Apri il menu principale

Ignazio Marabitti

scultore italiano
Ignazio Francesco Marabitti

Ignazio Francesco Marabitti (Palermo, 6 gennaio 1719Palermo, 10 gennaio 1797) è stato uno scultore italiano, considerato uno dei maggiori scultori siciliani e l'ultimo importante caposcuola di bottega a Palermo[1].

Vergine del Piliere, Duomo di Siracusa (1757).

BiografiaModifica

 
San Luigi Gonzaga, Chiesa del Gesù di Palermo.

Studiò a Roma presso la bottega di Filippo della Valle, principe dell'Accademia di San Luca. Incominciò a lavorare autonomamente a Siracusa. A Palermo ebbe importanti commesse dal clero e dall'aristocrazia. Aveva molti allievi e la sua bottega era in piazza Sant'Onofrio.[1] Nel 1778 realizzò la Fontana di Villa Giulia, una delle otto rappresentazioni monumentali del Genio di Palermo.

OpereModifica

 
Statua Ecce Homo

.

Provincia di CaltanissettaModifica

Chiesa di Sant'Agata al Collegio di Caltanissetta:

  • XVIII secolo, Estasi di Sant'Ignazio, pala d'altare marmorea in altorilievo, opera presente nel cappellone eponimo.
  • XVIII secolo, Portale, manufatto marmoreo posto a decorazione del varco d'accesso della facciata.
  • XVIII secolo, Decorazioni, manufatti marmorei posti ad ornamento delle cappelle maggiori.

Provincia di CataniaModifica

Provincia di EnnaModifica

Provincia di MessinaModifica

Provincia di PalermoModifica

 
Immacolata Concezione, altorilievo, altare maggiore della chiesa del Collegio dei Gesuiti sotto il titolo dell'«Immacolata Concezione».
 
Cappella di Santa Lucia, Duomo di Siracusa.
 
San Paolo Apostolo, Duomo di Siracusa.
 
San Marziano, Duomo di Siracusa.

BagheriaModifica

Chiusa SclafaniModifica

  • XVIII secolo, Altari, manufatti in alabastro, opere realizzate nella chiesa di Santa Caterina.
  • XVIII secolo, Santissimo Crocifisso, statua lignea, opera custodita nella chiesa di Santa Caterina.

MonrealeModifica

PalermoModifica

San Martino delle ScaleModifica

Provincia di RagusaModifica

Provincia di SiracusaModifica

 
Cappella del Santissimo Crocifisso, chiesa di Santa Teresa alla Kalsa.

Provincia di TrapaniModifica

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Ignazio Francesco Marabitti, Archivio biografico del Comune di Palermo. URL consultato il 12 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2012).
  2. ^ Pagina 39, Giuseppe Fiumara, "Guida per la città di Messina" [1], Messina, 1841.
  3. ^ a b c Pagina 490, Diego Ciccarelli, Marisa Dora Valenza, "La Sicilia e l'Immacolata: non solo 150 anni: atti del convegno di studio - Palermo 1 - 4 dicembre 2004" [2], Volume unico, Palermo, Biblioteca Francescana, Officina di Studi Medievali, 2006.
  4. ^ Gaspare Palermo Volume terzo, pp. 151.
  5. ^ Gaspare Palermo Volume quarto, pp. 189.
  6. ^ Gaspare Palermo Volume quarto, pp. 121 e 122.
  7. ^ Gaspare Palermo Volume primo, pp. 209.
  8. ^ Gaspare Palermo Volume terzo, pp. 204.
  9. ^ Gaspare Palermo Volume secondo, pp. 180.
  10. ^ Gaspare Palermo Volume quinto, pp. 28.
  11. ^ Gaspare Palermo Volume quinto, pp. 174.
  12. ^ Gaspare Palermo Volume quinto, pp. 12 - 13.
  13. ^ Gaspare Palermo Volume quarto, pp. 169.
  14. ^ Gaspare Palermo Volume secondo, pp. 68.
  15. ^ Gaspare Palermo Volume quarto, pp. 192.
  16. ^ Gaspare Palermo Volume quinto, pp. 96.
  17. ^ a b Gaspare Palermo Volume quinto, pp. 255.
  18. ^ Chiesa del Collegio dei Gesuiti, pagina del Comune di Trapani. URL consultato il 2 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 14 aprile 2012).
  19. ^ Pagina 240. Giuseppe Maria di Ferro, "Guida per gli stranieri in Trapani: con un saggio storico di Giuseppe Maria di Ferro". [3] Archiviato il 28 settembre 2015 in Internet Archive.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN95851180 · ISNI (EN0000 0000 6873 0529 · GND (DE1032577134 · ULAN (EN500027489 · CERL cnp02070899 · WorldCat Identities (EN95851180