Apri il menu principale

Luigi Ernesto Palletti

vescovo cattolico italiano
Luigi Ernesto Palletti
vescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Luigi Ernesto Palletti.svg
In verbo tuo
 
TitoloLa Spezia-Sarzana-Brugnato
Incarichi attualiVescovo di La Spezia-Sarzana-Brugnato (dal 2012)
Incarichi ricoperti
 
Nato29 ottobre 1956 (62 anni) a Genova
Ordinato presbitero29 giugno 1983 dal cardinale Giuseppe Siri
Nominato vescovo18 dicembre 2004 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo16 gennaio 2005 dal cardinale Tarcisio Bertone, S.D.B.
 

Luigi Ernesto Palletti (Genova, 29 ottobre 1956) è un vescovo cattolico italiano, dal 2 dicembre 2012 vescovo della Spezia-Sarzana-Brugnato.

Indice

BiografiaModifica

Nasce a Genova, città capoluogo di provincia e sede arcivescovile, il 29 ottobre 1956.

Formazione e ministero sacerdotaleModifica

Dopo essersi diplomato in pianoforte presso il conservatorio Niccolò Paganini di Genova, intraprende gli studi teologici.

Il 29 giugno 1983 è ordinato presbitero dal cardinale Giuseppe Siri per l'arcidiocesi di Genova[1].

Dopo l'ordinazione e fino al 1996 è vicario parrocchiale nelle delegazioni genovesi di Pontedecimo e Sestri Ponente; durante questo periodo ricopre per qualche tempo anche gli incarichi di insegnante di religione e cappellano presso l'ospedale. Ricopre anche gli incarichi di confessore presso il seminario minore, dal 1995, e cancelliere arcivescovile, dal 1996 fino all'ordinazione episcopale. Nel 1998 è nominato canonico della cattedrale di San Lorenzo e nel 2001 è direttore spirituale del seminario maggiore.

Ministero episcopaleModifica

Il 18 dicembre 2004 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo ausiliare di Genova e vescovo titolare di Fondi[2]; riceve l'ordinazione episcopale il 16 gennaio 2005, nella cattedrale di San Lorenzo, dal cardinale Tarcisio Bertone, coconsacranti l'arcivescovo Paolo Romeo (poi cardinale) ed il vescovo Alberto Tanasini.

Il 20 ottobre 2012 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo della Spezia-Sarzana-Brugnato[3], contestualmente alla nomine di Domenico Caliandro a Brindisi, mons. Guido Gallese ad Alessandria[4].
Mons. Palletti succede a Francesco Moraglia, precedentemente nominato patriarca di Venezia.

Il 2 dicembre successivo prende possesso della diocesi[5], entro i due mesi previsti dalla pronuncia della nomina, avvenuta nella Curia locale[6].

Attualmente ricopre anche l'incarico di vicepresidente della Conferenza episcopale della Liguria.

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ Biografia di mons. Mons. Luigi Ernesto Palletti, su Arcidiocesi di Genova. URL consultato il 15 febbraio 2019 (archiviato il 15 febbraio 2019). Ospitato su cardinalesiri.blogspot.com.
  2. ^ Nomina del vescovo ausiliare di Genova (Italia)
  3. ^ Nomina del vescovo della Spezia-Sarzana-Brugnato (Italia)
  4. ^ Tre nuovi vescovi in Italia, su famigliacristiana.it, 20 ottobre 2012. URL consultato l'8 marzo 2019 (archiviato l'8 marzo 2019).
  5. ^ Laura Provitina, In dialogo con la città per il bene comune, in lanazione.it, 3 dicembre 2012. URL consultato il 15 gennaio 2015.
  6. ^ Le congratulazioni arrivano anche da Venezia. Moraglia: "Mi rallegro per questa nomina"., su cittadellaspezia.com, 20 ottobre 2012. URL consultato l'8 marzo 2019 (archiviato il 21 ottobre 2012).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica