Apri il menu principale
Giovanni Danzi
arcivescovo della Chiesa cattolica
Archbishop CoA PioM.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato25 gennaio 1940 a Viggiù
Nominato vescovo2 maggio 1996 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo24 maggio 1996 dal cardinale Angelo Sodano
Elevato arcivescovo22 febbraio 2005 da papa Giovanni Paolo II
Deceduto2 ottobre 2007 (67 anni) a Barasso
 

Giovanni Danzi (Viggiù, 25 gennaio 1940Barasso, 2 ottobre 2007) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Dopo aver conseguito il diploma di perito industriale edile nel 1959, praticò per due anni la professione. Nel 1961 entrò in seminario. Il 17 dicembre 1966 venne ordinato presbitero per la diocesi di Lugano, in Svizzera e lì iniziò il suo ministero. Fu segretario particolare dell'allora vescovo Angelo Giuseppe Jelmini; successivamente fu parroco a Leontica e infine a Bellinzona fino al settembre 1982, quando si trasferì a Roma, dove fu responsabile della Segreteria Internazionale di Comunione e Liberazione fino al 1985.

Nel 1983 coordinò, nell'ambito del Pontificio consiglio per i laici, il raduno internazionale dei giovani in occasione dell'anno giubilare, da cui hanno avuto origine le Giornate mondiali della gioventù.

Nel dicembre del 1985 diventò officiale presso l'Amministrazione del patrimonio della Sede Apostolica. Nello stesso anno conseguì il diploma di dottore in scienze industriali presso la Libera Università di Herisau (Svizzera).

Il 18 giugno 1994, papa Giovanni Paolo II lo nominò segretario generale del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano ed il 1º febbraio 1995 segretario della Pontificia commissione per lo Stato della Città del Vaticano. Il 2 maggio 1996 venne elevato all'episcopato, e gli venne assegnata la sede titolare di Castello e ricevette l'ordinazione episcopale il 24 maggio successivo dal cardinale Angelo Sodano, coconsacranti il cardinale Rosalio José Castillo Lara ed il vescovo Giuseppe Torti.

Mantenne gli incarichi sino al 21 febbraio 2001 e dal 1º luglio 2004 fu nominato direttore ad interim dei servizi economici del Governatorato.

Il 22 febbraio 2005, venne nominato arcivescovo (a titolo personale) della prelatura territoriale di Loreto.

Morì il 2 ottobre 2007 all'età di 67 anni, in casa di parenti, a Barasso.

Genealogia episcopaleModifica

OnorificenzeModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN35984496 · ISNI (EN0000 0001 1470 6504 · LCCN (ENn87898182 · GND (DE137942966 · BNF (FRcb14596413b (data) · WorldCat Identities (ENn87-898182