Bloemfontein

capitale giudiziaria del Sudafrica
Bloemfontein
città
(AFENTN) Bloemfontein
(ST) Mangaung
(ZU) IBloemfontein
(XH) iBloemfontein
Bloemfontein – Stemma
Bloemfontein – Veduta
Localizzazione
StatoSudafrica Sudafrica
ProvinciaStato libero
DistrettoMotheo
Municipalità localeMangaung
Amministrazione
SindacoOlly Mlamleli (ANC)
Territorio
Coordinate29°06′S 26°13′E / 29.1°S 26.216667°E-29.1; 26.216667 (Bloemfontein)Coordinate: 29°06′S 26°13′E / 29.1°S 26.216667°E-29.1; 26.216667 (Bloemfontein)
Altitudine1 395 m s.l.m.
Superficie236,17 km²
Abitanti556 000 (2018)
Densità2 354,24 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale9301 e 9300
Prefisso051
Fuso orarioUTC+2
SoprannomeRosestad (Città delle Rose)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Sudafrica
Bloemfontein
Bloemfontein
Sito istituzionale

Bloemfontein (afrikaans: [ˈblumfɔntɛin]) è la capitale giudiziaria del Sudafrica (Città del Capo è quella legislativa e Pretoria quella amministrativa) infatti è sede della Corte Suprema d'appello del Sudafrica e la sesta maggior città della nazione, con 556 000 abitanti nel 2018. Agli abitanti della città si possono aggiungere quelli dei sobborghi come Thaba 'Nchu e Botshabelo, per un totale di circa 1 000 000 di abitanti nell'intera municipalità di Mangaung.

Geografia fisicaModifica

La città è situata in una pianura arida alle coordinate geografiche 29°06′S 26°13′E / 29.1°S 26.216667°E-29.1; 26.216667 a un'altitudine di 1395 m s.l.m. Bloemfontein ha un aeroporto, il Bram Fischer International Airport.

ClimaModifica

BLOEMFONTEIN[1] Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic InvPriEst Aut
T. max. mediaC) 30,328,926,923,219,817,017,120,023,826,327,929,629,623,318,026,024,2
T. min. mediaC) 15,214,712,57,93,3−0,2−0,51,85,79,611,913,914,67,90,49,18,0
Precipitazioni (mm) 8386765021910142048656623514733133548

Origini del nomeModifica

Il suo nome in afrikaans significa fontana dei fiori mentre il nome in lingua sesotho della città è Mangaung, che significa il posto dove abitano i leopardi.

StoriaModifica

Anticamente insediamento afrikaner, Bloemfontein fu fondata ufficialmente nel 1846, e dal 1854 al 1902 è stata la capitale dello Stato Libero d'Orange. Nel 1890 venne costruita la prima linea ferroviaria che collegava la città a Città del Capo.

Lo scrittore John Ronald Reuel Tolkien nacque in questa città il 3 gennaio 1892.

Nel 1899 la città ospitò la Bloemfontein Conference, che non riuscì tuttavia a evitare lo scoppio della guerra anglo-boera. Il 13 marzo 1900, durante la seconda guerra anglo-boera, le forze britanniche si impossessarono della città e vi costruirono un campo di concentramento dove furono rinchiusi donne e bambini boeri.

Le 28 000 donne e bambini che morirono in questo campo sono ricordati dal National Women's Memorial, ai bordi della città.

CulturaModifica

IstruzioneModifica

Bloemfontein ospita l'Univesità dello Stato libero (Universiteit van die Vrystaat in afrikaans). Vi sono poi anche alcuni licei nella città, tra i quali la Hoërskool Jim Fouché a Gardenia Park e la Sentraal High School (Hoërskool Sentraal), situata nel sobborgo di Dan Pienaar.

Geografia antropicaModifica

UrbanisticaModifica

I sobborghi di Bloemfontein includono Brandwag, Ehrlichpark, Fauna, Fichardtpark, Fleurdal, Gardeniapark, Generaal De Wet, Hospitaalpark, Kiepersol, Langenhovenpark, Lourierpark, Park Wes], Pellissier, Uitsig, Universitas, Westdene, Wifgehof e Willows a sud della città, mentre al nord si trovano Arboretum, Bayswater, Dan Pienaar, Helicon Hights, Heuwelsig, Hillsboro, Hillside, Hilton, Naval Hill, Navalsig, Noordhoek, Pentagon Park e Waverley.

SportModifica

Bloemfontein è sede della franchigia Cheetahs impegnata fino al 2016 nel Super Rugby e fino al 2020 nel Pro14, mentre la franchigia provinciale dei Free State partecipa al campionato nazionale Currie Cup. Nel calcio è attivo il Bloemfontein Celtic. Tutti club che giocano nel Free State Stadium.

Lo stadio ha ospitato alcune partite del Mondiale di rugby 1995 e del Mondiale di calcio 2010. Inoltre lo stadio è stato sede di alcuni incontri della Coppa delle nazioni africane 1996 e Confederations Cup 2009.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN235661544 · GND (DE4488274-9 · WorldCat Identities (ENviaf-235661544
  Portale Africa del Sud: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa del Sud