Incontri internazionali di rugby a 15 di metà anno 1997

risultati del 1997

A metà anno è tradizione che le selezioni di "rugby a 15", europee in particolare, ma non solo, si rechino fuori dall'Europa o nell'emisfero sud per alcuni test. Si disputano però anche molti incontri tra nazionali dello stesso emisfero Sud, che precedono dal 1996, la disputa del Tri Nations.

Nel 1997, la tradizione non viene meno con una serie di tour.

Nel periodo tra maggio e giugno si disputano anche il torneo per il Pacific Rim, alla sua seconda edizione, (tra Hong Kong, Giappone, Stati Uniti e Canada) e il triangolare del sud Pacifico tra Figi, Samoa e Tonga.

Successivamente si disputa anche il secondo "Tri Mations".

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Torneo Pacific Rim di rugby a 15 1997, Triangolare del Sud Pacifico di rugby a 15 1997 e Tri Nations 1997.

12-18 maggioModifica

Harare
17 maggio 1997
Zimbabwe  13 – 42  TongaPolice Ground
Arbitro:   C. Spannenberg

Timişoara
17 maggio 1997
Romania U21  59 – 20  Jugoslavia

19-25 maggioModifica

Iniziano anche il tour dell'Inghilterra (in formazione senza i titolari nei "Lions"), Irlanda e British Lions

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tour della Nazionale di rugby a 15 dell'Inghilterra 1997, Tour della Nazionale di rugby a 15 dell'Irlanda 1997 e Tour dei British and Irish Lions 1997.
21 maggio 1997Namibia B  38 – 31  Tonga XV

--
Il primo match degli inglesi contro la selezione di Cordoba, campione dell'Argentina, vede i "bianchi" vincere ma senza brillare

Cordoba
21 maggio 1997
Cordoba  21 – 38  Inghilterra XVEstadio Oliimpico
Arbitro:   Eduardo Blengio

--

Whangarei
22 maggio 1997
Northland  69 – 16  Irlanda A

--

Windhoek
24 maggio 1997
Namibia  14 – 20  TongaSouth West Stadium
Arbitro:   A Schoonwinkel

--
Nel secondo match contro la selezione di Buenos Aires, gli inglesi andarono incontro ad una brutta sconfitta, causata da ben 8 errori consecutivi sui calci piazzati ad opera di Alex King and Mark Mapletoft, che provocarono l'irritazione del coach[1]

Buenos Aires
24 maggio 1997
Buenos Aires  23 – 21  Inghilterra XVCricket & Rugby Club
Arbitro:   I. Rogers

--

L'esordio dei "Lions" avviene contro Eastern Province: il successo arride ai britannici solo nel finale. Resta l'impressione di un gioco deludente[2][3]

Port Elizabeth
24 maggio 1997
Eastern Province XV11 – 39  Isole Britanniche XV

--

26 maggio - 1º giugnoModifica

Anche Figi inizia la serie di match in terra neozelandese

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tour della Nazionale di rugby a 15 di Figi 1997.
Westport
26 maggio 1997
South Island Inv. XV31 – 24  Figi XVVictoria Square
Arbitro:   Colin J Hawke

--

Auckland
26 maggio 1997
NZ Academy  74 – 15  Irlanda A

-- Più facile del previsto, il successo da parte inglese contro la seconda nazionale argentina

Buenos Aires
27 maggio 1997
Argentina A  17 – 58  Inghilterra XVCricket & Rugby Club
Arbitro:  Jonathan Kaplan

--

Pretoria
28 maggio 1997
Northern Transvaal XV46 – 6  Tonga XV

--

Non va meglio il secondo match per i Lions, "salvati" nel finale da una meta di Wainwright[4]

East London
28 maggio 1997
Border14 – 18  Isole Britanniche XV
Arbitro:   A Burger

--

Timaru
29 maggio 1997
Mid-.South Canterbury24 – 55  Figi XVAlpine Energy Stadium
Arbitro:   Paul Macfie

--

Rotorua
29 maggio 1997
Bay of Plenty52 – 39  Irlanda A

--
Successo inglese, meno agevole di quanto dica il punteggio nel primo test ufficiale contro i Pumas

Buenos Aires
31 maggio 1997
Argentina  20 – 46  InghilterraStadio R. Etcheverri
Arbitro:  Ian Rogers

-- Nel terzo match dei Lions si assiste a qualche sensibile miglioramento, soprattutto nella velocità di gioco, con Tim Stimpson preciso ai calci (7 su 8 e 18 punti), con Ieuan Evans e John Bentley autori delle 3 mete che chiudono la partita[5][6]

Intanto i problemi muscolari dei Paul Gravson, obbligo ad una frettolosa chiamata di Mike Catt impegnato con il tour in Argentina della nazionale inglese[7][8]

Città del Capo
31 maggio 1997
Western Province21 – 38  Isole Britanniche XVNewlands Stadium
Arbitro:   A Schoonwinkel

--

Port Elizabeth
1º giugno 1997
Eastern Province19 – 34  Tonga XVAdcock Stadium

--

Palmerston North
1º giugno 1997
Central Vikings10 – 19  Figi XVShowgrounds
Arbitro:   Glen Wahlstrom

--

Paeroa
1º giugno 1997
Thames Valley12 – 38  Irlanda A

--

La Francia, prima di partire verso l'Australia, si reca in Romania per il tradizionale match, che in sino a poco tempo prima assegnava il predominio dell'Europa continentale.

Bucarest
1º giugno 1997
Romania  20 – 51  FranciaDinamo Stadion
Arbitro:  Claudio Giacomel

--

2-8 giugnoModifica

Privi di Mike Catt, richiamato dai Lions, per sostituire Paul Grayson, i "bianchi" di Inghilterra si sbarazzano anche della selezione di Mendoza

Mendoza
3 giugno 1997
Cuyo  8 – 37  Inghilterra XVIndependiente Rivadavia
Arbitro:  Johan Meuwesen

--

East London
4 giugno 1997
Border10 – 27  Tonga XVWaverley Park

-- Molto agevole il successo contro Mpumalanga da parte dei Lions[9]

Witbank
4 giugno 1997
Mpumalanga  14 – 64  Isole Britanniche XV
Arbitro:   C. Spannemberg

--

Wanganui
5 giugno 1997
Wanganui19 – 28  Figi XVWestpactrust Stadium
Arbitro:   Colin J Hawke

--

Tampo
6 giugno 1997
King Country  32 – 26  Irlanda A

-- Gli Inglesi si sentono pronti per il secondo successo nel test, dopo aver dominato il primo,[10], ma la netta sconfitta, rovina i piani dei britannici e porterà di fatto al successivo cambio di guida tecnica

Buenos Aires
7 giugno 1997
Argentina  33 – 13  InghilterraStadio R. Etcheverri
Arbitro:  Jonathan Kaplan

--

Whangarei
7 giugno 1997
Northland  13 – 40  Samoa XV

-- Contro i Blue Bulls arriva la prima sconfitta per i Lions[11] ed una pesante sconfitta per Scott Gibbs, autore di un pericoloso placcaggio[12]

Pretoria
7 giugno 1997
Northern Transvaal35 – 30  Isole Britanniche XVLoftus Versfeld
Arbitro:   A.Watson

--

9-15 giugnoModifica

10 giugno 1997Sudafrica  74 – 10  TongaNewlands Stadium
Arbitro:   Marty Wiles

--

Palmerston North
10 giugno 1997
NZ Maori XV  41 – 10  Irlanda A

--

Pukekohe
11 giugno 1997
Counties Manukau23 – 20  Figi XVPukekohe Stadium
Arbitro:   Alan G Riley

--

Roma
11 giugno 1997
Lupi37 – 5  BarbariansFlaminio

-- Nel primo match contro una provincia sudafricana di primo livello (ossia una delle quattro che disputano il "Super12, è ancora John Bentley con una meta a dare ai Lions una sofferta ma meritata vittoria[13].

Johannesburg
11 giugno 1997
Golden Lions14 – 30British Lions XVEllis Park
Arbitro:   T. Henning

--

13 giugno 1997ACT XV22 – 31  Francia XV

--

North Shore City
14 giugno 1997
Nuova Zelanda  71 – 5  FigiNorth Harbour Stadium (25.000 spett.)
Arbitro:   Wayne Erickson

--

Apia
14 giugno 1997
Samoa XV  57 – 25  Irlanda A

--

Brescia
14 giugno 1997
Zebre48 – 38  Barbarians

--

Napier
14 giugno 1997
New Zealand Māori  39 – 17  Argentina XVMcLean Park
Arbitro:   Steve Walsh

-- Contro Natal, il "man of the match" sono due gallesi: Neil Jenkins, autore di 24 punti al piede con 9 centri su 11[14] e Rob Howley, il mediano di mischia[15]

Durban
14 giugno 1997
Natal12 – 42  Isole Britanniche XVKing's Park
Arbitro:   J Meuwesen

Bulawayo
15 giugno 1997
Zimbabwe  32 – 26  Namibia

16-22 giugnoModifica

Nelson
17 giugno 1997
Nelson/Marlborough10 – 42  Argentina XVTrafalgar Park
Arbitro:  Paddy O'Brien

-- Il primo test per la Scozia "A", è contro lo Zimbabwe e vede la Scozia imporsi agevolmente. Sugli scudi Craig Joiner che torna in nazionale dopo un anno e che realizza tre mete[16].

Harare
17 giugno 1997
Zimbabwe  10 – 55  Scozia A
Arbitro:   M Wyles

--
Contro gli Emerging Springboks (seconda squadra nazionale), arriva un brillante successo con 3 mete di beal e Bateman e Bentley sugli scudi[17].

Wellington
17 giugno 1997
Emerging Springboks  21 – 51  Isole Britanniche XV
Arbitro:   I Rogers

--

Brisbane
17 giugno 1997
Queensland  24 – 34  Francia XVBallimore Oval

--

Apia
18 giugno 1997
Samoa A8 – 40  New Zealand Māori

--

Banket
18 giugno 1997
Goshawks36 – 48Italy A XV

--
Il secondo match avviene contro i Lions del Transvaal (ora Gauteng). Una sconfitta pesante ed un match devastante, visto Craig Chalmers e Rowen Shepherd sono quindi costretti a tornare a casa per seri infortuni, il primo in allenamento, il secondo durante il match.[18]

Johannesburg
20 giugno 1997
Gauteng Lions42 – 20  Scozia AEllis Park

--
I "Pumas" vengono letteralmente sommersi dagli All Blacks con 14 mete e 93 punti al passivo, un record negativo.[19]

Wellington
21 giugno 1997
Nuova Zelanda  93 – 8  ArgentinaAthletic Park (35.000 spett.)
Arbitro:   Brian Campsall

--

Apia
21 giugno 1997
  Samoa20 – 34  New Zealand Māori

-- Arriva quindi il primo test-match, che non delude le attese, con i Lions che colgono un'importante vittoria maturata nel secondo tempo[20][21]

Città del Capo
21 giugno 1997
Sudafrica  16 – 25  Isole BritannicheNewlands Stadium (50.000 spett.)
Arbitro:   Colin Hawke

-- Nel primo test contro l'Australia i Francesi vanno incontro a una sconfitta maturata in dodici minuti del secondo tempo in una maniera inconsueta: Mitch Hardy esordiente tra i Wallabies viene inviato in campo per sostituire temporaneamente Stephen Larkham, che ferito al volto era fuori per medicazioni. Dodici minuti nei quali Hardy segna due mete, sblocca un match al momento in parità (15-15) e nel quale l'Australia, aveva risposto alle due mete francesi con 5 calci di John Eales.[22]

Sydney
21 giugno 1997
Australia  29 – 15  FranciaFootball Stadium (32.000 spett.)
Arbitro:   C. Thomas

--

Harare
21 giugno 1997
Zimbabwe  52 – 39Italy A

--

Suva
21 giugno 1997
Figi  20 – 10  Tonga

--

23-29 giugnoModifica

New Plymouth
24 giugno 1997
Taranaki  26 – 10  Argentina XVRugby Park
Arbitro:   Paul Honiss

--
Il match dei Lions contro i Cheetahs a Bloemfontein regala emozioni e paure: una vittoria netta, meritata contro una squadra molto forte, ma anche un infortunio a Will Greenwood che cadendo a terra malamente subisce una commozione cerebrale e termina il suo tour[23]

Bloemfontein
24 giugno 1997
Free State Cheetahs30 – 52  Isole Britanniche XV
Arbitro:   Jonathan Kaplan

--

Harare
24 giugno 1997
Harare Province6 – 36Italy A XV

-- Anche contro i Falcons dell'Eastern Transvaal arriva la sconfitta per gli scozzesi malgrado un match molto equilibrato[24].

Brakapan
25 giugno 1997
Falcons38 – 35  Scozia A
Arbitro:   M Lawrence

--

25 giugno 1997Waikatao U2118 – 41Scotland >Dev

--
Il match dei Lions contro i Barbarians Australiani (di fatto la seconda squadra nazionale) e vede ancora Mitch Hardy sugli scudi. La rivelazione del match precedente si conferma anche nel ruolo di titolare e realizza la meta decisiva in un match assai equilibrato, deciso da un calcio di punizione nel recupero[25].

Newcastle
25 giugno 1997
Australian Barbarians  26 – 24  Francia XV

--
Altra debacle contro gli All Blacks nel secondo test.

Wellington
28 giugno 1997
Nuova Zelanda  62 – 10  ArgentinaAthletic Park (32.000 spett.)
Arbitro:   Brian Campsall

-- Il match successivo, segna il riscatto per gli Scozzesi, che conquistano un importante successo contro i Blue Bulls del Northern Transvaal, successo che poche settimane prima era stato mancato dai Lions. Eroe della partita è Tony Stanger autore di due mete[26]. Nel frattempo giunge in Sudafrica Scott Hastings: il trentaduenne fuoriclasse viene richiamato per sostituire l'infortunato Scott Nichols[27].

Pretoria
28 giugno 1997
Northern Transvaal22 – 33  Scozia ALoftus Verrsfeld
Arbitro:   Ian Rodgers

--

Giunge anche il tempo del secondo test ufficiale del Tour. E ancora una volta i Lions vincono di misura e conquistano la vittoria anticipata nella serie, portandosi sul 2-0. Determinanti i calci di Neil Jenkins (5 su 5) e soprattutto un drop a pochi minuti dal termine di Jeremy Guscott. Assai meno precisi al piede gli Springboks con tre trasformazioni errate[28]

Durban
28 giugno 1997
Sudafrica  15 – 18  Isole BritannicheKings Park (50.000 spett.)
Arbitro:   Dider Mené

--

Anche il secondo test ufficiale vede gli australiani prevalere sui francesi con tre mete a una[29]

Brisbane
28 giugno 1997
Australia  26 – 19  FranciaBallymore Oval (25.000 spett.)
Arbitro:   Clayton Thomas

--

Bulawayo
28 giugno 1997
Zimbabwe  27 – 41Italy A

--

Apia
28 giugno 1997
Samoa  62 – 13  Tonga

--

30 giugno – 6 luglioModifica

Dopo il match contro i "Bulls", per gli scozzesi, una doccia fredda con la sconfitta contro i più modesti "Pumas"[30]

Nelspruit
2 luglio 1997
Mpumalanga24 – 21  Scozia A
Arbitro:   T. Henning

--

È un successo agevole, quello nell'ultimo "mid-week match"[31]

Welkom
1º luglio 1997
Northern Free State39 – 67  Isole Britanniche XVNorth West Stadium
Arbitro:   D. de Villiers

--

Bulawayo
2 luglio 1997
Matabeleland13 – 40Italy A XV

-- Il Galles arriva in Nord America con una "giovane nazionale", stante l'assenza di molti giocatori, come Neil Jenkins, Iuan Evans, impegnati nel tour dei "Lions" in Sudafrica.

Sarà un tour pieno di successi, ma senza una vittoria netta nei test match.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tour della Nazionale di rugby a 15 del Galles.

Il primo match è di puro allenamento contro una selezione del sud degli Stati Uniti

2 luglio 1997USA South  3 – 94  Galles XV

-- Il Tour si chiude con una bella vittoria contro i Kings di Eastern Province[32].

Porth Elizabeth
4 luglio 1997
Eastern Province10 – 36  Scozia A
Arbitro:   Johnatahn Kaplan

Vinta ormai la serie, i Lions cedono nel terzo match contro gli "Springboks" mancando l'en-plein[33]

Johannesburg
5 luglio 1997
Sudafrica  35 – 16  Isole BritannicheEllis Park (62.00 spett.)
Arbitro:   Wayne Erickson

-- Il primo test ufficiale, vede sugli scudi Arwel Thomas autore di venti punti[34]

Wilmington
5 luglio 1997
Stati Uniti  20 – 30  GallesUniv.North Carolina
Arbitro:   Ken McCartney

--

Il 5 luglio inizia anche la serie per la Bledsloe Cup 1997. Viene vinta dai Neozelandesi che poi affronteranno ancora i Wallabies in due match validi anche per il "Tri nations".

 Lo stesso argomento in dettaglio: Bledisloe Cup 1997.
Christchurch
5 luglio 1997
Nuova Zelanda  30 – 13  AustraliaLancaster Park (40.000 spett.)
Arbitro:   Ed Morrison

--

7-13 luglioModifica

San Francisco
8 luglio 1997
USA Devol. XV  23 – 55  Galles XV

--

Nel quarto incontro, secondo test match contro gli USA, è Wayne Proctor, autore di tre mete, a salvare il Galles dalla figuraccia[35].

San Francisco
12 luglio 1997
Stati Uniti  23 – 28  GallesBoxer Stadium
Arbitro:   Chuck Muir

--

Dopo il tour dei Lions in Sudafrica, rapida puntata in Australia per gli Inglesi (molti giocatori raggiungono l'Australia direttamente da Johannesburg). Un solo match, un azzardo, visto che i migliori giocatori arrivarono stanchi del tour dei "Lions" terminato sette giorni prima. E anche gli altri non stavano meglio, reduci dal tour in Argentina e alle prese con il Jet-lag. Ma anche con un tecnico Jack Rowell ormai a fine del suo rapporto con una federazione spaccata che il giorno prima aveva tenuto il suo meeting annuale dopo 18 mesi di contrasti tra club e federazione (contrasti che continueranno peraltro)[36][37]. Ne esce una sconfitta netta, anche più di quanto non dica il risultato[38]. Seguiranno polemiche sull'inutilità di questo match in un periodo insolito e con i giocatori stanchi e demotivati[39].

Sydney
12 luglio 1997
Australia  25 – 6  InghilterraFootball Stadium
Arbitro:   Paddy O'Brien

--

Vancouver
16 luglio 1997
Ontario  10 – 54  Galles XVThunderbird Stadium

--

Il tour si chiude con il test contro il Canada, anche questo vinto con molta sofferenza, in quanto i canadesi, guidati da Gareth Rees opposero una grande resistenza, e alla fine si dichiararono vincitori morali del match, deciso da una meta finale di Leigh Davies a pochi minuti dalla fine[40]. In ogni caso i gallesi, possono essere soddisfatti di questo tour chiuso con 6 vittorie in sei match

Markham
19 luglio 1997
Canada  25 – 28  GallesFletcher's Field (7.000 spett.)
Arbitro:   S. Borsani

--

Altri testModifica

Paraná (Argentina)
19 luglio 1997
Seleccion de Ascenso  19 – 7  Uruguay XV

Leicester
26 luglio 1997
Isole Britanniche XV  87 – 58Leicester Tigers

26 luglio 1997Francia XV  52 – 43Invitational XV

Montevideo
17 agosto 1997
Uruguay XV  16 – 18  Seleccion de Ascenso

NoteModifica

  1. ^ (EN) Rowell critical as England are out-kicked, in https://www.independent.co.uk/sport/rowell-critical-as-england-are-outkicked-1263569.html, 26 maggio 1997.
  2. ^ (EN) Rugby union: Guscott is the central force, in www.indipendent.co.uk, 25 maggio 1997.
  3. ^ (EN) Mauling for South Africans, in www.indipendent.co.uk, 26 maggio 1997.
  4. ^ (EN) Rugby Union: Lions almost sink without trace, in www.indipendent.co.uk, 29 maggio 1997.
  5. ^ (EN) Bentley the Cape crusader, in www.indipendent.co.uk, 1º giugno 1997.
  6. ^ (EN) Lions crouch and pounce, in www.indipendent.co.uk, 1º giugno 1997.
  7. ^ (EN) Bentley the Cape crusader, in www.indipendent.co.uk, 1997.
  8. ^ (EN) Grayson's injury gives Catt chance to swap Pumas for the Lions, in www.indipendent.co.uk, 02 giugno 1997.
  9. ^ (EN) Rugby Union: Weir cut down as Lions cut loose, in www.indipendent.co.uk, 5 giugno 1997.
  10. ^ (EN) Rugby Union: Rampant England to go for the kill, in https://www.independent.co.uk/sport/rowell-critical-as-england-are-outkicked-1263569.html, 7 giugno 1997.
  11. ^ (EN) Lions trampled underfoot, in www.indipendent.co.uk, 09 giugno 1997.
  12. ^ (EN) Lions accept Gibbs' historic suspension, in www.indipendent.co.uk, 09 giugno 1997.
  13. ^ (EN) Bentley try puts Lions in fast lane, in www.indipendent.co.uk, 12 giugno 1997.
  14. ^ (EN) Jenkins star of shooting gallery, in www.indipendent.co.uk, 15 giugno 1997.
  15. ^ (EN) Rugby Union: Howley effect checks Lions, in www.indipendent.co.uk, 16 giugno 1997.
  16. ^ (EN) Rugby Union: Joiner's happy return, in www.indipendent.co.uk, 18 giugno 1997.
  17. ^ (EN) Bateman and Bentley stake strong claims for Test call, in www.indipendent.co.uk, 18 giugno 1997.
  18. ^ (EN) Shepherd follows Chalmers home, in www.indipendent.co.uk, 21 giugno 1997.
  19. ^ (EN) All Blacks out of this world, in www.indipendent.co.uk, 22 giugno 1997.
  20. ^ (EN) Lions the Springbok tamers, in www.indipendent.co.uk, 22 giugno 1997.
  21. ^ (EN) First blood to roaring Lions, in www.indipendent.co.uk, 22 giugno 1997.
  22. ^ (EN) Rugby Union: Hardy's debut double, in www.indipendent.co.uk, 22- 06- 1997.
  23. ^ (EN) Greenwood out as Lions hit new highs, in www.indipendent.co.uk, 25 giugno 1997.
  24. ^ (EN) Falcons bring down Scotland, in The Independent, 21 giugno 1997.
  25. ^ (EN) France lose out to Hardy again, in www.indipendent.co.uk, 25- 06- 1997.
  26. ^ (EN) Rugby Union: Stanger inspires Scotland to superb success, in www.indipendent.co.uk, 28- giugno 1997.
  27. ^ (EN) Veteran Hastings receives Scottish call-up, in www.indipendent.co.uk, 28- giugno 1997.
  28. ^ (EN) Lions in the land of legends, in www.indipendent.co.uk, 29- 06- 1997.
  29. ^ (EN) Eales' boot foils French, in www.indipendent.co.uk, 22- 06- 1997.
  30. ^ (EN) Scotland have to suffer a humiliating lesson by Mpumalanga, in www.indipendent.co.uk, - 07- 1997.
  31. ^ (EN) `Stamping' sours Lions' stampede, in www.indipendent.co.uk, 2- 07- 1997.
  32. ^ (EN) Scotland sign off tour on high note, in www.indipendent.co.uk, 04- 07- 1997.
  33. ^ (EN) Springboks find sting in the tail, in www.indipendent.co.uk, 06- 07- 1997.
  34. ^ (EN) Rugby: Thomas puts Eagles to flight, in www.indipendent.co.uk, 07- 07- 1997.
  35. ^ (EN) Proctor keeps Wales on top, in www.indipendent.co.uk, 14- 07- 1997.
  36. ^ (EN) Brittle brandishes new broom, in www.indipendent.co.uk, 13- 07- 1997.
  37. ^ (EN) Decline and fall of a regime, in www.indipendent.co.uk, 13- 07- 1997.
  38. ^ (EN) Rugby Union: English Lions on last legs, in www.indipendent.co.uk, 13- 07- 1997.
  39. ^ (EN) Down and out down under, in www.indipendent.co.uk, 13- 07- 1997.
  40. ^ (EN) Rees fumes as Wales celebrate, in www.indipendent.co.uk, 21- 07- 1997.

Voci correlateModifica