Apri il menu principale

Lucian Mureșan

cardinale e arcivescovo cattolico rumeno
Lucian Mureșan
cardinale di Santa Romana Chiesa
Template-Cardinal (Metropolitan Archbishop).svg
Fiat voluntas Tua
 
TitoloCardinale presbitero di Sant'Atanasio
Incarichi attualiArcivescovo maggiore di Făgăraș e Alba Iulia dei Romeni
Presidente del Sinodo della Chiesa Greco-Cattolica Romena
Presidente della Conferenza Episcopale della Romania
Incarichi ricopertiEparca di Maramureș dei Romeni
Arcieparca metropolita di Făgăraș e Alba Iulia dei Romeni
Presidente della Conferenza Episcopale della Romania
 
Nato23 maggio 1931 (88 anni) a Ferneziu
Ordinato presbitero19 dicembre 1964 dal vescovo Ioan Dragomir
Nominato eparca14 marzo 1990 dal Sinodo della Chiesa Greco-Cattolica Romena
Consacrato eparca27 maggio 1990 dal cardinale Alexandru Todea
Elevato arcivescovo4 luglio 1994 dal Sinodo della Chiesa Greco-Cattolica Romena
Creato cardinale18 febbraio 2012 da papa Benedetto XVI
 

Lucian Mureșan (Ferneziu, 23 maggio 1931) è un cardinale e arcivescovo cattolico rumeno, attuale arcivescovo maggiore della Chiesa greco-cattolica rumena.

Indice

BiografiaModifica

È nato a Ferneziu, villaggio ora inglobato dalla città di Baia Mare, decimo di dodici figli di una famiglia greco-cattolica; dopo aver frequentato le scuole primarie nel suo paese e quattro anni di liceo a Baia Mare, lascia gli studi in seguito alle leggi del 1948 che, vietando l'insegnamento della religione a scuola e sopprimendo la Chiesa greco-cattolica rumena, non gli permettevano più di seguire la sua vocazione al sacerdozio. Tra il 1948 ed il 1951 frequenta una scuola professionale di falegnameria e nel frattempo continua a studiare privatamente per il conseguimento della licenza liceale.[1]

Nel 1951 inizia il servizio militare obbligatorio; segue la scuola per ufficiali di aviazione al termine della quale viene assegnato alla base aerea di Craiova ma nel 1953 viene allontanato in quanto greco-cattolico e destinato alla costruzione della centrale idroelettrica di Bicaz.

Negli anni successivi cambia vari lavori in attesa di poter tornare segretamente allo studio della teologia; nel 1955 il futuro cardinale Iuliu Hossu autorizza l'ingresso di cinque studenti greco-cattolici nell'istituto teologico della Chiesa cattolica di rito latino ad Alba Iulia e Mureşan viene scelto per rappresentare la sua diocesi. Nell'anno accademico 1958/1959, raggiunto il quarto anno del corso di teologia, è costretto a lasciare la facoltà e la città insieme agli altri studenti di rito bizantino per evitare ritorsioni delle autorità governative che erano venute a conoscenza della loro presenza.

Nel periodo successivo continua a studiare segretamente teologia, ma incontra notevoli difficoltà a trovare un lavoro; solo dopo un anno riesce a trovare un impiego come operaio in una cava di pietra. Successivamente trova lavoro nella direzione della manutenzione di strade e ponti del distretto di Maramureș che lascerà solo nel 1990 avendo raggiunto l'età per il pensionamento.

Nonostante le persecuzioni riesce ad ottenere la licenza in teologia ed il 19 dicembre 1964 viene ordinato sacerdote dal vescovo ausiliare di Maramureș, monsignor Dragomir, da poco graziato con altri vescovi e scarcerato. Negli anni successivi ha esercitato il suo ministero in clandestinità.

Dopo la rivoluzione rumena del 1989 e l'uscita dalla clandestinità della chiesa greco-cattolica, è stato nominato vescovo di Maramureș da papa Giovanni Paolo II il 14 marzo 1990 e consacrato il successivo 27 maggio dal futuro cardinale Alexandru Todea al quale succederà come arcivescovo di Făgăraș e Alba Iulia e come presidente del Sinodo della Chiesa greco-cattolica rumena il 4 luglio 1994.

Ricopre per ben due mandati il ruolo di presidente della Conferenza episcopale romena, dal 1998 al 2001 e dal 2004 al 2007. Nel 2010 viene rieletto per un terzo mandato.

Il 16 dicembre 2005 è divenuto il primo arcivescovo maggiore della Chiesa greco-cattolica rumena per volontà di papa Benedetto XVI.

Nel concistoro del 18 febbraio 2012 papa Benedetto XVI lo ha nominato cardinale del titolo di Sant'Atanasio.

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) David Cheney, Lucian Mureșan, su Catholic-Hierarchy.org.  

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN89622250 · ISNI (EN0000 0000 6227 8703