Apri il menu principale

Francesco Palmieri

calciatore italiano
Francesco Palmieri
Francesco Palmieri US Lecce.jpg
Palmieri capitano del Lecce nel 1997-98
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 2003
Carriera
Squadre di club1
1985-1986 non conosciuta Carovigno ? (?)
1986-1987 Bologna 4 (0)
1987-1989 Centese 63 (10)
1989-1992 Francavilla 87 (10)
1992-1994 Baracca Lugo 64 (16)
1994 Bologna 8 (2)
1994-1995 Cosenza 24 (1)
1995-1998 Lecce 102 (35)
1998-2000 Sampdoria 64 (14)
2000 Piacenza 7 (0)
2000 Pescara 8 (2)
2001 Salernitana 13 (1)
2001-2003 Bari 39 (8)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Francesco Palmieri (Bari, 24 settembre 1967) è un ex calciatore e dirigente sportivo italiano, di ruolo attaccante, attualmente responsabile del settore giovanile del Sassuolo[1].

CarrieraModifica

CalciatoreModifica

Seconda punta abile negli spazi stretti[2], inizia la carriera nel Carovigno, tra i Dilettanti, nel 1985[2]. L'anno successivo esordisce in Serie B, con la maglia del Bologna.

In seguito veste le maglie di Centese, Francavilla e Baracca Lugo (Serie C1 e C2) fino al 1994, quando ritorna al Bologna in Serie C1 per pochi mesi. Nel mercato autunnale si trasferisce in Serie B indossando la maglia del Cosenza. Con la squadra calabrese, allenata da Alberto Zaccheroni, realizza soltanto un gol (all'esordio in rossoblu contro l'Ascoli), sfiorando la promozione in Serie A.

Nel 1995 ridiscende in terza serie con il Lecce[3], dove rimane fino al 1998. In giallorosso gioca un campionato di Serie C1 e uno di B, ottenendo due promozioni sotto la guida di Gian Piero Ventura, che ne valorizza le doti in coppia con Cosimo Francioso[2][4]. Nella stagione 1997-1998 debutta in Serie A all'età di 30 anni, con la fascia di capitano: mette a segno 10 reti, ma la squadra giallorossa, al termine del campionato, retrocede in Serie B.

Dal Salento passa nell'estate 1998 alla Sampdoria, dove disputa due campionati. Il primo è positivo sul piano personale (8 reti), pur nella stagione della retrocessione dei blucerchiati; nella seconda stagione (in cui indossa anche la fascia di capitano e viene limitato da problemi muscolari[5]) realizza 6 reti e la promozione sfuma all'ultima giornata. Durante la sua militanza in blucerchiato realizza il primo gol ufficiale di una squadra italiana nella stagione 1998-1999, segnando in Intertoto, in occasione del successo interno dei genovesi contro gli slovacchi del Rimavská Sobota datato 4 luglio 1998[4].

Nella stagione 2000-2001 passa al Piacenza[6]. Condizionato da nuovi problemi fisici e chiuso da Massimo Rastelli[7], in autunno viene ceduto al Pescara[6] e da qui a gennaio alla Salernitana[8]. Nella stagione seguente fa ritorno al Piacenza che in ottobre lo cede al Bari[9], la squadra della sua città, in cui milita tra il 2001 e il 2003 concludendo la carriera.

Ha totalizzato complessivamente 65 presenze e 18 reti in Serie A e 163 presenze e 32 reti in Serie B.

Dopo il ritiroModifica

Diventa in seguito team manager del Bari, dove ricopre l'incarico dal 2004 al 19 maggio 2007,[10] quando è chiamato svolgere il ruolo di responsabile del settore giovanile del Parma[11]. Dopo il fallimento dei ducali, il 2 luglio 2015 passa al Sassuolo dove ricopre le stesse mansioni.[12]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Lecce: 1995-1996

NoteModifica

  1. ^ Palmieri:"Primavera competitiva ma con ampi margini di crescita", su Canale Sassuolo, 09-02-2017. URL consultato il 19-02-2017.
  2. ^ a b c M.Sappino, Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano, Volume 2, pag.398
  3. ^ Ambizione Lecce, La Repubblica, 16 settembre 1996, pag.40
  4. ^ a b È Palmieri il primo nome del gol all'italiana, Il Corriere della Sera, 6 luglio 1998 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2015).
  5. ^ L' ex Palmieri non dimentica applausi e guai, La Repubblica, 1º marzo 2002, pag.19
  6. ^ a b Rosa 2000-2001 Storiapiacenza1919.it
  7. ^ Meteore in biancorosso: Palmieri Storiapiacenza1919.it
  8. ^ Napoli, solo Fontana. Salernitana, tre colpi, La Repubblica, 1º febbraio 2001
  9. ^ Rosa 2001-2002 Storiapiacenza1919.it
  10. ^ Palmieri: "Ventura ha saputo mettere a frutto le mie qualità" Tuttobari.com
  11. ^ Bari: Checco Palmieri va a Parma[collegamento interrotto], Tuttomercatoweb, 19 maggio 2007.
  12. ^ ESCLUSIVA TMW - Sassuolo, Palmieri ha firmato un biennale Tuttomercatoweb.com

Collegamenti esterniModifica