Madeleine Boll

calciatrice svizzera
Madeleine Boll
Nazionalità Svizzera Svizzera
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Ex-centrocampista
Carriera
Giovanili
Sion
Squadre di club1
1970Gommagomma
1971Real Juventus
1972600px vertical trisection HEX-FFFF00 HEX-007500 HEX-FF0000.svg Falchi Crescentinese
1973-1974Flag maroon HEX-7B1C20.svg Falchi Astro
1975-1977Sion
Nazionale
Svizzera Svizzera16 (9)[1]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Madeleine Boll (8 luglio 1953) è un'ex calciatrice svizzera, di ruolo centrocampista. Prima calciatrice svizzera, seppur grazie a un errore, a ottenere una regolare licenza per giocare in una squadra, giocò sia nel svizzero e in quello italiano, vantando anche qualche presenza nella Nazionale svizzera.

CarrieraModifica

ClubModifica

Madeleine Boll si appassiona al gioco del calcio fin da piccola tesserandosi, nella primavera del 1964 a soli 10 anni, con il Sion e giocando nelle sue formazioni giovanili dopo aver ottenuto, perché ritenuta un ragazzo, la licenza dalla federazione svizzera.[2] La sua visibilità mediatica crebbe in occasione della partita giocata contro la formazione giovanile del Galatasaray e valida per il campionato europeo juniores, incontro in cui gli svizzeri si imposero per 5-1 sui turchi, attirando l'attenzione di giornalisti tedeschi e di altre nazioni straniere.[2]

In seguito iniziò a praticare l'atletica leggera ma nel 1970 viene chiamata da Valeria Rocchi in Italia per vestire la maglia della Gommagomma nella stagione entrante. Terminato l'abbinamento con la Gommagomma di Meda, Valeria Rocchi portò Madeleine a Torino nella Real Juventus[3] della presidentessa Jolanda Boldi, squadra partecipante al campionato FICF con cui vinse il secondo scudetto.

In Italia rimane fino al 1974 per poi tornare in Svizzera giocando dal 1975 al 1977 nella formazione femminile del Sion e conquistando le due prime edizioni di Coppa Svizzera femminile, nel 1976 e 1977.[2]

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Fonti:[4][5][6]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Svizzera
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
8-7-1970 Salerno Italia   2 – 1   Svizzera Coppa del Mondo 1970 - [4][6]
8-11-1970 Sciaffusa Svizzera   9 – 0   Austria Amichevole 3 [4][7]
7-5-1972 Basilea Svizzera   2 – 2   Francia Amichevole - [8]
24-9-1972 Gundershoffen Francia   2 – 5   Svizzera Amichevole 2 [8]
31-5-1973 Valentigney Francia   3 – 5   Svizzera Amichevole - [9]
11-4-1974 Sciaffusa Svizzera   0 – 3   Paesi Bassi Amichevole - [10]
18-7-1974 Torino Italia   2 – 2   Resto d'Europa Amichevole 1 [6]
21-7-1974 Pescara Italia   4 – 1   Resto d'Europa Amichevole - [6]
8-9-1974 Besançon Francia   1 – 3   Svizzera Amichevole - [10]
26-10-1974 Waalwijk Paesi Bassi   1 – 1   Svizzera Amichevole 1 [10]
19-4-1975 Basilea Svizzera   1 – 3   Inghilterra Amichevole - [11]
25-9-1976 Thun Svizzera   0 – 5   Paesi Bassi Amichevole - [12]
14-4-1977 Buochs Svizzera   1 – 2   Francia Amichevole - [13]
28-4-1977 Hull Inghilterra   9 – 1   Svizzera Amichevole 1 [13]
21-5-1977 Grenchen Svizzera   2 – 2   Belgio Amichevole 1 [13]
18-6-1977 Göteborg Svezia   2 – 1   Svizzera Amichevole 1 [13]
8-4-1978 Chiasso Svizzera   0 – 2   Italia Amichevole - [14]
20-5-1978 Diest Belgio   2 – 0   Svizzera Amichevole - [14]
Totale Presenze 18 Reti 10

PalmarèsModifica

ClubModifica

Gommagomma: 1970
Real Juventus: 1971
Falchi Astro: 1973
Sion: 1976, 1977

NoteModifica

  1. ^ I dati non comprendono tutte le amichevoli della rappresentativa elvetica degli anni 1970 e 1971 perché la A.S.F. non riconosce le federazioni non affiliate in vita in quegli anni. Sono state però conteggiate le prime due partite giocate con l'Italia e l'Austria nella stagione 1970.
  2. ^ a b c (DE) Urs von Tobel, Augenzeugin Madeleine Boll «Der weibliche Köbi Kuhn», su beobachter.ch, 28 maggio 2008. URL consultato il 15 agosto 2016.
  3. ^ La Stampa del 10 aprile 1971 p. 16 in "Chiusi i "trasferimenti" delle calciatrici", su archiviolastampa.it.
  4. ^ a b c Frauen-Nationalteam, su fussball-schweiz.ch.
  5. ^ Inoffizielle Länderspiele (partite non ufficiali della Nazionale Svizzera, quella del 2-3-1973 è l'Italia FICF non riconosciuta dalla FFIGC e la Boll non ha giocato), su fussball-schweiz.ch.
  6. ^ a b c d Barboni-Cecchi, cronologia delle partite della Nazionale Italiana.
  7. ^ Amichevole Svizzera-Austria 9-0.
  8. ^ a b (DE) Jahresbilanz 1972 - Die Spiele im Einzelnen (Bilancio stagione 1972 - Le partite nel dettaglio, su fussball-schweiz.ch..
  9. ^ (DE) Jahresbilanz 1973 - Die Spiele im Einzelnen (Bilancio stagione 1973 - Le partite nel dettaglio, su fussball-schweiz.ch..
  10. ^ a b c (DE) Jahresbilanz 1974 - Die Spiele im Einzelnen (Bilancio stagione 1974 - Le partite nel dettaglio, su fussball-schweiz.ch..
  11. ^ (DE) Jahresbilanz 1975 - Die Spiele im Einzelnen (Bilancio stagione 1975 - Le partite nel dettaglio, su fussball-schweiz.ch..
  12. ^ (DE) Jahresbilanz 1976 - Die Spiele im Einzelnen (Bilancio stagione 1976 - Le partite nel dettaglio, su fussball-schweiz.ch..
  13. ^ a b c d (DE) Jahresbilanz 1977 - Die Spiele im Einzelnen (Bilancio stagione 1977 - Le partite nel dettaglio, su fussball-schweiz.ch..
  14. ^ a b (DE) Jahresbilanz 1978 - Die Spiele im Einzelnen (Bilancio stagione 1978 - Le partite nel dettaglio, su fussball-schweiz.ch..

BibliografiaModifica

  • Il calcio femminile in Italia e nel mondo, in Il pallone d'oro - Prima enciclopedia storica del calcio mondiale, Volume 7º, Milano, Perna Editore, 1969, 1970, pp. 2000-2056.
  • Luca Barboni e Gabriele Cecchi, Annuario del calcio femminile 1998/99, Fornacette (PI), Mariposa S.r.l., dicembre 1998, pp. 170-173.
  • La Gazzetta dello sport, quotidiano microfilmato conservato a Milano, Mediateca Santa Teresa (per conto Biblioteca Nazionale Braidense) e Biblioteca comunale centrale di Milano.

Collegamenti esterniModifica