Apri il menu principale

La casa che grondava sangue

film del 1970 diretto da Peter Duffell
La casa che grondava sangue
The house that dripped Blood Italian poster.jpg
locandina del film
Titolo originaleThe House That Dripped Blood
Paese di produzioneGran Bretagna
Anno1971
Durata97 min
Genereorrore
RegiaPeter Duffell
SceneggiaturaRobert Bloch e Russ Jones
ProduttoreMax Rosenberg e Milton Subotsky
FotografiaRay Parslow
MontaggioPeter Tanner
MusicheMichael Dress
ScenografiaTony Curtis
Interpreti e personaggi

La casa che grondava sangue (The House That Dripped Blood) è un film del 1971 diretto dal regista Peter Duffell.

TramaModifica

In seguito alla misteriosa scomparsa di un attore, l'ispettore Holloway di Scotland Yard si reca sul posto per indagare. Incontratosi con gli agenti di polizia e con l'agente immobiliare della villa di campagna da dove è sparito l'attore, il detective apprende alcune strane storie occorse ai precedenti occupanti della dimora.

Il primo racconto riguarda uno scrittore di nome Charles vittima di uno dei protagonisti uscito dai suoi racconti, Dominick. Charles abita con la moglie Alice ed in seguito alle visioni di Dominick, negate dalla moglie stessa, inizierà un percorso insieme ad uno psicologo. Dominick non ucciderà solo lo scrittore ma anche lo psicologo. Dominick si scoprirà essere Richard nonché l’amante di Alice con la quale aveva progettato la morte di Charles. Richard arriverà ad uccidere anche Alice. La seconda storia concerne due uomini in visita ad un museo delle cere, Philip e Roger. Verranno attratti dalla bellezza di una donna, moglie del proprietario del museo che per preservare la sua bellezza ha deciso di imbalsamarla. Nonostante sia una statua, il proprietario del museo si ingelosisce dinnanzi allo stupore dei clienti nel vederla. Deciderà di uccidere ed imbalsamare prima Rogers ed in seguito Philip. Il terzo racconto vede protagonista Reid, uomo vedovo, trasferitosi nella grande villa insieme alla sua piccola bambina, Jane. Reid decide di estraniarla dal resto del mondo e di educarla a casa tramite Ann. Quest’ultima scoprirà che la piccola in realtà è una strega capace di recar del male, tramite una bambola di cera, al proprio padre. La bambola finirà nel camino in preda alle fiamme e questo provocherà la morte immediata di Reid. Il quarto racconto tratta dell’attore Paul. Questo decide di affittare per un breve periodo la villa, incoraggiato dalla collega Carla, in quanto si trova vicino al luogo delle riprese. Dovrà interpretare il ruolo di vampiro e per rendere realistica la scena, decide di recarsi in un negozio dove acquista un mantello, appartenente a Von Hartmann, il proprietario della bottega. Questo, vampiro realmente, finalmente riposerà in pace in quanto il mantello è passato nelle mani di Paul. Paul se ne renderà conto molto presto ma verrà trasformato in un reale vampiro tramite un morso datogli da Carla, anch’ella vampiro. L’ispettore Holloway, appresi i racconti, decide di raggiungere la villa verso mezzanotte ed indagare. Qui troverà le bare che ospitano Paul e Carla. Riuscirà ad ammazzare Paul tramite un pugnale di legno ma si farà uccidere da Carla.

Collegamenti esterniModifica