Apri il menu principale

Hôtel Terminus (film)

film documentario del 1988 diretto da Marcel Ophüls
Hôtel Terminus
Lingua originaleinglese, spagnolo, francese, tedesco
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Francia, Germania Ovest
Anno1988
Durata267 min
Rapporto1,33 : 1
Generedocumentario, storico
RegiaMarcel Ophüls
SceneggiaturaMarcel Ophüls
Casa di produzioneSamuel Goldwyn Co.
Memory Pictures Co.
Interpreti e personaggi

Hôtel Terminus (titolo originale in lingua inglese: Hôtel Terminus: The Life and Times of Klaus Barbie) è un film documentario di coproduzione fra Francia, USA e Germania Ovest del 1988 scritto e diretto dal cineasta tedesco Marcel Ophüls.[1]

La voce narrante è quella di Jeanne Moreau.

SoggettoModifica

Centrato sulla storia dell'Hôtel Terminus, ovvero la sede della Gestapo di Klaus Barbie nella città francese di Lione durante l'occupazione nazista del territorio della Repubblica di Vichy, costituisce una sorta di biografia per immagini di quello che venne chiamato il Boia di Lione.

In 267' di filmato ricchi di testimonianze inedite, la vita di Barbie viene presa in esame fin dall'infanzia relativamente tranquilla, passando poi per l'adesione al nazismo che lo portò a divenire capo della potente Gestapo a Lione fino alla fuga in Bolivia attraverso la ratline e la sua attività di spionaggio per il Counter Intelligence Corps alla fine della seconda guerra mondiale. Il documentario si sofferma sul lungo periodo di quarantennale latitanza dell'alto comandante e sulle vicende processuali che portarono alla sua condanna per crimini contro l'umanità.

In Germania il film - che nel solo mercato statunitense ha incassato al box office oltre 340.000 dollari[2] - è stato vietato ai minori dei 12 anni.

PersonalitàModifica

Fra le personalità che appaiono nel documentario figurano:

  • Klaus Barbie
  • Marcel Ophüls
  • Claude Lanzmann
  • Bertrand Tavernier
  • Régis Debray
  • Guido Vildoso Calderón
  • Jacques Vergès
  • Johannes Schneider-Merck: importatore tedesco, vicino di Barbie a Lima
  • Raymond Lévy: giocatore di biliardo a Lione
  • Marcel Cruat: giocatore di biliardo a Lione
  • Henri Varlot: giocatore di biliardo a Lione
  • Pierre Mérindol: giornalista di Lione
  • Johann Otten: contadino, compagno di scuola di Barbie
  • Peter Minn: maggiore della Wehrmacht, compagno di liceo di Barbie
  • Eugene Kolb: ufficiale in pensione del C.I.C. Control Officer, già superiore di Barbie
  • Lise Lesèvre: esponente della Resistenza
  • Claude Bourdet: capo della Resistenza
  • Lucie Aubrac: capo della Resistenza
  • Raymond Aubrac: capo della Resistenza
  • Simone Lagrange: sopravvissuto ad Auschwitz

Date di distribuzioneModifica

Titoli alternativiModifica

  • Hôtel Terminus: Klaus Barbie, sa vie et son temps (titolo in lingua francese)
  • Hotel Terminus - Leben und Zeit von Klaus Barbie (Germania Ovest)
  • Hotel Terminus: El cas de Klaus Barbie (Spagna, titolo in lingua catalana)
  • Hotel Terminus: The Life and Times of Klaus Barbie (titolo in lingua inglese)
  • Hotelli Terminus (Finlandia)

RiconoscimentiModifica

Presentato fuori concorso al festival di Cannes 1988 nella sezione Un Certain Regard (riconoscimento FIPRESCI)[3]

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica