Apri il menu principale
Giovanni Torlonia

Senatore del Regno d'Italia
Durata mandato 3 ottobre 1920 –
8 aprile 1938
Legislature dalla XXV
Circoscrizione Roma
Sito istituzionale

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XXII, XXIII, XXIV

Dati generali
Professione Industriale, agricoltore

Giovanni Torlonia (Roma, 10 ottobre 1873Roma, 8 aprile 1938) è stato un politico imprenditore italiano, fu nominato senatore del Regno d'Italia il 3 ottobre 1920.

Indice

BiografiaModifica

 
Iscrizione del palazzo Torlonia di Avezzano fatto ricostruire nel 1925

Giovanni Torlonia era figlio di Giulio Borghese[1] dei principi Borghese e di Anna Maria Torlonia (1855-1901) erede universale del colossale patrimonio del principe del Fucino Alessandro Raffaele Torlonia (1800-1886) che impose allo squattrinato futuro genero, come clausola del contratto matrimoniale con la figlia Anna Maria nel 1872, di assumere il cognome Torlonia a fini dinastici, dando così avvio al ramo Torlonia-Borghese.

Aveva un fratello, Carlo (1874-1947) e due sorelle: Teresa, che sposò il marchese Gerino Gerini (1871-1927) nominato senatore il 3 ottobre 1920 e Maria coniugata con Lorenzo Sforza Cesarini junior, duca di Segni, figlio del senatore Francesco Sforza Cesarini (1840-1899) e della Principessa Vittoria Colonna di Paliano.

Egli fece eseguire alcune trasformazioni all'avita villa Torlonia di Roma convertendo la Capanna Svizzera nell'attuale Casina delle Civette dove si ritirò a vivere negli anni venti avendo concesso il Casino Nobile come residenza ufficiale a Benito Mussolini che gli pagava un affitto annuale simbolico di una lira. Inoltre fa edificare un nuovo muro di cinta, il Villino Medievale e il Villino Rosso. In questi anni fu costruito un rifugio contro i bombardamenti nelle catacombe ebraiche del terzo e del quarto secolo che si trovavano sotto villa Torlonia.

Il 3 ottobre 1920 fu nominato Senatore del Regno d'Italia.

Nel 1923 fondò la Banca del Fucino per finanziare le attività economiche nei territori interessati dalla bonifica del Fucino. Suo fratello Carlo ne diventerà il presidente. La banca è tuttora di proprietà della famiglia Torlonia. Nel 1920 completò la bonifica del Porto di Traiano da cui emersero numerose statue oggi facenti la parte principale della collezione Torlonia. La proprietà passò poi ai discendenti Sforza Cesarini.

Nel 1937 fu nominato Ministro di Stato.

Giovanni Torlonia morì celibe a Roma l'8 aprile 1938 senza eredi diretti. Il suo funerale fu celebrato il 13 aprile successivo a Roma in forma solenne[2].

Titoli nobiliariModifica

  • Principe, titolo concesso con regio decreto del 12 dicembre 1929
  • 3º Principe del Fucino, titolo concesso nel 1875
  • Duca di Ceri
  • Marchese di Romavecchia, titolo concesso nel 1873
  • Nobile Romano Coscritto
  • Dignità di Don

CaricheModifica

Giovanni Torlonia ricoprì le seguenti cariche politico-amministrative:

OnorificenzeModifica

AntenatiModifica

Giovanni Torlonia Padre:
Giulio Borghese Torlonia
Nonno paterno:
Marcantonio Borghese
Bisnonno paterno:
Francesco Paolo Borghese
Trisnonno paterno:
Marcantonio Borghese
Trisnonna paterna:
Anna Maria Salviati
Bisnonna paterna:
Adele de La Rochefoucauld
Trisnonno paterno:
Alessandro Francesco de La Rochefoucauld
Trisnonna paterna:
Adelaide de Pyvart de Chastullé
Nonna paterna:
Maria Teresa de La Rochefoucauld
Bisnonno paterno:
Alessandro Giulio de La Rochefoucauld
Trisnonno paterno:
Alessandro Francesco de La Rochefoucauld
Trisnonna paterna:
Adelaide de Pyvart de Chastullé
Bisnonna paterna:
Elena Carlotta Desolle
Trisnonno paterno:
Gianni Giuseppe Paolo Agostino Desolles
Trisnonna paterna:
Anna Emilia de Picot de Dampierre
Madre:
Anna Maria Torlonia
Nonno materno:
Alessandro Raffaele Torlonia
Bisnonno materno:
Giovanni Raimondo Torlonia
Trisnonno materno:
Marin Tourlonias
Trisnonna materna:
Mariangela Lanci
Bisnonna materna:
Anna Maria Schultheiss
Trisnonno materno:
Johannes Schultheiss
Trisnonna materna:
Frida Bernstein
Nonna materna:
Teresa Colonna
Bisnonno materno:
Aspreno Colonna Doria
Trisnonno materno:
Fabrizio Colonna
Trisnonna materna:
Bianca Doria del Carretto
Bisnonna materna:
Maria Giovanna Cattaneo della Volta
Trisnonno materno:
Augusto Cattaneo della Volta
Trisnonna materna:
Teresa Colonna

NoteModifica

  1. ^ Giulio Borghese (Roma, 19 dicembre 1847- Branca Umbra, 15 luglio 1914) era figlio del principe Marcantonio Borghese e di Marie Therèse de La Rochefoucauld cugini di primo grado.
  2. ^ Al funerale di Giovanni Torlonia intervennero, oltre ai parenti Torlonia, Benito Mussolini, Achille Starace, Costanzo Ciano, Dino Alfieri, autorità fasciste e civili e una gran folla.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN549149844937602960002 · LCCN (ENno2017077503 · GND (DE113836259X · WorldCat Identities (ENno2017-077503
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie