Apri il menu principale

BiografiaModifica

Fu il primo Bentivoglio a comandare su Bologna, dal 1401 al 1402[1], l'unico membro della famiglia a portare il titolo di signore della città.

Dopo il dominio dei Visconti, Bologna risultava un comune governato da una oligarchia senatoria formata dalle famiglie più importanti della città.

In una serie di lotte intestine tra loro, Giovanni, appartenente alla famiglia dei Bentivoglio, occupò con l'appoggio dei Visconti[2] il 14 marzo 1401 il Palazzo Comunale riuscendo ad avere la meglio sulle altre[3]. Eletto gonfaloniere perpetuo, diede così inizio alla supremazia dei Bentivoglio su Bologna, la quale formalmente rimaneva comunque un comune compreso nel territorio dello Stato Pontificio.

Tuttavia i Visconti erano interessati a riprendere il loro dominio sulla città e, sostenuti dalle famiglie rivali dei Bentivoglio (Gozzadini, Galluzzi, Isolani), assalirono la città e riportando la vittoria nella battaglia di Casalecchio[4].

Giovanni, sconfitto, morì linciato dalla folla[4]. Altre fonti invece riportano che morì in battaglia[senza fonte].

Fu sepolto nella chiesa di San Giacomo Maggiore.

DiscendenzaModifica

Si sposò due volte, prima con Elisabetta di Cino da Castel San Pietro ed in seguito con Margherita Guidotti, ed ebbe tre figli dalla prima:

NoteModifica

  1. ^ numismatica.it
  2. ^ Bologna Archiviato il 7 maggio 2008 in Internet Archive.
  3. ^ Il primo embrione di quella che sarebbe divenuta la città di Bologna venne fondato nel 189 a, su it.geocities.com (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2006).
  4. ^ a b ESCI

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN75009696 · ISNI (EN0000 0000 7821 7876 · GND (DE132327740 · CERL cnp00867310 · WorldCat Identities (EN75009696