Costanza (nome)

prenome femminile

Costanza è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2][3].

VariantiModifica

Varianti in altre lingueModifica

Origine e diffusioneModifica

Al pari delle forma maschile Costanzo, trae origine dal cognomen latino Constans, divenuto nome personale in età imperiale[2][6]; deriva dal participio presente del verbo constare (cum e stare), "stare fermo", "restare saldo", per cui il significato è "costante", "ferma", "tenace"[2][5], in ambito cristiano inteso come "salda nella fede"[3].

In Inghilterra arrivò con la conquista normanna (era infatti il nome della figlia di Guglielmo il Conquistatore)[8], diffondendosi rapidamente durante il Medioevo nella forme vernacolare Constance grazie alla devozione verso santa Costanza, figlia di Costantino I[4]. Dopo la riforma protestante si intrecciò con il nome puritano Constancy (riferito direttamente alla virtù della costanza); le forme Constantia e Constance ritornarono in voga in inglese rispettivamente nel XVIII e nel XIX secolo[4].

OnomasticoModifica

L'onomastico si può festeggiare in memoria di diverse sante, alle date seguenti:

PersoneModifica

Variante ConstanzeModifica

Variante ConstanceModifica

Altre variantiModifica

Il nome nelle artiModifica

«Quest'è la luce della Gran Costanza
che del secondo vento di Soave
generò 'l terzo e l'ultima possanza»

(Dante Alighieri, Paradiso, Canto III, 118-120)

NoteModifica

  1. ^ a b c Accademia della Crusca, p. 621.
  2. ^ a b c d De Felice, p. 116.
  3. ^ a b c La Stella T., p. 98.
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q Sheard, pp. 147, 148.
  5. ^ a b c d e Albaigès i Olivart, p. 77.
  6. ^ a b c d e f g h i j k l (EN) Constantia, su Behind the Name. URL consultato il 10 marzo 2016.
  7. ^ Collins Italian Dictionary, HarperCollins Publishers, 2010.
  8. ^ (EN) Constance, su Behind the Name. URL consultato il 10 marzo 2016.
  9. ^ (EN) Saint Constantia of Nocera, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 10 marzo 2016.
  10. ^ a b c Sante e beate di nome Costanza, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 10 marzo 2016.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi