Fares Fares

attore svedese

Fares Fares (Beirut, 29 aprile 1973) è un attore libanese naturalizzato svedese.

Fares Fares nel 2019

BiografiaModifica

Fratello del regista Josef Fares, anch'egli nato a Beirut e naturalizzato svedese, è figlio di Jan Fares, attore a sua volta naturalizzato svedese. I tre si trasferirono in Svezia nel 1987, quando Fares Fares aveva 14 anni, per sfuggire dalla guerra civile libanese.[1] Al cinema è noto soprattutto per due ruoli che ebbe nel 2012 (dopo aver passato 12 anni a fare teatro e film in Svezia), anno del suo esordio nel cinema internazionale: ottenne infatti il ruolo di Vargas in Safe House - Nessuno è al sicuro (pellicola che segnò il debutto di Fares a Hollywood, con Denzel Washington e Ryan Reynolds nel cast)[2] e recitò anche nel film vincitore dell'Oscar Zero Dark Thirty (film sull'operazione militare finalizzata a uccidere il terrorista saudita Osama Bin Laden),[3] interpretando il ruolo di Hakim, agente della CIA. Fares Fares è conosciuto anche per avere interpretato il ruolo di Alexei Andreyev in Child 44.[4] Fares ha preso parte ad alcuni film del fratello Josef, ed è anche stato un attore di teatro.[5] A livello di serie televisive è apparso in singoli episodi di serie come Westworld - Dove tutto è concesso, Deep State e Chernobyl.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Fares Fares è stato doppiato da:

NoteModifica

  1. ^ (EN) FARES FARES - THE LAST MAGAZINE, in THE LAST MAGAZINE, 12 dicembre 2013. URL consultato il 22 maggio 2017.
  2. ^ (EN) Simon Dang, Daniel Espinosa’s ‘Safe House’ Finds A Villain In ‘Snabba Cash’ Star Fares Fares | IndieWire, su www.indiewire.com. URL consultato il 22 maggio 2017.
  3. ^ (EN) Simon Dang, ‘Snabba Cash’ & ‘Safe House’ Star Fares Fares Joins Kathryn Bigelow’s ‘Kill Bin Laden’ | IndieWire, su www.indiewire.com. URL consultato il 22 maggio 2017.
  4. ^ tom hardy variations — Tom Hardy and Fares Fares | Child 44 | my edits“I..., su tom hardy variations. URL consultato il 22 maggio 2017.
  5. ^ (EN) Actors in Scandinavia » Fares Fares, su actorsinscandinavia.com. URL consultato il 22 maggio 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN165358398 · ISNI (EN0000 0001 1326 373X · Europeana agent/base/84196 · LCCN (ENno2011015485 · GND (DE1059826305 · BNF (FRcb17022891c (data) · BNE (ESXX5585146 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2011015485