Hassani Shapi

attore keniota

Hassani Shapi (Mombasa, 15 luglio 1973) è un attore keniano.

Shapi in Il nostro matrimonio è in crisi (2002)

Biografia

modifica

Nato a Mombasa, in Kenya, si divide principalmente tra gli Stati Uniti, il Regno Unito e l'Italia, lavorando per il cinema, il teatro e la televisione.

Sul palco è stato interprete di svariate opere tra le quali Qualcuno volò sul nido del cuculo, La fattoria degli animali, Il vecchio e il mare e Don Chisciotte, lavorando principalmente per il regista Patrick Sandford.

Il debutto sul piccolo schermo avviene nel 1992 in alcuni episodi della serie Runaway Bay di Tim Dowd; riappare in TV sei anni dopo, in un unico episodio della serie The Ambassador[1].

Per la televisione italiana, è noto principalmente per il ruolo di Sassam Hussein (chiaramente un riferimento a Saddam Hussein) nella serie televisiva Intelligence - Servizi & segreti di Mediaset, e anche per il ruolo di Ben Dridì (un personaggio immaginario) nella serie televisiva L'ispettore Coliandro di Rai2.

Nel 2010 è nel cast della serie televisiva Law & Order.

Al cinema è principalmente ricordato per il ruolo del Maestro Jedi Eeth Koth in Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma (girato da George Lucas nel 1999) con Liam Neeson, Ewan McGregor e Natalie Portman.

Ha preso parte a grandi produzioni internazionali (come ad esempio Agente 007 - Il mondo non basta, Irina Palm e Non desiderare la donna d'altri) e ad alcune commedie del cinema italiano (tra le quali figurano Il nostro matrimonio è in crisi, Lezioni di cioccolato, Oggi sposi, Sharm el Sheikh - Un'estate indimenticabile, Nessuno mi può giudicare, Femmine contro maschi, Senza arte né parte, Lezioni di cioccolato 2 e Il giorno in più con Fabio Volo). Da aprile 2024 interpreta il ruolo di Palitha, un meccanico che diventa investigatore privato accanto a Edoardo Leo, nella serie tv Il Clandestino su Rai1.

Filmografia parziale

modifica

Televisione

modifica
  1. ^ (EN) The Ambassador (TV Series 1998– ) - Cast - IMDb, su IMDb.com. URL consultato il 23 luglio 2020.

Collegamenti esterni

modifica