Apri il menu principale

Elisa Meneghini

ginnasta italiana
Elisa Meneghini
Elisa Meneghini (2015).jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 146 cm
Peso 40 kg
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Specialità Trave e Corpo Libero
Società GAL Lissone
Carriera
Squadre
2010 GAL Gym Team Lixonum Serie A1
2011-2017GAL Lissone Serie A1
2017- Esercito
GAL Lissone
Nazionale
2010-2012 Italia Italia juniores
2013- Italia Italia
Palmarès
Transparent.png Coppa del Mondo
Oro Doha 2018 Corpo Libero
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Argento Bruxelles 2012 Squadra
Bronzo Bruxelles 2012 Trave
Olympic flag.svg Festival olimpico della gioventù europea
Oro Trebisonda 2011 Squadra
Bronzo Trebisonda 2011 Individuale
Transparent.png Massilia Cup
Argento Marsiglia 2017 Corpo Libero
Transparent.png Trofeo 4 Nazioni
Argento Trofeo 4 Nazioni 2015 squadra
Dragon on red.svg Trofeo Città di Jesolo
Argento Jesolo 2013 Squadra
Argento Jesolo 2014 Squadra
Argento Jesolo 2014 Trave
Argento Jesolo 2015 Squadra
Bronzo Jesolo 2011 Squadra (jr.)
Transparent.png Novara Cup
Oro Novara 2014 Squadra
Argento Novara 2015 Squadra
Bronzo Novara 2015 Individuale
Transparent.png Flanders International
Oro Flanders 2017 Squadra senior
Oro Flanders 2017 Squadra mista
Italy looking like the flag.svg Campionati Italiani
Oro Torino 2016 Trave
Oro Torino 2016 Corpo libero
Oro Ancona 2014 Individuale
Oro Ancona 2014 Trave
Oro Ancona 2014 Corpo libero
Argento Ancona 2013 Individuale
Argento Catania 2012 Trave
Argento Torino 2015 Individuale
Argento Torino 2015 Corpo libero
Bronzo Torino 2015 Trave
Bronzo Torino 2016 Individuale
Bronzo Catania 2012 Individuale
Transparent.png Golden League
Oro Porto San Giorgio 2014 Trave
Oro Porto San Giorgio 2015 Squadra
Argento Porto San Giorgio 2014 Squadra
Argento Porto San Giorgio 2014 Individuale
Bronzo Porto San Giorgio 2015 Volteggio
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al maggio 2018

Elisa Meneghini, soprannominata «Mini» (Como, 24 luglio 1997), è una ginnasta italiana, membro della nazionale italiana di ginnastica artistica, vice campionessa italiana nel concorso completo e al corpo libero nel 2015 e membro della squadra che ha partecipato alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 Campionessa italiana di concorso completo, corpo libero e trave nel 2014. Vice campionessa italiana AA nel 2013. Membro della nazionale vincitrice della medaglia d'argento ai Campionati Europei Juniores del 2012. È la prima ginnasta italiana ad eseguire come serie acrobatica alla trave una rondata+salto teso con un avvitamento (Difficoltà G).

Dal 12 giugno 2017 viene arruolata nell'Esercito Italiano col grado di Caporale.

Carriera sportivaModifica

Elisa Meneghini si avvicina all'attività sportiva cominciando con la ginnastica ritmica, ma passa poi all'artistica per mancanza di sufficiente flessibilità.[1]

2010Modifica

Come atleta della Gym Team Lixonum, il 24 febbraio 2010 partecipa alla sua prima tappa di Serie A1. La Lixonum, col complessivo di 114.900, arriva terza nella classifica generale dietro alla GAL Lissone e alla Brixia Brescia.[2]

A giugno, insieme alle compagne Serena Bugani, Enus Mariani, Lara Mori e Martina Rizzelli, partecipa ad un incontro quadrangolare a Tolone con la Germania, la Svizzera e la Francia.[3] Con uno stacco di dieci punti dalla seconda classificata (153.400) e di venti punti dalla terza (143.500), l'Italia vince il concorso a squadre con 163.550 punti. Individualmente, Elisa vince il concorso generale individuale (55,700): le sue esecuzioni vengono definite «imperiali» dagli addetti ai lavori francesi.[4]

Insieme a Giulia Gemme, viene selezionata per partecipare ai Top Gym del Belgio.[5] Compete in tutti e quattro gli attrezzi e si aggiudica la medaglia di bronzo individuale grazie a delle buone prestazioni al volteggio (14.067 punti) e al corpo libero (13.667 punti). Degli sbilanciamenti alla trave (13.300 punti) e una caduta alle parallele asimmetriche (12.450 punti) le fanno perdere decimi preziosi.[6]

Nella tappa finale di Serie A1 tenutasi a Genova, la Gym Team Lixonum si aggiudica il quarto posto, dietro alla vincente Brixia Brescia, la GAL Lissone e l'Artistica '81. Durante il Campionato di Categoria, Elisa vince il titolo italiano juniores con 53.550 punti.[7]

2011: Festival Olimpico della Gioventù EuropeaModifica

La prima competizione della stagione è il Trofeo Città di Jesolo, un triangolare con Russia e Stati Uniti d'America, in cui partecipa insieme a Greta Carnessali, Erika Fasana, Francesca Deagostini, Alessia Leolini, Sara Ricciardi e Alessia Scantamburlo. La Squadra Juniores, malgrado un'ottima prova, non è andata oltre il terzo posto: con 214.750 punti, si piazza dietro Stati Uniti (233,050) e Russia (220,500). Individualmente, con un punteggio complessivo di 54.450, si piazza ottava (prima tra le italiane) nella classifica individuale.

Con la GAL Lissone vince lo scudetto di Serie A1, salendo sul podio davanti alla Pro Lissone e all'Artistica '81. Individualmente, con un ottimo complessivo di 54.600 punti, si classifica terza nella classifica individuale "virtuale".

Il 21 maggio prende parte al 9° Trofeo Internazionale Città di Lugano insieme alle connazionali Martine Buro e Arianna Salvi. Con delle buone prestazioni al volteggio (14.100), corpo libero (13.700, punteggio più alto all'attrezzo), trave (14.050) e parallele (13.800) totalizza 55.650 punti e vince la medaglia d'oro. Viene inoltre convocata per partecipare al 6° Trofeo Andrea Massucchi, dove arriva prima nel concorso individuale (56.000), alle parallele (13.800) e al corpo libero (14.000), arriva seconda alla trave (14.200) e terza al volteggio.

La competizione più importante dell'anno è il festival olimpico della gioventù europea di Trebisonda, dove partecipa insieme ad Erika Fasana e Francesca Deagostini. Le italiane si aggiudicano il Concorso per Nazioni agli EYOF in Turchia con il punteggio complessivo di 110.950, staccando di quattro decimi la Romania. Individualmente vince la medaglia di bronzo nel concorso individuale (54.800 punti), dietro alla connazionale Erika Fasana e alla rumena Larisa Iordache.

Diventa campionessa italiana ai Campionati Nazionali di Categoria, nella 2ª fascia.

2012: Campionati Europei di BruxellesModifica

A causa di una distorsione al dito medio, è impossibilitata a partecipare alla 1ª tappa di Serie A1 tenutasi a Bari e alla 2ª tappa tenutasi a Firenze. Durante la prima giornata, la GAL Lissone, società di cui fa parte Elisa, si posiziona al terzo posto nella classifica a squadre (punteggio complessivo: 159.150) dietro alla vincente Brixia Brescia (166,950) e alla Pro Lissone (159,250).[8] Per la seconda tappa di Campionato A1 svoltasi a Firenze il 24 marzo, con un punteggio complessivo di 161.300, la GAL Lissone si aggiudica la vittoria.[9]

Il 21 aprile compete nella finale del Campionato di Serie A1, portando alla vittoria dell'undicesimo scudetto la GAL Lissone.[10] Individualmente arriva quarta nel concorso generale individuale "virtuale", grazie a delle buone prestazioni in tutti e quattro gli attrezzi: 14.100 al volteggio, 13.400 alle parallele asimmetriche, 14.400 alla trave e 13.650 al corpo libero.[11]

Viene convocata per far parte della squadra nazionale juniores che competerà ai Campionati Europei di Bruxelles dal 9 al 13 maggio. Con l'Italia, grazie ad un punteggio complessivo di 164.031, vince l'argento nella finale a squadre. Individualmente, con delle buonissime prestazioni, si qualifica per le finali di tutti e quattro gli attrezzi e nel concorso individuale. A causa di una caduta alla trave sulla serie indietro flic salto, finisce il concorso individuale ai piedi del podio. Nella finale di specialità alla trave vince la medaglia di bronzo, davanti alla connazionale Tea Ugrin.

Il 16 giugno compete ai Campionati Assoluti di Catania. Grazie a dei buoni esercizi in tutti e quattro gli attrezzi, con 55.000 punti, vince il bronzo nazionale.[12] Inoltre, si qualifica per la finale alla trave (13,850 punti), corpo libero (13,850 punti) e parallele asimmetriche (13,650 punti).[13] Il 17 giugno, durante le finali di specialità, diventa vicecampionessa italiana alla trave con 14.200 punti, dietro di 7 decimi dalla prima classificata Carlotta Ferlito.

2013: Coppa del mondo; Europei di Mosca; vicecampionessa italianaModifica

 
Elisa Meneghini al Trofeo Città di Jesolo 2013.

L'11 aprile insieme a Carlotta Ferlito, Vanessa Ferrari e Giorgia Campana viene convocata per partecipare ai Campionati Europei di Mosca.

Si qualifica nel concorso individuale e alla trave, posizionandosi settima in entrambe le categorie. [14][15]

Ai Campionati Assoluti 2013 conquista il secondo piazzamento all around, con 55.550, dopo Tea Ugrin e davanti a Giorgia Campana.[16]

2014: Europei di Sofia; Campionessa italiana; la convocazione ai mondiali e l'infortunioModifica

La prima prova del campionato di ginnastica artistica femminile si è disputata al Mandela Forum di Firenze.

La Gal (squadra di Elisa) ha concluso la gara al terzo posto dietro la Olos Gym 2000 e la Brixia. Elisa ha svolto una bellissima gara riuscendo a piazzarsi prima nel concorso virtuale. La seconda prova del campionato GAF e GAM si è svolta, invece, a Torino al Palaruffini. La Gal non è riuscita a salire sul podio giungendo quinta dietro la Olos, la Forza e Virtù, la Ginnica Giglio e la Brixia. Errori e sbilanciamenti qua e là non hanno permesso alle brianzole di confermare il terzo posto di Firenze.

Elisa ha comunque svolto una gara strepitosa, pulita, lineare, precisa. Arriva seconda nel concorso virtuale dietro solo ad Erika Fasana.

La terza ed ultima prova di serie A1 e A2 si è tenuta a Desio. La Gal, trascinata da Elisa, Alessia, Betta e Francesca, giunge terza e nella classifica finale si conferma la terza squadra migliore d'Italia dietro alla Brixia e alla Olos Gym 2000. La gara di Elisa è stata bellissima: precisa in tutti gli attrezzi e ha trovato due picchi importanti a trave (14.250) e corpo libero (14.150). Nel concorso virtuale arriva 1º

L'8 marzo, a Torino, seconda tappa del campionato di Serie A, è invece seconda solo ad Erika Fasana: ottiene 14,200 al volteggio, 13,500 alle parallele, 14,050 alla trave, 13,800 al corpo libero, per un totale di 55,550 punti.[17]

Il 22 e 23 marzo partecipa al Trofeo Città di Jesolo, e nel concorso generale si piazza al 6º posto, miglior italiana della competizione. A pari merito con la statunitense Alyssa Baumann, nella finale alla trave, conquista la medaglia d'argento (14,200), alle spalle di Andreea Munteanu, che inoltre le strappa per soli 64 millesimi di vantaggio la medaglia di bronzo al corpo libero (13,967 a 13,933).[18]

Il 30 aprile la Meneghini viene convocata per far parte della squadra italiana senior per gli Europei di Sofia, insieme a Vanessa Ferrari, Giorgia Campana, Erika Fasana e Martina Rizzelli. Nella finale a squadre l'Italia termina al 5º posto; la Meneghini è l'unica a gareggiare su tutti e quattro gli attrezzi, e ottiene 14,066 punti al volteggio, 12,366 alle parallele, 13,933 alla trave e 14,000 al corpo libero.

Il 31 maggio partecipa ai suoi terzi campionati italiani assoluti di ginnastica artistica, proclamandosi campionessa italiana con un punteggio di 56.700, staccando di ben 3 punti la seconda classificata Iosra Abdelaziz. Ottiene il miglior punteggio alla trave (14.750), al volteggio (14.300) e al corpo libero (14.000), mentre ottiene 13.650 alle parallele asimmetriche. Questi punteggi le consentono di qualificarsi alle finali (trave, parallele e corpo libero) del giorno successivo. Alle parallele cade due volte ottenendo 11.600 che la colloca 8ª. Le successive finali la vedono protagonista: con il punteggio di 14.000 diventa la nuova campionessa italiana alla trave e successivamente vince la medaglia d'oro al corpo libero con il punteggio di 13.900.

Il 13 e il 14 settembre Elisa partecipa alla prima edizione della Golden League. Arriva seconda sia nel concorso a squadre con la sua Gal, sia nel concorso individuale con un ottimo 56.550 (volteggio eccellente da ben 14.600 punti, bellissima la trave, suo attrezzo di punta, dove si spinge a 14.450, bello e coinvolgente l'esercizio al suolo da 14.000 punti tondi tondi, buone le parallele 13.500. Durante le finali di specialità, Elisa arriva settima alla parallele, prima al corpo libero, quarta al volteggio e prima a trave

Insieme alla nazionale azzurra, Elisa partecipa alla Novara Cup, quadrangolare per-mondiale tra Italia, Spagna, Belgio e Svezia. Grazie a delle buone prestazioni da parte di tutta la squadra, l'Italia si aggiudica il primo gradino del podio

Viene convocata per i campionati del mondo di Nanning, svoltisi dal 3 al 12 ottobre 2014.

Elisa viene convocata per partecipare ai 45° campionati del mondo di ginnastica artistica. È una delle tre ginnaste[Quali delle sei?] della squadra azzurra, composta da Ferrari-Fasana-Meneghini-Mori-Campana-Rizzelli, che eseguono il concorso completo. Un infortunio alla schiena la chiama fuori dai giochi prima ancora dell'inizio delle gare.

2015: Il lungo recupero; Vice campionessa italiana; Campionati del mondo di GlasgowModifica

A causa di problemi fisici, Elisa è costretta a saltare la prima tappa di serie A. Il 14 febbraio le viene ridata l'idoneità agonistica e la possibilità quindi di tornare ad allenarsi.

Ancora non in piena forma prende parte alla seconda tappa, quella di Milano, porta un avvitamento al volteggio (13.85) un corpo libero semplificato ma che vale un buon 13.400 (D. 4.9), paga una caduta in trave (13.200) e una fermata in parallele, consegue un punteggio complessivo di 53.100 La Gal si posiziona in 4ª posizione

La terza tappa si svolge a Firenze e la Gal con la sua formazione completa vuole assolutamente un posto sul podio. Elisa, seppur ancora in fase di recupero, svolge una bella gara risultando la terza miglior all-arounder della giornata, con il complessivo di 54.700 (Reinserisce lo tsukahara al corpo libero)

La quarta ed ultima tappa si svolge, invece, a Rimini. Elisa trascina la sua Gal al terzo posto in classifica grazie a quattro prestazioni convincenti, perfetto l'avvitamento a volteggio (14.300), bellissima la trave così come il corpo libero dove presenta doppio teso-tsukahara carpio-doppio raccolto e doppio carpio, ottiene così un complessivo di 55.800

Elisa viene convocata nella squadra nazionale italiana per il trofeo "Città di Jesolo". Nella prima giornata di gara, l'Italia si aggiudica uno splendido secondo posto solo dietro lo squadrone USA. Elisa conduce una buona gara, a dir poco perfetto l'avvitamento al volteggio (14.200), buona la trave (14.05), purtroppo una caduta in parallela (12.400) e un'uscita di pedana al corpo libero (ancora semplificato) non le permettono di superare i 53.500 punti nell'AA. Durante la finale di specialità alla trave, commette qualche errore e conclude all'ottavo posto.

Elisa viene convocata per il trofeo 4 nazioni, una quadrangolare tra Italia, Russia, Romania e Colombia. Le azzurre conquistano uno splendido secondo posto mentre Elisa si classifica 5º nell'AA, seconda tra le italiane. Buono l'esercizio a parallele, paga poi una caduta a trave dove però inserisce ben due nuovi elementi: il doppio giro e la rondata+teso!

Il 12 e 13 settembre prende parte alla Golden League. Nella prima giornata si è disputata la finale a squadre con annessa classifica AA. Elisa è partita, insieme alla sua Gal, alla trave dove paga una caduta e qualche sbilanciamento di troppo (12,95). Al corpo libero tira fuori tutta la grinta che la contraddistingue e stampa un bellissimo 14,450, al volteggio riporta un avvitamento e mezzo premiato dai giudice con un ottimo 14,350 e conclude alle ostiche parallele portando a termine un buon esercizio che le vale 13,700. Grazie ad Elisa, alle sue compagne Carlotta, Sofia, Sophia, ad Enus e a Giada, la Gal si aggiudica la competizione a squadre lasciandosi alle spalle Brixia, Artistica 81 e Ginnica Giglio Individualmente Elisa giunge al quinto posto. In accordo con il DTN, decide di prendere parte alla finale a trave, a parallele e a volteggio dove vince uno splendido bronzo con un salto praticamente perfetto (14,550)

Elisa viene convocata ai suoi 4° campionati italiani assoluti, che si sono tenuti il 26 e 27 settembre, nella prima giornata di gara inizia con un bell'esercizio a parallele che le vale 13.700, commette una caduta a trave (13.05) che riscatta con un corpo libero spettacolare (14.450) e chiude al volteggio con un ottimo avvitamento e mezzo da 14.550. Diventa vice-campionessa italiana con 55.75 a soli 0.3 decimi dal primo posto. Nella seconda giornata di gara totalizza 14.700 al corpo libero, vincendo la medaglia d'argento e 13.950 a trave vincendo il bronzo.

Elisa viene convocata per la Novara Cup, incontro pre-mondiale tra Italia, Romania, Spagna e Belgio. Inizia la gara alle parallele dove si ferma a 13.05, alla trave conduce un buon esercizio 14.200 (D 5.6), bravissima anche al corpo libero dove impressiona per l'altezza e l'ampiezza dei suoi salti (14.400) e chiude al volteggio con un avvitamento e mezzo da 14.45. L'Italia si classifica al secondo posto mentre Elisa con il suo 56.100 si classifica 3º nell'AA dietro a Larisa Iordache e Carlotta Ferlito. A fine gara, il DTN Enrico Casella conferma il posto da titolare per Elisa nella squadra che partirà per Glasgow.

Elisa viene convocata per i Campionati del Mondo di Glasgow. La squadra è composta da Meneghini, Ferrari, Fasana, Ferlito, Mori, Ugrin e Mariani. Durante le qualificazioni, Elisa gareggia su tre attrezzi (trave, corpo libero e volteggio). Dopo la rotazione alle parallele, è la prima a salire sulla trave, Elisa paga una caduta a trave (13.000), mentre porta a termine un buon corpo libero da 14.066 (D. 5.6) e un volteggio praticamente perfetto 14.600 (D. 5.3). L'Italia si posiziona al 5º posto, conquistando così il pass per le olimpiadi del 2016 Durante la finale a squadre, Elisa scende in pedana al corpo libero svolgendo uno splendido esercizio e migliorando il punteggio di qualifica (14.200) e ottiene 14.443 a volteggio. L'Italia termina la gara al 7º posto.

2016: Coppa del mondo di Stoccarda ed Europei di BernaModifica

Il 19 marzo partecipa come individualista alla Coppa del mondo di Stoccarda, la sua gara inizia al volteggio dove commette un errore, passa poi alle parallele dove esegue un buon esercizio, successivamente compete alla trave dove paga due cadute (una dalla serie rondata-salto teso avvitato e una dal doppio giro) termina la competizione al corpo libero ottenendo l'ottavo posto.

Nel mese di maggio viene convocata insieme a Martina Rizzelli, Sofia Busato, Lara Mori ed Enus Mariani per i Campionati Europei in Svizzera. Nella gara di qualificazione compete al volteggio, alla trave e al corpo libero portando a termine tre esercizi molto buoni eccetto per un errore alla trave. La squadra riesce a qualificarsi per la finale in 7ª posizione

Durante la Finale a squadre l'Italia riesce a migliorare la sua posizione in classifica arrivando infatti 5°, la Meneghini individualmente esegue dei buoni esercizi: al corpo libero (13.700) al volteggio (14.266) e alla trave (14.500).

Olimpiadi di Rio 2016Modifica

Il 10 luglio 2016 entra a far parte della squadra italiana che parteciperà ai Giochi della XXXI Olimpiade, insieme a Vanessa Ferrari, Erika Fasana, Carlotta Ferlito e Martina Rizzelli Il 7 agosto, con la giornata di qualificazione femminile, inizia la sua prima avventura olimpica, Elisa gareggia al volteggio, trave e corpo libero (14.233). Purtroppo l'Italia non riesce a qualificarsi per la finale a squadre ottenendo difatti la decima posizione.

2017: Serie A e Campionati Assoluti di PerugiaModifica

Nel 2017 Elisa partecipa alla sua settima Serie A, conclude il campionato a Eboli il 16 settembre in terza posizione.

Il 2 settembre prende parte agli assoluti di Perugia ottenendo 13.500 al volteggio e 11.350 alle parallele a causa di una caduta.

A novembre assieme a Giada Grisetti, Francesca Noemi Linari e Sara Berardinelli partecipa al Masters Massilia, durante la qualificazione ottiene 12.000 alle parallele, 10.600 a trave a causa di qualche incertezza e 13.050 a corpo libero. Conquista la medaglia d'argento nella finale di specialità al corpo libero con 12.633.

Nello stesso anno diviene membro dell'Esercito italiano

2018Modifica

Il 3 marzo partecipa alla prima tappa di Serie A ad Arezzo. In generale si classifica terza con la GAL Lissone, dietro a Bollate e Brixia Brescia. Individualmente compete in tutti gli attrezzi eseguendo dei buoni esercizi eccetto per il corpo libero dove commette un errore nella seconda diagonale. Partecipa alla coppa del mondo a Doha ed ottiene la finale di specialità al corpo libero, dove conquista la medaglia d'oro parimerito con altre 2 ginnaste. Partecipa al collegiale per selezionare le partecipanti per il trofeo città di Jesolo, ma nonostante venga selezionata come partecipante della squadra "Italia A" non partecipa. Prende poi parte alla seconda tappa di serie A con la Gal Lissone che riesce a salire sul secondo gradino del podio, parimerito con il Centro Sport Bollate.

Ad inizio giugno prende parte alla terza tappa di serie a, compete in tutti e quattro gli attrezzi, svolgendo delle buone routine tranne alla trave dove caso dal teso avvitato. La Gal si classifica comunque al secondo posto di giornata ed al secondo posto del campionato generale di Serie A.

Viene poi convocata per partecipare ai campionati italiani assoluti di Riccione, dove svolge un buon avvitamento al volteggio, ma purtroppo cade sia a trave, che parallele, che corpo libero. Viene poi convocata per un collegiale a Brescia in preparazione ad un incontro amichevole internazionale in Germania, la Meneghini non viene però convocata per l'evento in terra teutonica e di conseguenza non viene convocata per i mondiali

TelevisioneModifica

Il 20 marzo 2013 è stata annunciata la terza stagione del programma Ginnaste - Vite parallele; le riprese sono cominciate il 22 marzo in occasione del Trofeo Città di Jesolo, e le puntate verranno trasmesse dal mese di maggio.[19][20] Insieme ad Elisa le protagoniste della terza stagione sono Carlotta Ferlito, Elisabetta Preziosa, Alessia Praz, Emily Armi, Sara Barri, Francesca Deagostini.

NoteModifica

  1. ^ Due To Lack of Flexibility, Elisa Meneghini Moved From Rhythmic To Artistic Gymnastics, su wogymnast.com. URL consultato il 10 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  2. ^ Firenze - Fuochi d'artificio al femminile, FGI, 24 febbraio 2010.
  3. ^ Femminile vola oltralpe per l'Internazionale, FGI, 23 giugno 2010.
  4. ^ Le ragazzine invincibili che ci invidiano tutti, FGI, 29 giugno 2010.
  5. ^ ...l'Artistica azzurra in tour!, FGI.
  6. ^ La piccola Italia ben figura al Top Gym (PDF), FGI, 2 dicembre 2010.
  7. ^ Montevarchi e Brindisi, il gran finale di "Categoria", FGI.
  8. ^ Graduatoria Prima Tappa Serie A1 (PDF), FGI, 10 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2013).
  9. ^ Graduatoria Seconda Tappa Serie A1 (PDF)[collegamento interrotto], FGI, 24 marzo 2012.
  10. ^ La Ferlito trascina la GAL all'11º scudetto., FGI, 21 aprile 2012.
  11. ^ Classifica generale terza tappa serie A1 (PDF), FGI, 21 aprile 2012.
  12. ^ Testa a testa tra Carlo e Super Vany, ma la Ferrari è ancora più veloce, FGI, 17 giugno 2012.
  13. ^ Qualificazioni Assoluti 1ª Giornata (PDF), FGI, 17 giugno 2012.
  14. ^ Federazione Ginnastica d'Italia, Mosca - Le convocazioni azzurre per gli Europei di Artistica, su federginnastica.it.
  15. ^ Campionati Europei Individuali GAM E GAFautore=Federazione Ginnastica d'Italia (PDF) (pdf), su dati.federginnastica.it, 11 aprile 2011.
  16. ^ Ancona - Tea Ugrin e Ludovico Edalli sul trono Assoluto, Federazione Ginnastica d'Italia, 25 maggio 2013.
  17. ^ Ginnastica, Serie A: la Brixia vince! Ferrari da record, super Fasana, sorprese sul podio!, Olimpiazzurra, 8 marzo 2014. URL consultato il 9 marzo 2014.
  18. ^ Stefano Villa, Ginnastica, Trofeo di Jesolo: tutto il meglio! Hanno impressionato…, Olimpiazzurra, 24 marzo 2014.
  19. ^ Ginnaste – Vite Parallele torna con la terza stagione! | MTV.it News Magazine Archiviato il 25 aprile 2013 in Internet Archive.
  20. ^ Trofeo Città Jesolo - SGA Gymnasium Ginnastica Artistica Treviso Archiviato il 28 marzo 2015 in Internet Archive.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica