nella prova in linea.

Comincia a gareggiare saltuariamente tra le Elite su strada già nel 2008, con alcune apparizioni in Europa a partire dal 2010 e la vittoria, nel 2011, di una tappa al Tour en Limousin in Francia[4]. Dopo due stagioni caratterizzate da attività perlopiù in patria a livello collegiale, passa professionista nel 2014 con la formazione UCI Women's UnitedHealthcare, vincendo il titolo nazionale di criterium[5].

Nel 2015, oltre a ottenere alcuni successi in patria, si aggiudica una frazione al Thüringen Rundfahrt in Germania, suo primo trionfo tra le Elite all'estero, e conclude seconda nelle corse in linea dei Campionati nazionali e dei Campionati panamericani. Nel 2016, sempre con la UnitedHealthcare, vince invece una tappa al Tour de San Luis in Argentina, due tappe e la classifica generale della Joe Martin Stage Race e ancora una frazione al Thüringen Rundfahrt, non venendo però selezionata per i Giochi olimpici di Rio de Janeiro[1]. I buoni risultati le valgono comunque un contratto per la stagione 2017 con la formazione olandese Sunweb (già Liv-Plantur)[3].

Trasferitasi in Europa per correre a tempo pieno in maglia Sunweb, nei primi mesi del 2017 riesce a vincere a sorpresa in volata sia il Trofeo Alfredo Binda che il Giro delle Fiandre, classiche valide per il calendario del Women's World Tour; si piazza inoltre nelle 10 alla Gand-Wevelgem (terza), alla Freccia Vallone (sesta), all'Amstel Gold Race (settima) e al Tour de Yorkshire (seconda). Vince poi una tappa al Tour of California, e conclude ancora seconda ai Campionati nazionali e nella tappa di Roseto degli Abruzzi al Giro d'Italia. Nel finale di stagione conquista la RideLondon Classique, altra gara World Tour, ed è poi per tre volte terza di tappa al Giro del Belgio e seconda in volata alla Madrid Challenge by la Vuelta; ai campionati del mondo di Bergen contribuisce infine al successo iridato della sua Sunweb nella cronometro a squadre.

PalmarèsModifica

  • 2011 (Peanut Butter & Co-Twenty12, una vittoria)
1ª tappa Tour en Limousin
  • 2014 (UnitedHealthcare Pro Cycling Team, una vittoria)
Tour of Utah
  • 2015 (UnitedHealthcare Pro Cycling Team, tre vittorie)
3ª tappa Joe Martin Stage Race (Prairie Grove > Prairie Grove)
5ª tappa Thüringen Rundfahrt (Gera > Gera)
USA Pro Cycling Challenge (Golden)
  • 2016 (UnitedHealthcare Pro Cycling Team, sei vittorie)
1ª tappa Tour de San Luis (El Durazno > El Durazno)
2ª tappa Joe Martin Stage Race (Fayetteville > Fayetteville)
3ª tappa Joe Martin Stage Race (Prairie Grove > Prairie Grove)
Classifica generale Joe Martin Stage Race
3ª tappa North Star Grand Prix (Cannon Falls)
7ª tappa Thüringen Rundfahrt (Gera > Gera)
  • 2017 (Team Sunweb, quattro vittorie)
Trofeo Alfredo Binda
Giro delle Fiandre
3ª tappa Tour of California (Elk Grove > Sacramento)
RideLondon Classique
  • 2018 (Team Sunweb, cinque vittorie)
1ª tappa Thüringen Tour (Schleusingen > Schleusingen)
3ª tappa Thüringen Tour (Schleiz > Schleiz)
2ª tappa The Women's Tour (Rushden > Daventry)
Classifica generale The Women's Tour
Campionati statunitensi, Prova in linea

Altri successiModifica

  • 2009 (Proman Hit Squad)
5ª tappa Cascade Cycling Classic (criterium)
San Rafael Twilight (criterium)
Manhattan Beach Grand Prix (criterium)
San Pedro Grand Prix (criterium)
  • 2010 (Peanut Butter & Co-Twenty12)
3ª tappa Tulsa Tough Riverside (criterium)
Sacramento Grand Prix – Tour of California (criterium)
  • 2011 (Peanut Butter & Co-Twenty12)
Classifica giovani Tour en Limousin
Campionati statunitensi, Prova criterium Under-23
Pittsburgh Twilight (criterium)
San Rafael Twilight (criterium)
Watsonville Strawberry (criterium)
  • 2014 (UnitedHealthcare Pro Cycling Team)
Campionati statunitensi, Prova criterium
2ª tappa North Star Grand Prix (Saint Paul, criterium)
4ª tappa North Star Grand Prix (Uptown Minneapolis, criterium)
  • 2015 (UnitedHealthcare Pro Cycling Team)
4ª tappa Redlands Bicycle Classic (Redlands, criterium)
5ª tappa Redlands Bicycle Classic (Redlands, criterium)
Classifica a punti Joe Martin Stage Race
  • 2016 (UnitedHealthcare Pro Cycling Team)
Classifica a punti Joe Martin Stage Race
Campionati del mondo, Cronosquadre
Classifica a punti Thüringen Tour
Prologo Tour of Norway (Aremark > Fredriksten, cronosquadre)
1ª tappa Madrid Challenge by la Vuelta (Boadilla del Monte, cronosquadre)

PiazzamentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Coryn Rivera, su Teamsunweb.com. URL consultato il 23 aprile 2017.
  2. ^ Fil-Am cyclist Coryn Rivera riding fast road to Rio, su Businessmirror.com, 15 febbraio 2016. URL consultato il 23 aprile 2017.
  3. ^ a b (EN) Rivera signs with Liv-Plantur, su Cyclingnews.com, 4 ottobre 2016. URL consultato il 23 aprile 2017.
  4. ^ (EN) Bio, su Corynrivera.com. URL consultato il 23 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 24 aprile 2017).
  5. ^ (EN) Rivera: I can be more than just a criterium sprinter, su Cyclingnews.com, 24 dicembre 2014. URL consultato il 23 aprile 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica