Apri il menu principale
Luisa Elisabetta di Curlandia
Langravia Consorte d'Assia-Homburg
Nascita Jelgava, 12 agosto 1646
Morte Weferlingen, 16 dicembre 1690
Casa reale Kettler
Padre Giacomo Kettler, duca di Curlandia e Semigallia
Madre Luisa Carlotta di Brandeburgo
Consorte di Federico II, langravio d'Assia-Homburg

Luisa Elisabetta di Curlandia (Mitau, 12 agosto 1646Weferlingen, 16 dicembre 1690) è stata una principessa di Curlandia, appartenente alla famiglia Kettler ed una langravia consorte d'Assia-Homburg.

BiografiaModifica

Luisa Elisabetta era una figlia del Duca di Curlandia Giacomo Kettler e di sua moglie, la Principessa Luisa Carlotta, primogenita del Principe Elettore Giorgio Guglielmo di Brandeburgo. Il 23 ottobre 1670 sposò a Cölln il futuro Langravio Federico II d'Assia-Homburg, il famoso Principe di Homburg. Per poter contrarre questo matrimonio Federico si convertì al movimento delle chiese riformate. Questo cambio di fede incrementò le relazioni con le casate, anch'esse riformate, di Brandeburgo e di Assia-Kassel, di cui Amalia di Curlandia, sorella di Luisa Elisabetta, fu Langravia dal 1673. Luisa Elisabetta era una nipote del Principe Elettore Federico Guglielmo I di Brandeburgo, per cui Federico entrò al servizio della Prussia, e fu tra i Comandanti delle truppe dell'Elettorato. La calvinista Luisa Elisabetta svolse un ruolo significativo nel favorire l'insediamento degli sfollati ugonotti e valdesi nelle città di Friedrichsdorf e di Dornholzhausen e nella formazione di comunità riformate a Weferlingen ed Homburg.

FigliModifica

BibliografiaModifica

  • Hugo Aust u. a.: Fontane, Kleist und Hölderlin S. 12 f.
  • Konstanze Grutschnig-Kieser: Der Geistliche Würtz S. 224
  • Jürgen Rainer Wolf: Die kurländische Erbschaft. Landgräfin Louise Elisabeth und die gescheiterten Hoffnungen des Hauses Hessen-Homburg, Bad Homburg vor der Höhe, 1988

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN69726351 · ISNI (EN0000 0000 3673 7363 · LCCN (ENn96082352 · GND (DE118831674 · CERL cnp01056365 · WorldCat Identities (ENn96-082352