Apri il menu principale

Fede Arnaud

sceneggiatrice e direttore del doppiaggio italiana
Fede Arnaud negli anni 1944-45

Fede Arnaud Pocek (Venezia, 4 marzo 1921Roma, 8 luglio 1997) è stata una sceneggiatrice e direttrice del doppiaggio italiana.

Indice

BiografiaModifica

Dopo aver frequentato lungo gli anni '30 l'Accademia nazionale d'arte drammatica Silvio D'Amico, lavorò come aiuto regista dal 1940 per Palermi, Mattoli ed altri registi, e come sceneggiatrice e dialoghista dal 1951 al 1964 per una ventina di film. In gioventù, dopo aver fatto parte del settore sportivo femminile dei Gruppi Universitari Fascisti, aderì alla Repubblica Sociale Italiana e divenne prima funzionario del Ministero dell'Economia Corporativa e poi guida del Servizio Ausiliario Femminile della Xª Flottiglia MAS[1]. Durante il servizio nella Xª MAS fu inviata in Valcasotto da Umberto Bardelli per mediare la liberazione dei comandanti della 1ª e 2ª compagnia del Battaglione "Barbarigo" che erano stati presi prigionieri dai partigiani autonomi del maggiore Mauri insieme ad altri due marinai[2][3]. La Arnaud che si era lasciata prendere prigioniera dai partigiani, dopo aver spiegato che il reparto si trovava in Piemonte in addestramento e che presto sarebbe partito per il fronte, fu rilasciata subito dopo la partenza del Barbarigo[4].

Nel dopoguerra si occupò sia della post-sincronizzazione dei film italiani che del doppiaggio di film stranieri: infatti fu tra i fondatori della Cine Video Doppiatori nel 1970 e dal 1977 al 1991 fu importante e nota come direttrice di doppiaggio per la Società Attori Sincronizzatori. Si è spenta nel 1997 all'età di 76 anni.

FilmografiaModifica

Aiuto registaModifica

SceneggiaturaModifica

Direzione del doppiaggioModifica

Fede Arnaud ha diretto il doppiaggio, tra gli altri di:

NoteModifica

  1. ^ lupodiselva, Fede Arnaud Pocek "S.A.F. X Flottiglia MAS", su donnesocialistenazionali.wordpress.com, 1º maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2015).
  2. ^ Casadio, p. 285.
  3. ^ Antonio Pannullo, Fede Arnaud, dalle ausiliarie della Decima all’amore per il cinema (video), su secoloditalia.it, Secolo d'Italia, 8 luglio 2015.
  4. ^ Casadio, p. 286.

BibliografiaModifica

  • Massimiliano Capra Casadio, Storia della Xª Flottiglia MAS 1943-1945, Milano, Mursia, 2016.

Collegamenti esterniModifica