Futbolen Klub Carsko Selo Sofia

F.K. Carsko Selo Sofia
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px bisection vertical HEX-FF0000 White.svg Rosso, bianco
Dati societari
Città Sofia
Nazione Bulgaria Bulgaria
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Bulgaria.svg BFS
Fondazione 2015
Scioglimento2022
Stadio Carsko Selo
(1 550 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Futbolen Klub Carsko Selo Sofia (in bulgaro: Футболен Клуб Царско село?, club calcistico del villaggio reale di Sofia, traslitterazione anglosassone Tsarko Selo), meglio noto come Carsko Selo, è stata una società calcistica bulgara con sede nella città di Sofia.

Ha militato nella Părva liga, la massima serie del campionato bulgaro di calcio.

Disputava le partite interne allo stadio Carsko Selo, situato nel quartiere Dragalevci di Sofia.

StoriaModifica

2015-2016: fondazioneModifica

Nell'estate del 2015 l'ex presidente del CSKA Sofia Stojne Manolov fondò a Sofia una scuola calcio di nome Accademia calcistica Carsko Selo, allo scopo di far crescere giovani calciatori, nati dal 2002 al 2010[1].

Il club fu inizialmente iscritto alla divisione regionale dilettantistica A RFG Sofia Sud, e affidato all'allenatore Todor Jančev[2]. Il 12 novembre 2015 Manolov annunciò una collaborazione con il club spagnolo del Malaga[3]. Alla fine di dicembre 2015 Jančev rilevò la proprietà del Sofia 2010, club che fu comprato da Manolov e fuso con il Carsko Selo per costituire un nuovo sodalizio, di nome Carsko Selo Sofia.[4][5]

2016-2021: esordio tra i professionisti e consolidamentoModifica

Il 28 luglio 2016 fu accettata la richiesta di iscrizione del club alla neo-costituita Vtora liga[6]. L'esordio tra i professionisti fu contro il Botev Gălăbovo e terminò con un pareggio[7]. Nella prima partita in Coppa di Bulgaria, il 22 settembre 2016, la squadra affrontò allo stadio Lokomotiv il Levski Sofia, che vinse per 2-0[8]. Dopo due pesanti sconfitte Jančev si dimise dall'incarico il 29 ottobre 2016, lasciando il posto a Nikola Spasov[9], che condusse i suoi al quinto posto finale nella stagione d'esordio in seconda divisione[10].

La stagione seguente iniziò bene: la squadra si issò in vetta alla classifica del campionato dopo otto giornate e il 19 settembre 2017 eliminò il Neftochimic Burgas al primo turno della coppa nazionale[11]. Il 3 gennaio 2018 Spasov passò ai kazaki del Qızıljar[12] e fu sostituito da Veselin Velikov[13], passato a ricoprire un ruolo dirigenziale l'8 maggio 2018, quando fu nominato allenatore del Carsko Selo Velislav Vucov[14].

Il 22 aprile 2019 la squadra, grazie al pareggio a reti inviolate contro il CSKA 1948 Sofia, si assicurò la vittoria del campionato di Vtora liga e la conseguente prima e storica promozione in Părva liga, trovandosi in testa alla graduatoria con 18 punti di vantaggio dalla seconda e dalla terza classificata a cinque giornate dalla fine del torneo[15].

Alla prima annata in massima serie il club centra l'obiettivo della permanenza nella categoria, ottenuto allo spareggio promozione-salvezza contro il Septemvri Sofia (1-0). La salvezza viene confermata nell'annata successiva, grazie al nono posto finale.

2021-2022: lo scioglimentoModifica

Nel gennaio 2022 una compagnia italiana di investimento entra a fare parte del club.[16]

Il campionato 2021-2022 ha un epilogo clamoroso. Al 97º minuto di gioco dell'ultima giornata della poule retrocessione, il Carsko, obbligato a vincere per conservare la categoria, sul parziale di 1-1 contro il Lokomotiv Sofia ha a disposizione un calcio di rigore per portarsi in vantaggio. Sul dischetto si presenta Yusupha Yaffa, al posto del rigorista abituale, Martin Kavdanski, ma il proprietario dello Carsko, Stojne Manolov, entra in campo e con gesti rabbiosi lo dissuade dall'intento di calciare. Il rigore sarà calciato da Kavdanski, che fallirà il tentativo di trasformazione,[17] sancendo la retrocessione del club, che l'indomani viene sciolto da Manolov.[18]

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

2018-2019

Altri piazzamentiModifica

Terzo posto: 2017-2018

OrganicoModifica

Rosa 2021-2022Modifica

N. Ruolo Giocatore
1   P Guido Guerrieri
3   D Martin Kavdanski
4   C Valentino Pugliese
5   C Davide Cipolletti
6   D Matteo Lucarelli
7   C Jeremy Petris
8   C Ayoub Abou
9   A Yaffa Yusupha
10   A Redi Kasa
11   A Andrej Jordanov
15   C Pierre Desiré Zebli
16   C Alessandro Coppola
17   C Davide Masella
N. Ruolo Giocatore
19   A Lucas Willian
20   C Felipe Ronchetti
21   C Stefano Palmucci
22   P Khadim Ndiaye
23   C Sedrick Kalombo
24   A Alessandro Martella
31   P Bojan Zagorski
44   D Nikolaj Nikolaev
66   D Davide Vitturini
71   D Plamen Krumov
77   A Ivan Lendrić
91   A Vencislav Hristov
99   P Ivan Dermendziev

Rosa 2020-2021Modifica

N. Ruolo Giocatore
1   P Mihail Ivanov
2   D Gustavo Carbonieri
3   D Martin Kavdanski
4   D Diljan Georgiev
6   C Antonio Georgiev
7   C Giannis Gerolemou
8   A Panagiotis Louka
9   A Miroslav Budinov
10   C Boris Galčev
11   C Anderson
12   P Kiril Troharov
14   C Božidar Vasev
N. Ruolo Giocatore
17   D Rejan Daskalov (capitano)
20   C Lăčezar Baltanov
21   C Emanuil Manev
22   D Luis Pedro
25   C Dylan Mertens
26   C Hristijan Čipev
30   P Johny Placide
44   A Toma Ušagelov
93   D Ivan Bandalovski
98   A Stefan Hristov
  D Ivajlo Markov
  C Alen Stevanović

Rosa 2019-2020Modifica

N. Ruolo Giocatore
2   D Gustavo Carbonieri
3   D Martin Kavdanski
4   D Ivajlo Markov
6   C Antonio Georgiev
7   A Anton Karačanakov
8   C Wesley Natã
10   A Georgi Minčev
11   A Ludcinio Marengo
12   P Martin Dimitrov
13   C Edin Bahtić
14   C Simeon Mečev
N. Ruolo Giocatore
17   D Rejan Daskalov
20   A Ivajlo Ivanov
21   D Rumen Gjonov
22   C Dylan Bahamboula
26   C Ilija Džamov
30   P Johny Placide
44   D Léo Fioravanti
44   D Charles
91   A Miroslav Budinov
93   A Anderson
  D Julio Rodríguez

NoteModifica

  1. ^ Академия "Царско село" набира деца
  2. ^ Бивш капитан на ЦСКА поема академия "Царско село"
  3. ^ Стойне Манолов: Царско село ще си партнира с Малага
  4. ^ Тодор Янчев поема отбор от Югозападната В група
  5. ^ Стойне Манолов: Българският футбол няма бъдеще без ЦСКА, su Focus-sport.net. URL consultato l'11 gennaio 2016.
  6. ^ "Царско село" и "Левски" (Карлово) допълниха състава на Втора лига
  7. ^ Царско село с равенство в дебюта си във Втора лига
  8. ^ Левски на осминафинал след феноменален гол
  9. ^ Никола Спасов пое отбор от Втора лига
  10. ^ Голеада на Царско село
  11. ^ Царско село продължава напред за Купата на България
  12. ^ Бивш президент на Астана посрещна Никола Спасов в Казахстан
  13. ^ Веселин Великов е новият треньор на Царско село
  14. ^ Вили Вуцов се завърна в родния футбол
  15. ^ ЦСКА 1948 се провали срещу 10 от Царско село, Първа лига официално има нов член
  16. ^ Италианци спасяват Царско село, Стойне Манолов коментира ситуацията
  17. ^ Невиждан панаир в Царско село! Стойне Манолов нахлу на терена и налетя на бой на свой футболист
  18. ^ Стойне Манолов призна: Царско село приключва съществуването си!
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio