František Raboň

ex ciclista su strada e mountain biker ceco
František Raboň
František Raboň TR 2011.jpg
František Raboň al Tour de Romandie 2011
Nazionalità Rep. Ceca Rep. Ceca
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada, mountain biking
Termine carriera 2014
Carriera
Squadre di club
2005PSK Whirlpool
2006-2007T-Mobile
2008Team High Road
2008-2009Columbia
2010-2011Team HTC
2012-2013Omega Pharma
2014Specialized Racing XC
Palmarès
Wikiproject Europe (small).svg Europei su strada
Oro Mosca 2005 In linea
 

František Raboň (Praga, 26 settembre 1983) è un ex ciclista su strada e mountain biker ceco, professionista dal 2005, anno in cui fu campione europeo, al 2013. Dopo una stagione di attività nel mountain biking, si è ritirato definitivamente nel gennaio 2015.

CarrieraModifica

2001-2004Modifica

Incomincia a mettersi in mostra nel 2001 quando arriva secondo nel Criterium di Netolice, in patria. Nel 2002 è un corridore della PSK Remerx. Giunge terzo nella cronometro di Kladruby e conquista la cronosquadre di Kladruby assieme ai compagni di squadra. Arriva al terzo posto nella prova a cronometro di Kamyk. Nel 2003 trionfa in una tappa del Baltyk-Karkonosze-Tour ed è secondo nel campionato ceco. Sempre nel 2003 trova successo a Vysočina. Nel 2004 arrivano tre vittorie Rabon infatti si aggiudica la nona frazione del Tour du Maroc, la prova a cronometro del campionato nazionale e la quarta tappa dell'Okolo Slovenska.

2005-2010Modifica

Viene acquistato nel 2005 dalla PSK Whirlpool-Author, squadra ceca. In questa stagione conquista diverse vittorie: infatti ottiene la terza frazione del giro montenegrino Paths of King Nikola, trionfa nella Brno-Velka Bites-Brno, conquista il Criterium di Pardubice, fa sua la corsa polacca Memorial Andrzeja Trochanowskiego, vince il prologo, due tappe e la Classifica generale del Lidice e diviene campione ceco sia in linea che in crono. Si laurea campione europeo a Mosca nella prova in linea nella categoria Under 23. Si fa notare nuovamente in patria, nel Criterium di Praga l'unico a batterlo è Gilberto Simoni. Vince in Polonia la prima frazione del Malopolski Wyscig Gorski e in Repubblica Ceca il Criterium di Plzeň. L'ultimo successo stagionale è una tappa nella Okolo Slovenska. Inoltre conquista otto podi tra corse, tappe e Criterium.

Nel 2006 passa alla T-Mobile. A maggio partecipa al suo primo grande giro riuscendo a disputare il Giro d'Italia. I migliori risultati stagionali sono un terzo nella prova a cronometro del campionato nazionale disputato a Bratislava e vinto da Ondřej Sosenka (detentore del Record dell'ora). Partecipa al Campionato del mondo nella prova in linea tentando una fuga ma viene ripreso.[1]

Nel 2007 torna a disputare il Giro che concluderà in settantanovesima posizione cercando di andare in fuga nella quinta tappa[2]. Trova un podio nel Criterium di Praga, dietro Kankovski e Roman Kreuziger. Nel 2008 partecipa nuovamente al Supergiro[3], ma i risultati migliori arrivano successivamente quando conquista la prova a cronometro del campionato nazionale. Dopo la vittoria di tappa al Tour of Ireland giunge terzo alla Praha-Karlovy Vary-Praha.

Nella stagione seguente vince la terza frazione della Vuelta a Murcia e conquista un secondo posto al Critérium International, corsa a tappe francese. Vince il prologo e la cronosquadre del Tour de Romandie, vestendo per due giorni la maglia di capoclassifica, e dopo aver conquistato diversi piazzamenti nel Critérium du Dauphiné ottiene la vittoria nella prova a cronometro del campionato ceco. Partecipa alla Vuelta ma non si piazza mai nella top 10. Apre la stagione 2010 con un settimo posto nella classifica generale della Volta ao Algarve. A marzo si aggiudica la quarta tappa e la Classifica generale della Vuelta a Murcia. Dopo un piazzamento nel Cumhurbaşkanlığı Türkiye Bisiklet Turu, parte per il Giro d'Italia. A giugno si incorona nuovamente campione ceco nella prova contro il tempo.[4]

PalmarèsModifica

6ª tappa Baltyk-Karkonosze-Tour (Zary-Zgorzelec)
1ª Vysočina (Zdar nad Sazavou)
9ª tappa Tour du Maroc (Meknes)
Campionati cechi, Prova a cronometro Under 23
4ª tappa Tour de Slovacquie (Martin circuit race)
  • 2005 (PSK Whirpool-Author, nove vittorie)
4ª tappa Paths of King Nikola (Antivari > Antivari)
Brno-Velka Bites-Brno
Memoriał Andrzeja Trochanowskiego
Prologo Lidice
2ª tappa Lidice
3ª tappa Lidice
Classifica generale Lidice
Campionati cechi, Prova in linea U23
Campionati cechi, Prova a cronometro U23
1ª tappa Małopolski Wyścig Górski
4ª tappa, 1ª semitappa Okolo Slovenska (Jelšava)
  • 2008 (Team High Road, due vittorie)
Campionati cechi, Prova a cronometro
5ª tappa Tour of Ireland (Cork)
  • 2009 (Team Columbia, tre vittorie)
3ª tappa Vuelta a Murcia (cronometro) (San Pedro del Pinatar > San Pedro del Pinatar)
1ª tappa Tour de Romandie
Campionati cechi, Prova a cronometro
  • 2010 (Team HTC, tre vittorie)
4ª tappa Vuelta a Murcia (cronometro) (Alhama de Murcia > Alhama de Murcia)
Classifica generale Vuelta a Murcia
Campionati cechi, Prova a cronometro

Altri successiModifica

Kladruby (cronosquadre con Kamil Vrana, Martin Mareš e David Krejčí)
Criterium di Pardubice
Criterium di Plzeň
Cronosquadre (Yverdon-les-Bains)
  • 2012 (Omega Pharma-Quickstep)
2ª tappa, 2ª semitappa Tour de l'Ain (cronosquadre, Saint-Vulbas)

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

2006: 147º
2007: 79º
2008: 101º
2010: 134º
2011: ritirato (15ª tappa)
2009: 134º
2012: 157º

Competizioni mondialiModifica

Salisburgo 2006 - In linea Elite: ritirato
Salisburgo 2006 - Cronometro Elite: 40º
Stoccarda 2007 - Cronometro Elite: 50º
Varese 2008 - In linea Elite: ritirato
Varese 2008 - Cronometro Elite: 38º
Mendrisio 2009 - Cronometro Elite: 19º
Copenaghen 2011 - Cronometro Elite: 21º
Limburgo 2012 - In linea Elite: 104º
Toscana 2013 - In linea Elite: ritirato

NoteModifica

  1. ^ Paolo Mannini, 24 settembre 2006 - World Championship - Salisburgo (AUT)[collegamento interrotto], museociclismo.it. URL consultato il 17 ottobre 2010.
  2. ^ 17 maggio 2007 - Giro d'Italia, museociclismo.it. URL consultato il 17 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  3. ^ 13 maggio 2008 - Giro d'Italia, museociclismo.it. URL consultato il 17 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  4. ^ Encori Neri, Campionati nazionali, i risultati di Polonia, R.Ceca e Slovacchia, spaziociclismo, 25 giugno 2010. URL consultato il 17 ottobre 2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica