Apri il menu principale
Demon's Souls
videogioco
Demon's Souls logo.jpg
PiattaformaPlayStation 3
Data di pubblicazioneGiappone 5 febbraio 2009
Stati Uniti 6 ottobre 2009
Australia 23 giugno 2010
Italia 24 giugno 2010
Europa 25 giugno 2010
GenereAction RPG
TemaFantasy
OrigineGiappone
SviluppoSCE Japan Studio, FromSoftware
PubblicazioneSony Computer Entertainment (Giappone), Atlus (USA), Namco Bandai (Europa, Australia)
Modalità di giocoGiocatore singolo, Multiplayer online
Periferiche di inputSixaxis o DualShock 3
Motore graficoPhyreEngine
SupportoBlu-ray Disc
Distribuzione digitalePlayStation Network
Requisiti di sistema54MB liberi su hard disk
Fascia di etàCERO= D
ESRB= M
PEGI= 16, violenza

Demon's Souls (デモンズソウル Demonzu Souru?) è un videogioco di ruolo/azione fantasy sviluppato da FromSoftware e SCE Japan Studio per PlayStation 3. Il gioco è stato descritto come il successore spirituale di King's Field.[1]
È stato pubblicato in Giappone il 5 febbraio 2009, in Nord America il 6 ottobre 2009 e in Europa il 25 giugno 2010. La distribuzione del titolo in Europa è stata affidata a Namco Bandai.[2]

TramaModifica

Re Allant XII incanalò il potere delle anime portando una prosperità senza precedenti a Boletaria, il regno del nord. Finché un giorno, una nebbia spessa e incolore calò su quella terra. Boletaria fu isolata dal resto del mondo, e coloro che osavano penetrare nella Nebbia non facevano ritorno. Ma Vallarfax delle nobili Zanne Gemelle uscì dalla Nebbia e raccontò al mondo della situazione a Boletaria, che il vecchio Re Allant XII aveva svegliato l'Antico, la grande bestia che dorme eternamente sotto il Nexus, e che una nebbia incolore era apparsa, e con essa terribili demoni. I demoni cacciano gli umani e si prendono le loro anime. Coloro che perdono l'anima, perdono la ragione. I pazzi attaccano i sane di mente, e il caos regna sovrano. Vallarfax parlò del potere contenuto nelle anime di demone: ogni volta che un demone ottiene un'anima umana, l'anima del demone è rinvigorita dalla sua forza vitale. E il potere di un'anima di demone matura supera l'immaginazione.

La leggenda si sparse velocemente. Potenti guerrieri partirono per la terra maledetta, ma nessuno ha fatto ritorno: Biorr delle Zanne Gemelle; Yurt, il Capo Silenzioso; Urbain il Saggio; Scirvir il Viaggiatore; la Sesta Santa Astraea e il suo cavaliere Garl Vinland; e il Saggio Freke, il Visionario.

La Nebbia incolore si espande a poco a poco oltre i confini di Boletaria. L'umanità rischia un'estinzione lenta ma sicura: un giorno la Nebbia inghiottirà tutte le terre, vicine o lontane che siano.

Ma Boletaria ha un'ultima speranza: un combattente solitario che ha attraversato la tremenda Nebbia…
Un eroe venuto a salvare questa terra… o un possibile nuovo schiavo per i demoni?

Le arcipietre e i regniModifica

Le arcipietre sono pietre donate ai sei capi del mondo di Demon's Souls. Furono usate per sancire la vittoria verso l'Antico e la proibizione delle arti magiche. Ogni arcipietra costituisce un portale tra il Nexus e uno dei sei regni del gioco, ormai ridotti tutti in rovina dalla piaga dei demoni. Il giocatore, eseguendo il compito del monumentale, potrà usare queste pietre per viaggiare nei vari regni con l'obiettivo di eliminare i demoni che infestano i reami e ottenere le loro anime. L'Antico, non avendo più demoni a disposizione, attirerà a sé il giocatore per reclutarlo nelle sue file.

Arcipietra del Piccolo Re - Palazzo di BoletariaModifica

Per aiutare il proprio reame, Re Allant XII di Boletaria ha liberato dal suo sonno l'Antico, per poter sfruttare il suo potere e le arti dell'anima, rompendo il patto dei 6 re. Risvegliatosi, l'Antico ha cominciato a diffondere una nebbia incolore per tutto il mondo, permettendo ai suoi demoni di cacciare vittime per nutrirlo. I soldati stessi di Boletaria attaccheranno il giocatore nel tentativo di prendergli l'anima, manifestando una personalità demoniaca. In Boletaria è anche presente un nido di draghi, che ostacoleranno il giocatore. In questo regno però si potranno trovare anche alleati, come Ostrava, figlio del re, che è estraneo al modo di agire del padre; Biorr delle Zanne Gemelle, un cavaliere dall'aspetto anziano, ma dalla forza erculea; e Yuria, una strega imprigionata dai marescialli del re, che una volta liberata insegnerà al giocatore potenti incantesimi. Sarà inoltre possibile incontrare, rinchiuso in un mausoleo, il vecchio re Doran, un essere semi-divino che metterà alla prova la forza del giocatore che, se si dimostrerà degno, potrà ottenere la potente lama benevola Demonbrandt, utile per cacciare i demoni. In questo regno c'è il più alto numero di demoni di tutto il gioco.

  • Avanguardia: primo boss del gioco, ancora in fase di tutorial. La sfida è decisamente impari: ci sono probabilità quasi certe che Avanguardia uccida facilmente il protagonista ancora troppo inesperto, che si risveglierà così nel Nexus facendo progredire la trama. In caso di vittoria, invece, Avanguardia lascerà cadere un'arcipietra che condurrà il giocatore al cospetto del Dio Drago. Il potentissimo demone ucciderà con un sol colpo il protagonista, che si risveglierà così nel Nexus facendo progredire la trama.
    Il Dio Drago verrà poi affrontato nuovamente nel Tunnel di Stonefang.
  • Falange: il primo demone maggiore affrontabile. È paragonabile ad un ammasso di gelatina informe. È capace di dividersi in forme più piccole che attaccano il giocatore con numerose falangi. Le manifestazioni più piccole sono dotate di scudo e con una formazione a cerchio, difendono il corpo principale a tutti i costi.
  • Cavaliere della Torre: un enorme cavaliere (l'altezza supera la decina di metri) dotato di uno scudo grande quanto lui ed una lancia capace di creare delle frecce dell'anima. È inutile cercare il confronto diretto viste le sue difese. Possiede un punto debole dietro le gambe che se colpito, lo fa cadere per terra.
  • Trapassatore: Demone dalle fattezze di cavaliere corazzato dotato di una lunga spada. Sebbene più piccolo del cavaliere della torre, dimostra di essere un avversario molto più pericoloso. Lo scontro può essere facilitato in un modo: se Biorr è stato liberato dalle segrete interverrà in aiuto, manifestando la sua enorme potenza fisica e rendendo la battaglia più agevole.
  • Re Allant (vecchio): Arcidemone che ha preso le fattezze del Re Allant, sfoggia una velocità e una forza fisica incomparabili. Inoltre è dotato di un attacco in grado di risucchiare un livello d'anima del giocatore. Attacca con una spada che sembrerebbe la Soulbrandt, ma anche questa è un falso, la vera spada è nelle mani del vero re. Sebbene sia una replica, questa spada è in grado di causare gravi danni e creare delle lame d'energia per attaccare a distanza.

Arcipietra del Re Sotterraneo - Tunnel di StonefangModifica

Un tempo patria dei nani, ora Stonefang è dimora degli uomini-lucertola, esseri umanoidi ma con occhi, scaglie e lingua di rettile. Questi esseri hanno perduto la loro anima e con essa la loro sanità mentale, finendo così costretti a scavare per raccogliere minerali preziosi, senza riuscire a pensare ad altro. Sono molto violenti verso i personaggi che gli passano vicino e li disturbano nel loro scavare. Inoltre nelle miniere sono presenti altre mostruosità come i vermi di pietra e i bearbug, tutti mostri estremamente aggressivi. Visto che molti nemici usano il fuoco in questo regno, l'incantesimo velo d'acqua è utilissimo. Nelle miniere si può trovare un eccellente fabbro, Ed, chericevendo l'anima della fiamma rossa, potrà creare potenti armi tramite le anime dei demoni. Si possono trovare tre demoni.

  • Ragno Corazzato: un demone dalle sembianze di ragno gigante. È in grado di sputare fuoco e attaccare con le sue zampe metalliche e affilate. Sebbene sia fatto di metallo non è dotato di un'alta difesa fisica e magica, e con i giusti accorgimenti è facilmente abbattibile.
  • Fiammeggiante: Questo titano infuocato è uno dei boss più ostici del gioco, dato che non lascia al giocatore un attimo di tregua. Attacca con colpi fisici brutali ed esplosioni infuocate. Sebbene sia difficile affrontarlo in un duello fisico, è possibile farlo incastrare fra gli elementi dello scenario, oltre che svantaggiarlo parecchio con uno scontro a distanza con magie, vista la sua scarsa difesa magica.
  • Dio Drago: Arcidemone di Stonefang, rinchiuso diversi anni addietro dai nani che ne temevano e veneravano la sua potenza. Ancora più grande del cavaliere della torre, è in grado di attaccare con enormi pugni e getti infuocati molto potenti. È inutile colpirlo direttamente, visto che gli attacchi convenzionali non hanno effetto. La soluzione adatta è invece l'uso delle balestre che i nani hanno lasciato attorno a lui, che se usate, gli provocano dei danni ingenti. Il suo unico punto debole è la faccia, nei primi momenti dello scontro assolutamente irraggiungibile.

Arcipietra della Regina - Torre di LatriaModifica

La regina Latria non si potrà incontrare nel gioco. La causa è che un vecchio monaco ne ha usurpato il regno, rinchiudendola in una delle celle della speranza della torre e lasciandola lì a morire. Il vecchio inoltre, preso dalla follia e indossando le vesti dorate maledette, ha cominciato a creare dei demoni, trasformando la torre un tempo luogo di felicità in un mondo d'incubo. Saranno presenti nemici di vario tipo capaci di effettuare attacchi di diversa natura (fisico, magico e velenoso). I sudditi ai quali è stata divorata l'anima marciscono nelle prigioni o servono il folle monaco. Nelle prigioni il giocatore potrà salvare il saggio Freke, un potente mago in grado di insegnare incantesimi molto potenti e lord Rydell, un nobile avventuriero. Si possono trovare 3 demoni maggiori.

  • Falso Idolo: Demone con le sembianze della regina, in grado di effettuare pericolosi attacchi magici, simili alle "frecce dell'anima" del giocatore. Può anche piazzare dei sigilli paralizzanti sul terreno e inoltre possiede la facoltà di dividersi in più copie. Prima di affrontarla bisogna uccidere il suo servo al piano superiore, o questo la resusciterà se verrà sconfitta.
  • Mangiauomini: Una chimera dal corpo di leone, ali da pipistrello e coda serpentina, capace di effettuare anche attacchi magici. Una volta che lo si sta per sconfiggere, ne giungerà un altro ad aiutarlo, rendendo i demoni da combattere due contemporaneamente, cosa che aumenta considerevolmente la difficoltà dello scontro.
  • Vecchio Monaco: Arcidemone della torre di Latria. Lo si incontra ormai in punto di morte in quanto le vesti maledette hanno manifestato una volontà propria e hanno consumato l'anima dell'ignaro monaco. Può essere definito il boss più particolare del gioco: prima di morire il vecchio monaco avvolgerà con le vesti dorate uno spettro nero evocato e lo scaglierà contro il giocatore. Se si è offline lo spettro nero sarà un NPC, mentre se si è online lo spettro nero potrà essere un giocatore che ha usato la pietra Occhionero in quel momento.

Arcipietra degli Uomini d'Ombra - Cripta delle tempesteModifica

Una pianura piena di pericolosi scheletri viventi, patria degli uomini ombra. Essi sono una popolazione che venera la tempesta e dà sepoltura agli eroi più valorosi. Gli scheletri viventi, i nemici più frequenti, sono di diverso tipo ma hanno delle caratteristiche in comune: sono agili e possiedono un attacco fisico formidabile. Inoltre la piana è sorvegliata dall'alto da delle mante della tempesta, che appena individuano il giocatore, gli scagliano contro una grossa stalattite di ghiaccio. È presente all'inizio della piana un guerriero di nome Satsuki, che è alla ricerca di una katana tra le più potenti, chiamata Makoto, e chiederà al giocatore di trovarla in cambio di anime. Invece nelle profondità delle strutture sarà presente Santo Urbain che se salvato, insegnerà al giocatore potenti miracoli. I demoni maggiori in questo caso sono tre.

  • Arbitro: Giudice di legge della zona, è un essere mostruoso, affamato d'anime e corpi umani, composto da un corpo da orco invulnerabile e un'enorme bocca dalla quale esce una lunga e smisurata lingua. Il suo punto debole è un piccolo uccellino, appollaiato su quella che sembra essere la sua testa. Per sconfiggere questo abominio il giocatore dovrà utilizzare attacchi a distanza per colpire l'uccellino, o percuotendo la lama conficcata nella pancia del mostro, cosicché esso cada a terra per il dolore, esponendo la testa.
  • Vecchio Eroe: Un antico eroe risvegliato dal suo sonno, ora divenuto malvagio. I suoi colpi di spada sono mortali e veloci, ma ha un enorme punto debole: è praticamente cieco. Se il giocatore si muoverà con accortezza alle sue spalle, potrà attaccarlo senza farsi vedere.
  • Re delle Tempeste: Arcidemone della Cripta delle tempeste. Si tratta di un'enorme manta, molto più potente dei suoi simili, che attacca lanciando enormi frecce organiche. Gli unici attacchi efficaci saranno quelli a distanza, ma nella zona della battaglia è presente una spada che può scatenare (sempre e solo nella zona dello scontro) dei fendenti d'aria in grado di ferire gravemente il boss.

Arcipietra del Capo - Valle della corruzioneModifica

Un luogo d'orrore, popolato da creature da brivido, malattie infettive e uomini depravati che il mondo ha scartato. In questo mondo è presente una santa, che in cambio di anime, lenisce il dolore alla gente del luogo. Tale donna è un demone, uno degli spiriti più corrotti. In questo posto è facile contrarre status alterati come veleno o l'ancora più pericolosa pestilenza, quindi è necessario essere preparati con adeguati rimedi. Nella valle si può incontrare una ragazza della chiesa, Selen Vinland, che è alla ricerca di suo fratello. I demoni maggiori sono tre in tutto.

  • Sanguisuga: un mostro formato da centinaia di sanguisughe. Oltre ad effettuare attacchi fisici con danni nella media, può scagliare sfere di sanguisughe in grado di rallentare il giocatore, oltre che inglobarne altre presenti nel fango per recuperare salute.
  • Colosso Immondo: Un orribile golem, attorniato da mosche, simbolo di malattia. È in grado di causare maggiori danni della Sanguisuga, e può lanciare le mosche al giocatore per limitarne i movimenti e ridurre i suoi punti salute. Ha una forza fisica elevata.
  • Astraea: Arcidemone della Valle della corruzione. Sarà protetta da un prode cavaliere di nome Garl, ma non si sa se sia la sua guardia del corpo o il suo amato. In ogni caso, per arrivare al demone bisognerà eliminare per primo lui, il quale ci sbarrerà il cammino. Possiede una delle armature più resistenti del gioco e la sua arma, Brandt, può sbalzare via il giocatore con la possibilità di farlo cadere in un fiume melmoso dove può contrarre la peste. Se si sconfigge Garl, per la disperazione e vedendo che ormai non si può più difendere, Astraea si suiciderà, offrendo la sua anima al giocatore. Se invece il giocatore, una volta eliminato Garl, attaccherà subito Astraea, ella risponderà usando un miracolo in grado di generare una potente onda d'urto. È curioso notare che se il giocatore elimina Astraea a distanza tramite arco e frecce senza prima sconfiggere Garl, egli resterà immobile con il capo chino e non combatterà se non attaccato per primo, e se il giocatore ricarica la partita, Garl sarà morto lasciando a terra la sua armatura e il suo scudo, facendo intendere che si sia suicidato per il dolore.

L'ultima arcipietra, quella dei giganti, non è accessibile, lasciando presupporre che in quel regno lo scempio è ormai totale e inguaribile.

Una volta che il giocatore avrà eliminato tutti i demoni, la fanciulla in nero porterà il protagonista dall'Antico, dove troveranno il vero Re Allant, il boss finale del gioco. Corrotto e reso irriconoscibile dal potere dell'Antico, esso lo ha fatto diventare una gelatina informe e incapace di compiere movimenti articolati, rendendo praticamente impossibile la morte del giocatore durante la battaglia, vista la sua facilità. Una volta eliminato si potra acquisire la nefasta Soulbrandt, la lama che caccia gli umani. Infine la fanciulla in nero si sacrificherà per sigillare nuovamente l'antico. Qui il protagonista dovrà decidere se andarsene, e quindi assolvere il suo compito, diventare un nuovo monumentale e così bloccare l'avanzata dei demoni, oppure uccidere la fanciulla, divenendo egli stesso un demone al servizio dell'antico ed ottenendo un'anima e potere immenso.

Le classiModifica

Prima di iniziare il gioco avrete la possibilità di selezionare una classe di partenza fra le 10 disponibili per il vostro alter ego, di seguito riportate.

Ogni classe ha statistiche iniziali differenti, tuttavia la scelta di una classe rispetto un'altra non andrà ad inficiare lo sviluppo del personaggio in senso unico, ma permetterà al giocatore la massima libertà di personalizzazione[3].

AnimeModifica

L'intero gioco ruota intorno alle anime. Le anime sono necessarie per lo sviluppo del personaggio, conseguito da parte della fanciulla in nero, e per comprare i servigi di maghi, fabbri, venditori e sacerdoti. Il metodo più consueto per l'ottenimento di punti anima è l'eliminazione dei nemici nei vari regni. Le quantità di punti anima ottenuti saranno condizionate dalla nebbia che circonda il reame dove si trova il giocatore. Occasionalmente si potrà trovare delle anime di personaggi caduti sui loro corpi, sparsi per i dungeon (saranno sotto forma di oggetti consumabili che, se consumati, andranno ad aumentare la riserva di anime). Le anime più importanti sono quelle dei demoni. Queste ultime possono essere ottenute solo sconfiggendo i demoni che infestano i regni. Sono anime che, se consumate, garantiscono un grande numero di punti anima. Tuttavia, possono anche essere cedute a maghi o sacerdoti per l'acquisizione di incantesimi più potenti, oppure possono essere utilizzati per la fabbricazione di armi dalle caratteristiche uniche.

AttributiModifica

Gli attributi sono le abilità che ogni classe possiede e che il giocatore dovrà potenziare nel corso della partita per garantirsi una sopravvivenza più agevolata.

FormeModifica

Durante la partita è possibile essere sconfitti, e vista la difficoltà dell'intero gioco[4], può capitare abbastanza frequentemente. La morte però non significa la fine, perché il Nexus terrà l'anima del personaggio intrappolata al suo interno. La forma dell'anima porta con sé vantaggi e svantaggi, ma il più rilevante è la capacità di interagire con gli altri giocatori nella modalità online in forma di spettro bianco o spettro nero. Questo è l'elenco di tutte le forme possibili che il giocatore può raggiungere.

  • Forma Materiale: è la forma standard del giocatore quando è "vivo". In questa forma si avrà il massimo dei punti vità possibili. Non è possibile utilizzare le pietre degli occhi, visto che sono utilizzabili solo da "morto" ovvero nella forma dell'anima. La morte del giocatore influenzerà la tendenza del mondo verso il nero, ovvero rendendo i nemici più forti e pericolosi. Inoltre un giocatore vivo corre il rischio di essere invaso da un giocatore avversario sotto forma di spettro nero. Il giocatore però sarà in grado di scorgere i segnali dell'anima lasciati da altri giocatori in forma spettrale, ottenendo così la possibilità di invocarli in suo aiuto. La forma materiale non presenta caratteristiche visive peculiari.
  • Forma Spettrale: forma assunta se il personaggio viene ucciso. Lo svantaggio enorme che costituisce questa forma è il dimezzamento dei propri punti vita. Tale forma però porta anche numerosi vantaggi. Come spettro i movimenti causeranno molto meno rumore, rendendo il giocatore meno identificabile. Inoltre il giocatore potrà usare le pietre degli occhi per allargare le proprie opzioni di gioco e quindi entrare in altri mondi di altri giocatori in qualità di fantasma. La morte in forma spettrale fa sì che il giocatore torni al check point precedente (l'arcipietra della zona) senza ulteriori penalità. La forma spettrale fa sì che il giocatore appaia "etereo" come un vero fantasma.
  • Forma Spettro Bianco: Tale forma è raggiungibile solo se il giocatore possiede la pietra occhioblu ed è nella forma spettrale. Il giocatore grazie alla pietra lascia un segnale dell'anima percepito dai giocatori in forma materiale. Gli altri giocatori potranno così chiamare il giocatore spettrale in veste di spettro bianco ed alleato. Lo spettro avrà il compito di aiutare il giocatore vivo nei combattimenti e soprattutto contro il demone maggiore dell'area. Se il demone maggiore viene sconfitto, lo spettro bianco ritorna al suo mondo in forma materiale, con il suo lato umano alimentato. La forma di spettro bianco può essere annullata se lo spettro o l'evocatore usa la pietra occhiobianco. Uno spettro bianco è "etereo" come uno spettro normale, ma ha una luminescenza azzurra.
  • Forma Spettro Nero: Forma ottenibile se si è uno spettro e se si usa la pietra occhionero o occhiorosso. In entrambi i casi il giocatore in forma spettrale raggiungerà altri mondi in forma di spettro nero, con lo scopo di eliminare il giocatore in forma materiale di quel mondo. Nel caso della pietra occhionero, lo spettro invaderà il mondo di un giocatore in forma materiale, con lo scopo di trovarlo e ucciderlo. Se ci riesce, il giocatore spettrale tornerà al suo mondo in forma materiale, alimentando la sua parte demoniaca. Invece la pietra occhiorosso funziona come se fosse una sfida: lo spettro lascia un segnale dell'anima in modo che possa essere evocato. Un giocatore materiale può così evocarlo per combattere. In questo scontro le anime possedute dai giocatori sono in palio (non quelle demoniache). Uno spettro nero può essere scacciato solo uccidendolo o usando il miracolo bandisci. È luminescente come uno spettro bianco, ma a differenza di quest'ultimo è rosso.

SviluppoModifica

Il produttore SCEJ Takeshi Kajii ha descritto il gioco a Famitsū come il successore spirituale di King's Field.[5]

VersioniModifica

Sono disponibili in tutto cinque versioni:

  • Giapponese: doppiaggio in inglese, menu e sottotitoli in giapponese.
  • Asiatica (Hong Kong/Singapore): doppiaggio, menu e sottotitoli sia inglesi che cinesi.[6]
  • Asiatica (Corea): doppiaggio in inglese, menu e sottotitoli sia inglesi che coreani.[7]
  • Nord Americana: doppiaggio e menu in inglese. Nuova traduzione dei testi fatta da Atlus.
  • Europea: doppiaggio in inglese, menu e sottotitoli nelle principali lingue europee (italiano compreso).

Atlus è il distributore del gioco nel Nord America e ha confermato che chi possiede la versione americana gioca su server separati, senza la possibilità di interagire con gli utenti delle altre versioni. Allo stesso modo i salvataggi di versioni differenti non funzionano.[8][9]

Gadget e altri mediaModifica

È stata pubblicata una guida strategica esclusiva intitolata "Demon's Souls Official Perfect Guide", composta da 192 pagine ed è pubblicata da Enterbrain. La guida contiene dati completi su armi, armature, oggetti, aree della mappa e segreti.[10]

In Nord America ci sono due versioni del gioco. La Deluxe Edition contiene una guida di 160 pagine insieme a un cofanetto che contiene sia il gioco che la guida. Questa edizione è disponibile solo ai residenti nel Nord America. L'altra versione invece contiene un artbook se viene prenotato il gioco.[11] Secondo la newsletter di Atlus, il gioco includerà anche una colonna sonora per entrambe le versioni.[12]

In Europa il gioco è stato pubblicato inizialmente solo in edizione speciale Black Phantom al prezzo di un gioco standard. Il pacchetto conteneva, oltre al gioco, un CD con la colonna sonora originale, un artbook e una guida strategica (in lingua inglese anche nella versione italiana).[13] Successivamente, una volta terminate le scorte dell'edizione speciale, è stata commercializzata la versione standard.[14]

AccoglienzaModifica

Pubblicazione Punteggio
9/7/7/6
9/10
Dengeki
95/85/85/85
9/10
86%
9/10
9.4/10
9/10
9.1/10
9/10
8/10
Metarecensioni Punteggio
89.88%
89/100

PremiModifica

  • Gioco dell'Anno, PC World Game of the Year Awards 2009[15]
  • Migliore Nuova Proprietà intellettuale, GameTrailers Game of the Year Awards 2009[16]
  • Migliore Gioco di Ruolo, GameTrailers Game of the Year Awards 2009[17]
  • Migliore Meccanica Originale, GameSpot: Best Original Game Mechanic[18]
  • Migliore RPG, 2009 GameSpot: Best Role-Playing game[19]
  • Migliore Gioco del 2009, GameSpot's Best Games of 2009[20]
  • RPGamer Scelta dell'Editore: RPG PS3 dell'Anno, RPGamer.com Best of 2009 Awards[21]
  • RPGamer Scelta dell'Editore: RPG dell'Anno, RPGamer.com Best of 2009 Awards[22]
  • RPGamer Scelta dell'Editore: Migliore Grafica, RPGamer.com Best of 2009 Awards[23]
  • Gioco dell'Anno PS3, RPGLand.com Games of the Year 2009[24]
  • Gioco dell'Anno, RPGLand.com Games of the Year 2009[24]
  • Migliore RPG PS3 dell'Anno, RPGFan.com Best of 2009 Awards[25]
  • Migliore Action-RPG dell'Anno per Console, RPGFan.com Best of 2009 Awards[26]
  • Migliore RPG per PS3, IGN Awards 2009[27]
  • Migliore RPG PS3, VGChartz Awards 2009[28]
  • Migliore Innovazione nel Gameplay, X-Play Awards 2009[29]
  • Migliore gioco di ruolo per PS3 del 2010, Play Generation[30]

Colonna sonoraModifica

La colonna sonora del gioco è stata composta da Shunsuke Kida.

NoteModifica

  1. ^ 1UP on Sony's Demon's Souls revealing Archiviato il 24 aprile 2012 in WebCite.
  2. ^ Demon's Souls formally dated in Europe for June 25 by Namco Bandai
  3. ^ Demon's Souls, in Play Generation (Edizioni Master), nº 69, agosto 2011, p. 79, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  4. ^ A digiuno di GdR, in Play Generation (Edizioni Master), nº 70, settembre 2011, p. 72, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  5. ^ 1UP: Sony Reveals Demon's Souls Archiviato il 24 aprile 2012 in WebCite.
  6. ^ PlayStation Hong Kong Demon's Souls
  7. ^ PlayStation Korea Demon's Souls Archiviato il 27 novembre 2010 in Internet Archive.
  8. ^ Playstation Blog Interview
  9. ^ Atlus Blog Archiviato l'8 febbraio 2010 in Internet Archive.
  10. ^ Enterbrain Official Information
  11. ^ Demon Souls Dated And Bundled With Swag.
  12. ^ Atlus expands Demon's Souls pre-order bonus to include full soundtrack CD - Atlus U.S.A. Forums Archiviato il 5 gennaio 2010 in Internet Archive.
  13. ^ La Black Phantom Edition di Demon's Souls uscirà in Europa il 25 giugno, su gamesnation.it. URL consultato il 2 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2012).
  14. ^ Demon's Souls standard game due August Archiviato il 25 luglio 2010 in Internet Archive.
  15. ^ PC World Game of the Year Awards 2009, PC World. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  16. ^ GameTrailers Game of the Year Awards 2009: Best Role-Playing Game, GameTrailers. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  17. ^ GameTrailers Game of the Year Awards 2009: Best Role-Playing Game, GameTrailers. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  18. ^ The 2009 Game of the Year - GameSpot's Best Games of 2009, Gamespot. URL consultato l'8 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 23 febbraio 2010).
  19. ^ The 2009 Game of the Year - GameSpot's Best Games of 2009, Gamespot. URL consultato l'8 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2010).
  20. ^ The 2009 Game of the Year - GameSpot's Best Games of 2009, Gamespot. URL consultato l'8 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 15 giugno 2009).
  21. ^ RPGamer.com Best of 2009 Awards, RPGamer.com. URL consultato l'8 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2010).
  22. ^ RPGamer.com Best of 2009 Awards, RPGamer.com. URL consultato l'8 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2010).
  23. ^ RPGamer.com Best of 2009 Awards, RPGamer.com. URL consultato l'8 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2010).
  24. ^ a b RPGLand.com RPGs of the Year 2009, RPGLand. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  25. ^ RPGFan Feature - Games of 2009, RPGFan.com. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  26. ^ RPGFan Feature - Games of 2009, RPGFan.com. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  27. ^ IGN Game of the Year Awards 2009: Best Role-Playing Game for PS3, IGN. URL consultato l'8 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2009).
  28. ^ VGChartz Game of the Year Awards 2009: Best Role-Playing Game for PS3, VGChartz. URL consultato l'8 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2009).
  29. ^ X-Play Game of the Year Awards 2009: Best GamePlay Innovation, X-Play. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  30. ^ Vota i migliori del 2010!, in Play Generation (Edizioni Master), nº 64, marzo 2011, p. 20, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica